Salta i links e vai al contenuto

Diplomazia con i genitori del mio ragazzo

Buongiorno a tutti,
nonostante il titolo preciso che non ho un vero e proprio conflitto con i genitori del mio ragazzo.
Mi piacerebbe sentire dei pareri diversi per sapere se il mio stato d’animo è stato condiviso da qualcun altro oppure è uno status normale nei rapporti di coppia.
Conviviamo da tre anni e “fortunatamente” i sui genitori si sono trasferiti in un altra regione (comunque a tre ore da dove viviamo). Il problema si presenta ogni volta che tornano a casa e si fermano per qualche giorno. Per me comincia l’obbligo di pranzare tutti i giorni a casa loro, arrivare dal lavoro e trovarli nel mio giardino che fanno i lavoretti, ascoltarli mentre con occhi adoranti vanno in visibilio appena vedono il figlio.
Io mi rendo conto che non posso intromettermi perchè sono pur sempre i genitori, ma è così un atto maleducato a mezzogiorno andare da sola a casa mia a mangiare? In fin dei conti non obbligo nessuno a non vederli, però mi sembra un diritto poter scegliere di vederli oppure no.
Oltretutto mi è capitato l’anno scorso di dover passare tutte le vacanze insieme a loro (15 giorni), in casa con loro ed altri parenti, con il mio ragazzo che mi diceva domani partiamo tutti i giorni e poi si è rimasti li fino alla fine delle ferie. E’ passato un anno ma ancora a ripensarci mi viene il nervoso.
Io vorrei trovare un modo di avere la mia privacy senza sembrare maleducata, oppure sapere che questa è una cosa normalissima e non devo reagire così male.
Il problema è che spesso e volentieri ho delle reazioni un tantino esagerate e mi arrabbio a vederli in giardino, o a pulire il cortile o anche a togliere le ragnatele dalla facciata di casa!
Tante volte mi viene il dubbio che lo facciano con un filo di piacere per dimostrare al figlio che sono insostituibili (come se ci fosse bisogno di dimostrarlo, sono pur sempre i genitori)!
Quello che mi assilla che tante volte mi sono “arresa ” a loro, per non sentirmi dire se fai così io a casa tua non ci vengo più ( da notare: un giorno al mese), oppure che sono un’egoista io.

Avrei proprio bisogno di sapere come possa mantenere la mia privacy senza sembrare maleducata o gelosa.

Grazie per tutte le risposte che vorrette darmi!

L'autore ha scritto 3 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Condividi su Facebook Diplomazia con i genitori del mio ragazzo

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Famiglia

6 commenti

  1. 1
    Fire -

    …e che sei fortunata che li vedi non spesso perchè ti abitano lontano…tu pensa a chi invece ce li ha di fronte casa!
    Secondo me esageri un pochino…in ogni caso, dovresti essere chiara con il tuo ragazzo ed anche con loro, in maniera educata e sorridente…vedrai che poi capiranno…meglio essere diretti ma gentili, che arrabbiarsi e trattarli in maniera scontrosa ed esagerata come dici tu…magari all’inizio ci rimarranno male un po’, ma vedrai che poi capiranno…basta essere chiari!

  2. 2
    Spectre -

    penso sia normale. chiamati fortunata che abitano lontani. c’è chi si sorbisce questa minestra ogni domenica. capisco rompa, però i rispettivi genitori non smettono di esistere. mi sa che sono obbligi dai quali non si sfugge, anche se pure loro potrebbero capire che inchiodare la gente per 15 gg. non è una bella cosa. sei gelosa di loro cmq eheheh… mi pare normale dai.

  3. 3
    Leilaluna -

    poverini!

  4. 4
    Monk -

    Se il tuo lui fosse stata la mia lei, l’avrei mollata da quel dì, se non provvedeva immediatamente. Te lo dico perché ci sono passato, ma era una situazione ancor peggiore della tua, con la mia ex. Non prevedo nulla di buono per voi, in futuro: fattelo dire. Non sarà oggi, magari sarà tra 30 anni, ma ho l’impressione che finirà. Ti auguro, ovviamente, che la mia impressione sia sbagliata. Ma sulla base della mia esperienza, non posso non avere questa impressione.

    Ad ogni modo, siamo nel 2008. E se guardiamo agli altri Paesi europei, allora viene da spararsi per l’italianità grottesca che ancora contraddistingue ‘ste situazioni, a fronte di un maturo ed indipendente rapporto con la famiglia d’origine che hanno i giovani di altri Paesi.

    Per quanto mi riguarda, “mammone” non ne voglio più. Se le donne che incontro non hanno la maturità di staccare il cordone ombelicale con la famiglia (specialmente a 30 anni), bye bye, tesoro, c’eravamo tanto amati ma stai bene dove stai, te e mammina: cresci bene che ripasso.

  5. 5
    ladywilde81 -

    Grazie a tutti per le risposte, alla fine capisco che il mio stato d’animo è giustificabilissimo.
    Per Monk: io non sono così pessimista in fondo hanno sett’anni,non me li troverò per sempre nel giardino. Più che altro spero che lui non cerchi una figura così materna in me, perchè io sono stata educata in modo molto diverso, seppur con molto amore.

  6. 6
    ChiaraMente -

    Te li vuoi levar dai piedi? Stressali! Fagli trovare il bordello più imperiale da rimettere a posto e ogni volta falli sentire “insostituibili”. Vedrai che dopo che avranno le ossa rotta a casa tua non ci verranno più davvero senza neanche bisogno di dirvelo.

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso dispositivo (da qualsiasi dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili