Salta i links e vai al contenuto

Dichiarazione di Fausto Bertinotti

Lettere scritte dall'autore  

“Questa maggioranza nasce da uno stato di necessità. In campagna elettorale rispondevo: dobbiamo fare questo accordo perché dopo 5 anni di governo Berlusconi non se ne può più“.
Fausto Bertinotti – Il Giornale, 12/9/2006.
Così è stato dichiarato in un’intervista……… ora chiedo a tutti Voi elettori di commentare tale dichiarazione……. e faccio io una riflessione come spunto per una discussione: se la coalizione di centro sinistra stà in piedi per sconfiggere Berlusconi, ora che Berlusconi è stato sconfitto, da qui a 5 anni, quando ci saranno le nuove elezioni, quali speranze hanno gli elettori di centro sinistra di vedere rispettate le promesse d Prodi (che comunque sinora ha mantenuto, infatti i lavori sulle reti stradali sono stati fermati e molti operai sono stati mandati a casa ,i finanziamenti alle Università diminuiti ,la tim stà fallendo e il governo che potrebbe ricorrere alla Cassa depositi e prestiti per salvare migliaia di lavoratori dal licenziamento non fà nulla e tra poco saremo tassati anche per i risparmi in banca e alla posta), visto che il collante della coalizione di centrosinistra era battere Berlusconi alle elezioni ???? Ora sarà sempre più difficile il processo legiferativo e molti temono 5 anni di stallo politico.

L'autore ha scritto 32 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Politica

1 commento

  1. 1
    Carlalberto Iacobucci -

    Per il Bertinotti alla Valentino scrissi:
    Miseria e nobiltà
    Se la proposta che ritengo assai creativa l’avessero presentata altri avrei espresso un sorriso spensierato,ma che fosse il Presidente della Camera Fausto Bertinotti ad averla prospettata mi lascia stupefatto.Il concetto avuto dal presidente della commissione Affari Costituzionali Luciano Violante, è viceversa corretto quando afferma che siffatta combinazione si mostrerebbe altro privilegio concesso ai politici. Il Bertinotti del passato possedeva idee assai dissimili, lo ricordiamo grintoso, attento e solidale verso i dipendenti, come serbiamo nella memoria le 35 ore a settimana, Se il compimento avrà luogo , un deputato lavorerà solo dieci giorni e mezzo al mese, e il suo stipendio rimarrà intatto.per cui vigerebbe la relazione in misura minore lavori ma in misura maggiore ricavi. Di conseguenza è concesso come opportuno ponderare due aspetti sostanziali Siamo nella condizione di limitatezza economica o all’opposto viviamo in corpi celesti disgiunti ?

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili