Salta i links e vai al contenuto

Una decisione difficile da prendere

Lettere scritte dall'autore  nina

Ciao a tutti, non so bene cosa fare in una situazione che si protrae da anni. Mio fratello è un egoista e manipolatore ma gli ho sempre voluto bene comunque, sperando di riuscire ad instaurare un rapporto di affetto reciproco. Mi rendo conto che non è possibile. Quando era viva mia madre ci vedevamo da lei e mi ha sempre trattato con sarcasmo, mi feriva e vedeva che stavo male ma non gliene importava nulla, ha sempre minimizzato i miei sentimenti e criticato le mie decisioni.
Lui è sposato, mia cognata è una cara persona ma ovviamente sta dalla sua parte e non vuole essere coinvolta (del resto ha già i suoi problemi con lui), mio nipote quindicenne è come un figlio per me (sono anche la sua madrina) ma purtroppo non lo vedo mai, sta facendo la sua vita ed è giusto così del resto, ho tentato di mantenere un rapporto almeno tramite whatsapp, qualche messaggio qualche video di animali che lui ama, ma mio fratello mi ha detto che lo perseguito e che sono una deviata mentale.
Quando mia madre ha iniziato a star male mi sono occupata da sola di tutto come potevo (mio fratello non abita in città) ma mi sarei aspettata un minimo di sostegno morale. Invece tutto il contrario. Quando mia madre è mancata ho dovuto occuparmi anche di svuotare la sua casa (un enorme dolore pure questo) e anche qui sempre da sola, lui non l’ho visto una volta. So che amava molto mia madre ma con la scusa che io ero più vicina mi ha lasciato ogni incombenza, e sempre criticando ogni mia decisione.
Il primo Natale dopo la morte di mia madre ero a pezzi ma non mi ha nemmeno invitato a stare su da loro, mi rifiuta, mi respinge, mi accusa di averlo offeso e non considerato negli ultimi trent’anni. Ho cercato di spiegargli che mi sono allontanata perchè mi feriva psicologicamente ma lui nega ogni responsabilità e secondo lui è tutta colpa mia, anche della morte di mia madre.
Anche quest’anno mi lascia da sola durante le feste, mi dice che ci vediamo e poi trova mille scuse, mi dice sempre che non mi confido con lui e quando gli apro il mio cuore mi dice che sono strana, fuori di testa, ed egoista perchè non capisco tutti i suoi problemi.
Sopportavo per poter vedere mio nipote e mia cognata ma mi chiedo: ne vale davvero la pena? Stare così male per poi essere sempre manovrata, non capita, non amata.
Sto pensando di allontanarmi definitivamente da lui ma è un passo difficile perchè poi non si può tornare indietro, non potrò più vedere mia cognata e mio nipote, perciò ci sto pensando con attenzione.
Se avete voglia di commentare, esprimere la vostra opinione o magari mettermi a parte di un vostro vissuto simile, ne sarei davvero molto felice.
Grazie a tutti anche solo per aver letto questo lungo sfogo.
Nina

L'autore ha scritto 4 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Condividi: Una decisione difficile da prendere

Altre sul tema

Altre nella categoria: famiglia - me stesso

2 commenti a "Una decisione difficile da prendere"

  1. 1
    Gabriele -

    Il tuo sfogo non mi sembra poi così lungo, anzi immagino quesito tralasciare e che invece avresti voluto raccontare. Immagino sia stato doloroso sgombrare la casa di vostra senza farlo insieme, avreste potuto condividere ricordi e magari parlare anche di ciò che vi divideva così evidentemente, in un certo senso vostra madre vi avrebbe dato occasione di incontrarvi, invece ormai l’occasione è persa.
    Dal racconto sembra che tu stia al Sud e che tuo fratello stia al Nord, ti devo confidare, che questa differenza a livello familiare c’è anche nella mia famiglia, ma alla rovescia. Mio padre è quello che sta “sù” e i miei zii e zie, stanno “giù”. Anche noi, fra cugini siamo divisi fra quelli che stanno “sù” e quelli che stanno “giù”. Non saprei che cosa consigliarti, perchè questo tipo di vicende, escono sempre pochissimo alla volta, del perché per esempio fratello Caio, ha dell’astio mei confronti di sorella Sempronia.
    Quello che dovresti fare sarebbe salire di tua spontanea…

  2. 2
    Origami -

    Guarda, da persona che ha convissuto con manipolatori e tagliato i ponti per 1 anno con la mia famiglia, ti dico: chiudi con lui. Lo so che è tuo fratello e gli vuoi bene, ma per quanto puoi sperarci, le persone così non cambieranno MAI. È solo una sofferenza e tortura inutile che ti fai. Tieni i rapporti aperti con loro due, vedendole quando non c’è lui. Se non puoi annullare del tutto, minimizza i contatti con lui. Limitati a dare risposte chiuse e distanti, che non danno margine di risposta. Se ti scrive per criticarti o insultarti, ignoralo. Se ti chiedono come mai della scelta dí la verità: Mi fa stare male e me ne sono dovuta distanziare per quanto bene gli possa volere.
    Non annullarti o sacrificarti per gli altri, indipendentemente dai legami che vi uniscono. Inizialmente è difficile ma poi sarai grata a te di averlo fatto! Un bacione 😉

Lascia un commento

Massimo 2 commenti per lettera alla volta

Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'informativa sulla privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso browser (da qualsiasi browser e dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili