Salta i links e vai al contenuto

Dimenticare una persona di cui si è ossessionati

Sono precipitata in una situazione angosciosa da cui non riesco più a uscire. Sono una ragazza di 20 anni. Circa un anno fa ho preso la patente e ho iniziato una storia con il mio istruttore di guida, di 35 anni. Premetto che da sempre sono stata affascinata da ragazzi molto più grandi di me, corro costantemente dietro a storie impossibili per via della differenza d’età e pertanto vivo l’amore come una continua sofferenza. Quando è iniziato questo nostro gioco con l’istruttore, pensavo di poterlo gestire, pensavo di non farmi coinvolgere emotivamente. Lui fin da subito mi ha fatto capire che con me voleva solo divertirsi, oltretutto è fidanzato da 10 anni. Forse il proibito, la voglia di trasgressione mi ha spinto tra le sue braccia, non lo so..so solo che è diventato un incubo, perchè abbiamo continuato a vederci e io mi sono affezionata in un modo pazzesco. La nostra storia va avanti ormai da 10 mesi, non ci vediamo sempre e lui non si fa mai sentire se non sono io a cercarlo. Per lui sono solo un giocattolo, io sono consapevole di ciò ma non riesco a tenerlo lontano da me. Tante volte ho provato a dimenticarlo, a non cercarlo più, poi però succede sempre qualcosa che mi riporta da lui, tutte le volte che si fa sentire io non riesco a dirgli di no! Tutte le volte che provo a togliermelo dalla mente sto malissimo, un male nell’anima che nemmeno s’immagina. Lui è un immaturo, il classico peter pan, egocentrico e squallido. Lo squallore della situazione è evidente ma io forse non voglio aprire gli occhi, forse non voglio DAVVERO dimenticarlo. Ma allo stesso tempo cerco di reagire, penso che mi sta devastando la vita, non ce la faccio più ad andare avanti in questo modo. Lui fin da subito ha saputo che ero vergine e non siamo mai andati oltre i baci perchè io gli ho detto chiaramente che voglio avere la mia prima volta con una persona che mi rispetta e che mi vuole bene veramente. Però l’ultima volta stavamo per farlo, ma io non ho voluto. Mi sono lasciata trasportare troppo. Lui per me è tutto, faccio tutto in funzione di lui, non riesco più a studiare, nella mia testa regna il caos. Lui non merita i miei pensieri nè tantomeno le mie lacrime. E’ davvero una persona che non merita nulla. Un uomo che tradisce la propria ragazza in maniera così gratuita e spudorata non è un UOMO. E’ solo uno sciocco. Sarà che io sono una masochista che coltiva amorosamente ricordi infelici, un’autolesionista che vuole continuare a soffrire come i dannati. Lui sa che mi fa male, ma se ne frega. Mi dice che si farà sentire per vederci e invece poi non lo fa. Tutto questo mi fa un gran male, soprattutto quando penso a come stiamo insieme, alle emozioni che provo quando sono insieme a lui, alla sua dolcezza, al suo sorriso. Ecco, il suo sorriso. Il suo sorriso è sincero. Che ingenua che sono…E contraddittoria. Voglio lui, però so che non posso averlo completamente e oltretutto con un immaturo del genere non mi ci metterei mai per una storia seria..però allo stesso tempo sono incantata da lui! Voglio dolcezza,amore..tutto ciò che lui non mi può dare. Non voglio solo incontri fugaci, non è questo che voglio, ma, contraddittoria fino all’ultimo granello di me stessa, continuo a dilaniarmi l’animo e tormentarmi. Ora per l’ennesima volta ho deciso di pensare a me stessa e di chiudere una volta per tutte con quest’uomo che spezza ogni mio principio e questa storia senza senso. Ormai mi sono abituata a questo dolore che provo costantemente. Io esco, mi distraggo, ho degli amici fantastici, sono una bella ragazza e non mi mancano i corteggiatori. Ma non sono loro che voglio. E lui è il mio chiodo fisso. Non so se mi sono innamorata o sono solo fissata, spero di esserne solo ossessionata e non innamorata. Come si fa ad innamorarsi di una simile persona? Come porre fine a questo dolore?

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Me Stesso

34 commenti

Pagine: 1 2 3 4

  1. 1
    wild steel -

    quasi quasi emigro in arabia saudita.

  2. 2
    Andrea -

    Prova a pensare a questo: se è vero che uno che tradisce la fidanzata/moglie così per gioco è uno che non merita niente, è altrettanto vero che una che accetta deliberatamente di essere il giocattolo di un tale soggetto è una che non ha il rispetto di se stessa, e una persona, quando ha perso il rispetto di se stessa, ha perso proprio tutto… se a te piace comportarti da…come dire… donna di malaffare, per non dire di peggio, e ti piace l’idea che la gente pensi questo di te, allora prego, continua pure!! Anzi spargi la voce della tua storia, così la gente quando ti vedrà passare per strada ti riderà dietro e tu sarai felice.

  3. 3
    Met -

    ciao, sono un ragazzo ho 30 anni, essendo uomo posso provare a spiegarti…immagino che tu sia una ragazza eccezionale, dolce e sensibile, credimi, ti puoi ritenere fortunata, le tue sono doti ormai cosi rare da trovare in una ragazza, se non quasi impossibili.
    Io sono abituato a dire le cose come stanno, spiattellarle in faccia, quindi perdonami se sono sincero..lui ti sta usando ma la cosa ancor più tragica è che essendo un immaturo(come tu racconti) sta solo aspettando che tu ti conceda a lui…e permettimi di dire che la tua verginità non credo proprio che se la meriti, ovvio che la tua prima volta, come tutti d’altronde, sogni che sia la più bella e indimenticabileti. Chi ti ama sa aspettare..stai tranquilla che lui non ti ama e mai ti amerà.
    Ti sei mai chiesta se lui per te lascierebbe mai la sua fidanzata? se la risposta la sai già allora sai cosa fare
    Cara, ascolta me, le storie iniziano e finiscono, l’amore è sofferenza, ma è facile confonderlo con semplice infatuazione, nella vita ci si può innamorare cento volte, ma non prima di aver imparato ad amare se stessi…
    detto questo, amica mia lascia perdere e non dimenticare mai di amare sempre e divertirti, di ragazzi ce ne sono tanti pronti a darti quello di cui tu hai bisogno, l’età non importa, sorridi alla vita..
    anche io ho amato ed ho sofferto, ma tutto passa credimi, il tempo sistema tutto…spero in qualche modo di esserti stato d’aiuto
    ciao amica mia, scusa se sono stato cosi crudo

  4. 4
    kombo -

    Cara Cesarona,
    Non sono a conoscenza del perché tu vada alla ricerca di persone simili. Non so se è per via del rapporto con tuo padre. O per la tua scarsa autostima. O per qualche altra cosa.

    Quello che so, in base a quello che hai scritto, è che questa presenza è diventata troppo ingombrante. Vorresti “non volerlo”.

    Nello stesso modo in cui hai condizionato il tuo cervello a desiderarlo, puoi condizionarlo a rifiutarlo.

    Il modo migliore per rifiutare una cosa è associare ad essa una sensazione profondamente spiacevole. Quando la sofferenza raggiunge un certo valore soglia, tale da diventare insopportabile, svilupperai un rifiuto naturale per l’oggetto in questione.

    Quindi fai così: ripensa a tutte le volte che questa persona ti ha trattato male. Rivivi intensamente quegli episodi. Evidenzia il tuo senso di umiliazione e impotenza.

    Quando ti capita di ripensare a lui – probabilmente molto spesso – fai in modo di ricordare sempre quanto è stato cattivo con te, facendo riferimento a episodi reali e circostanziati.

    Più volte farai questo esercizio, più velocemente decondizionerai il tuo sistema nervoso.

  5. 5
    violet -

    disintossicati.interrompi i contatti prima che il tunnel diventi ancora più impercorribile.a poco a poco riuscirai a stare meglio.esci con le amiche,divertiti,conosci gente come sarebbe giusto fare alla tua età.ricordati che questi anni non tornano più!non buttarli via per una persona che non merita quell’amore.

  6. 6
    Stefano614 -

    Sai già tutto. e sai cosa devi fare

    Con l’istruttore di scuola guida andiamo…
    Questo ci proverà con tutte le ragazze carine che ha occasione di incontrare, possibile che voi donne state sempre a lamentarvi di quanto siano str… gli uomini e poi date spago a questi figuri.
    Ci sono buone possibilità che tu non sia l’unica con cui abbia tradito la sua ragazza lo sai vero. Questa persona non ti vuole bene, ti usa, semplicemente. Tira fuori un po di orgoglio e mandalo a quel paese. Trovati un ragazzo libero e vedrai la differenza fra un uomo e una comparsa di una soap opera..

    Auguri

    Stefano

  7. 7
    Ruby007 -

    Cara Cesarona. Solo io posso capirti benissimo, perchè ero uguale identica a te. Ho passato la mia adolescenza ad innamorarmi perdutamente di persone molto piu’ grandi di me, a volte anche di 35 anni piu’ grandi di me!! Di professori (tantissimi), di allenatori, di INSEGNANTI DI SCUOLA GUIDA, di ragazzi grandi, sposati, fidanzati……. Che dire, tutto questo mi ha lacerato il cuore, ho sofferto per anni dietro amori impossibili perchè ero troppo giovane. Ma la cosa piu’ assurda è che quando mi è capitato che qualcuno nonostante io avessi tipo 15 anni e lui 48 ci stava, mi ha fatto schifo!!! Cioè un caos totale. Quando a 18 anni ho iniziato una storia con un ragazzo di 24. Le cose sono andate malissimo perchè era troppo immaturo e io mi sentivo sua madre. Era il mio primo ragazzo, abitava anche molto lontano. Allora dopo un anno e mezzo l’ho lasciato. Poco dopo ho conosciuto un uomo di 35 anni, io ne avevo 19, sposato, 2 figli e già un’amante ufficiale…. Alla fine ha mollato tutti per me. Che dire, è durata 3 anni, ma Cesarona, 3 anni d’inferno. Anche lui troppo stupido e immaturo!!!! Quanti problemi mi ha portato tu nemmeno lo immagini!!!!! Ora che è finita, l’ho lasciato, sai cosa sogno?!!! Un ragazzo giovane!!! Della mia età! Un ragazzo normalissimo! Bravo! e con un passato breve, uguale al mio! BASTA SCARPE VECCHIE. BASTA PROBLEMI! Una storia semplice. Odio parlare di me, ma l’ho fatto solo per farti capire che devi smetterla di crcarti quelle dannate situazioni assurde, l’ho fatto io per tutta la vita, e ora ne sono pentita! Ho sprecato troppo tempo dietro ad idioti integrali!!!! Lo so, sono situazioni stimolanti, ma basta, fanno solo troppo male. Io ho problemi con mio padre da quando ero piccola, è come se non lo avessi -l’ho visto poche volte- ma non penso sia questo il motivo. Tu ne hai uno? fammi sapere cesarona. Ultima domanda, l’istruttore di guida ha il nome che inizia per g? magari è il mio, me lo ricorda molto! ahha! un bacioneeeeeeeeeee!

  8. 8
    violet -

    dietro ad un determinato comportamento c’è sempre un motivo.quel motivo può essere la voglia disperata di essere amate,da “chi” non ha molta importanza..prima di sparare giudizi,bisogna riflettere.la famiglia che hai alle spalle gioca un ruolo decisivo nella vita dei figli.

  9. 9
    Claudia Capretta -

    Cara Cesarona,
    ti capisco benissimo e sono dalla tua parte, anche io ho vissuto un periodo non proprio felice anzi parecchio infelice, per fortuna è passato. Ti consiglio questa tecnica che io ho appreso leggendo un libro e che ho comunque adattato a me, è molto semplice e soprattutto è molto efficace pensa che a me è bastato farla una volta per dimenticarlo e guardare avanti. Tu ovviamente puoi farla più volte se è il caso, l’unica cosa che ti consiglio è farla con estrema attenzione e partecipazione.
    Mi raccomando leggi e poi esegui:
    1) mettiti in un posto dove sei da sola e non sarai disturbata, sul letto magari;
    2) chiudi gli occhi e fai dieci respiri profondi concentrandoti solo sul rumore del respiro;
    3) prendi una immagine di voi due in um momento bellissimo che avete treascorso insieme e fanne una foto con le emozioni più belle che tu possa provare;
    4) prendi la foto e riponila da qualche parte, magari nel comodino, sul mobile affianco a te;
    5) adesso ripercorri in ordine cronologico 5 momenti bruttissimi che hai trascorso con lui, o che ti hanno ferito terribilmente, che hai pianto, ti sei disperata;
    6) vivi quei momenti come se fossero reali, come se li stessi vivendo in quel momento di nuovo, con tutta la sofferenza (io ho pianto di nuovo);
    7) rivivi quei momenti in ordine cronologico almeno 5 o 6 volte, primo episodio, secondo episodio, terzo…. (farà male);
    8) adesso prendi la foto del vostro momento bellissimo che avevi riposto da qualche parte e guarda che effetto ti fa, io l’ho ridotta a brandelli, l’ho calpestata, lo bruciata, ci ho sputato sopra e poi l’ho cestinata ed immaginato di buttarla nel secchione della spazzatura per sempre (tu fanne quello che vuoi!);
    9) rilassati e pensa che da quel momento ti prenderai solo cura di te e della tua persona.
    Se è necessario ripeti l’esercizio anche nei prossimi giorni, a me è bastato farlo una volta. Lui è uscito definitivamente dal mio cuore e quando mi ha richiamato gli ho detto tutto quello che pensavo di lui, ed ho chiuso almeno nel mio cuore e nella mia mente.
    Spero ti sia di aiuto. Fammi sapere.
    Sono con te
    Claudia Capretta

  10. 10
    Cesarona -

    Ciao Ruby007! Grazie, almeno qualcuno che ha vissuto simili esperienze. Mi dispiace per la tua storia, posso capirti in pieno pure io. Sai,io sono ingenua e troppo sognatrice e ora, ripensando a tutto quello che mi è successo, posso solo definire questa persona un VERME! Mi meraviglio anche di me stessa, nel senso che non so nemmeno io come diavolo ho fatto a calpestare la mia dignità in questo modo.Inoltre prima di lui c’è stato un ragazzo che mi ha fatto soffrire molto, di cui ero innamoratissima, questo all’improvviso mi ha detto che era fidanzato e alla fine ha scelto di restare con lei. io mi sono sentita vuota, svuotata del tutto, i miei giorni erano SENZA SENSO..E quando sei sperduta in mezzo alle onde e stai x annegare..e vedi improvvisamente un pezzo di legno che può salvarti,ci aggrappiamo senza fare caso se ci stiamo aggrappando su un pezzo di legno sano e robusto o su un legno fradicio; intanto ci aggrappaimo x non annegare. L’istruttore era il pezzo di legno fradicissimo. Come hai detto tu, non possiamo continuare ad andare dietro a persone che ci incasinano la vita in maniera mostruosa, ne va anche della nostra salute! Io sono stanca di tutto questo, ho sempre combattuto nella mia vita, ho affrontato cose davvero pesanti e ti posso dire che mio padre è stato sempre assente e non ho mai ricevuto affetto da lui, ma adesso x una serie di avvenimenti, ho la mia serenitaà Ma evidentemente quel vuoto legato all’infanzia resta incolmabile. PS: No, il noime dell’istruttore non iniziava x G.

Pagine: 1 2 3 4

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili