Salta i links e vai al contenuto

Dichiararmi oppure far morire i sentimenti dentro di me?

Buonasera a tutti.
Spero di ricevere parecchi consigli o pareri, sopratutto maschili.
Allora ho 20 anni e sono innamorata da 4 anni dello stesso ragazzo, anche lui 20 anni. Abbiamo fatto tutto il liceo insieme e lui non ha mai saputo che ero innamorata di lui, ma i suoi comportamenti mi facevano capire che gli piacevo. Mi dava attenzioni che non riservava per nessun’altra.Premetto che lui è sempre stato un ragazzo abbastanza timido nell’esprimere a chiare lettere ogni tipo di sentimento.
Lui era stato innamorato di me per un anno, si era dichiarato, ma io l’avevo respinto per paura di non so che cosa, al solo pensiero adesso, mi sento una stupida.

Finite le scuole ci siamo divisi, abbiamo cominciato a lavorare e ci siamo persi di vista.
Abbiamo passato un anno senza nemmeno sentirci.
Poi, gli scrivo io un giorno e gli chiedo di vederci una sera. Lui accetta molto volentieri, aggiungendo la frase:”hai fatto bene a scrivermi, era un bel pò di tempo che ci pensavo ma sai che non mi oso mai io.” Io ero molto emozionata e contenta di rivederlo, ma una mia amica mi disse:” se davvero gli piaci, sicuramente si sarebbe fatto vivo in un anno”. E questo mi ha fatta molto riflettere, e sopratutto avevo deciso di non fargli vedere che mi interessava, così per tutta la sera mi sono comportata come una semplice amica. Ma lui non staccava i suoi occhi dai miei. Ha insistito per venirmi a prendere e riportare sotto casa.
A un certo punto gli chiedo se si sentiva con qualcuna, e lui mi risponde di sì, ma senza guardarmi negli occhi. E cambia subito argomento. Mi sono sentita morta dentro.
Io mi sono limitata a congratularmi con lui e basta. Facevo vedere che ero contenta per lui. Per tutta la sera gli arrivano 5-6 messaggi, guarda solo il display per un nano-secondo ma non risponde mai a quei messaggi.
Dopo l’appuntamento mi riporta a casa e mentre scendevo dall’auto mi ferma per un braccio e mi dice:” non mi saluti?” si è avvicinato e mi ha dato due baci sulle guance. Io sto in silenzio e lui aggiunge:” spero di rivederti e di passare un’altra serata così con te”.
In fondo non avevamo fatto nulla di speciale, ha piovuto tutta la sera e siamo rimasti chiusi dentro a un bar seduti a mangiar cioccolatini e cose varie.
Dentro me ero davvero triste e angosciosa.
Ho passato giornate intere a struggermi dal dolore per non avere il coraggio di dichiararmi e correre il rischio di venir rifiutata.
Nei giorni avvenire sono andata dove lavora e mi ha accolta con un gran sorriso ed era molto contento di vedermi.
Sono sempre io che gli scrivo o che gli chiedo di uscire, ma ogni volta che lo faccio insiste per venire a prendermi e riportarmi a casa, oppure appena gli scrivo mi risponde subito con grande gioia e mi dice che non vede l’ora di vedermi.
Nel frattempo, un pomeriggio ci sentiamo e mi dice che la ragazza con la quale si sentiva, non le piace come credeva e non la vuole più sentire. Premessa: non mi ha scritto per consolarsi con me, ma sono stata io che l’ho ”obbligato” a parlare, perché lui non voleva dirmi niente su questo.
Dentro me ero felice, però dall’altra no, perché ero totalmente sicura che per lui non sono nulla di più.
Io, non so se dichiararmi una volta per tutte e rischiare.
E se lui non provasse più gli stessi sentimenti?
E’ cresciuto, ma in fondo è sempre lo stesso. Non è uno di quei ragazzi che ti esprime a chiare lettere il suo amore o il suo affetto per te, non so, ha sempre avuto questa difficoltà nel farlo, e lo conosco da quando ha 13 anni.
Però, i suoi gesti, le sue attenzioni, la sua voglia di stare con me a ridere piuttosto che uscire con altre persone in discoteca mi aveva fatto capire che forse avevo ancora una speranza.
Ma ora, ho totalmente paura di rischiare, ho paura di un rifiuto.
Non è il dolore del non sapere che cosa prova per me, ma bensì il rifiuto, la certezza che non gli piaccio e non gli piacerei mai.

L’ho tenuto nascosto per 4 anni, potrei benissimo farlo per altrettanto tempo.

Che consigli avete da darmi? Grazie mille per ogni risposta.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

6 commenti

  1. 1
    Aton -

    Dichiarati, mal che vada ti prendi un due di picche, meglio che stare a smenare pronostici.

  2. 2
    mare blu -

    dichiarati! Chi risica, anzi, chi non risica, non rosica. Auguri e dicci com’è andata!

  3. 3
    Angelica1994 -

    Grazie mille, ci proverò.

  4. 4
    Aur -

    Ciao!
    Io ti consiglio davvero di dichiararti. Tentar non nuoce!
    Non sprecare altro tempo.
    Se non ti dichiari non saprai mai quello che prova per te. E rimarrai col dubbio. Magari vi mettete assieme..
    Buona fortuna 🙂

  5. 5
    Angelo9 -

    Non lasciare che il tempo distrugga tutto e ti lasci nel rimpianto. Dichiarati con serenita’ e sincerita’. Hai solo da guadagnarci: comunque vada porrai fine al tormento, inoltre se lui e’ cosi’ sensibile apprezzera’ la tua rivelazione… Mai far morire i sentimenti senza provare…

  6. 6
    Andrea -

    Buttati, d’altro canto lui con te lo fece. Non vivere nelle paranoie e lascia perdere i consigli delle amiche, perchè sono gli stessi che ci diamo anche tra noi uomini e spesso sono fuorvianti. Anche tra di noi ci diciamo: “se ci teneva si faceva sentire” o cose del genere..e poi magari si ha di fronte una come te che fa di tutto per dissimulare i suoi veri sentimenti. Per cui…

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili