Salta i links e vai al contenuto

Crisi del turismo in Carnia?

Egregio Direttore,
sabato scorso mi sono recato a Raveo per un concerto nell’ambito di Folkest.
A causa del maltempo la manifestazione e’ stata spostata dal campo sportivo ad una sala comunale, con inevitabili ritardi. Io e i miei amici abbiamo quindi deciso di cenare prima del concerto. Due serie di cartelli che sembravano fare al caso nostro ci indirizzavano ad un ristoro agrituristico e ad un’osteria con locanda. Scegliamo quest’ultima.
Alla banconiera abbiamo posto la richiesta – ai nostri occhi retorica – se si potesse cenare. La cameriera al bancone ha chiamato il titolare, il quale con fare seccato, ha risposto che lui alle nove sarebbe andato a dormire e che avremmo dovuto prenotare. Motivo? C’e` un Ferran Adrià in Carnia e non lo sapevamo? Oppure l’uso locale e’ di cenare ad orari.. ospedalieri?? Evidentemente era un problema nostro, e non di un pubblico esercizio che non era in grado di assolvere al proprio compito. Siamo usciti, precedendo altre 4/5 persone che avevano avuto la stessa nostra (malaugurata?) idea di cenare di sabato alle 20.30…
Il ristoro agrituristico offriva solo piatti freddi, e un po’ per il clima, un po` perche` eravamo decisamente alla ricerca di altro, abbiamo deciso di ridiscendere verso Villa Santina. Qui, sulla strada verso Ovaro, abbiamo trovato un ristorante, dove siamo stati serviti con cortesia e professionalita`. Il cibo era piu` che all’altezza, ad un prezzo corretto.
Ripeto: sabato 16 luglio, in piena stagione estiva, con la concomitante presenza di un evento sicuramente non paragonabile al concerto di Bon Jovi per movimento di folle, ma comunque in grado di fare affluire un po’ di pubblico, non e’ stato possibile cenare.
Domenica mi sono lasciato andare a salaci commenti, mentre sentivo altri operatori turistici della nostra Carnia lamentare nei vari notiziari il calo di presenze di turisti in Carnia. Delle due l’una: o questi signori non rappresentano tutte le realta’ della Carnia, e parlano a titolo personale, oppure le cose non vanno poi cosi’ male, se un piccolo esercizio si permette di trattare cosi dei potenziali clienti.
Sono Friulano, e non manchero’ di frequentare anche in futuro la Carnia, soprattutto in occasione di varie manifestazioni. Immaginate io fossi un turista, chesso’, Romano o Milanese, alla prima esperienza di vacanza sulle nostre montagne, avendo potuto scegliere anche il Cadore, o l’Alto Adige, o la val d’Aosta (dove probabilmente lo scenario montano e’ anche piu` spettacolare e offre maggiori alternative, in tutti i campi): secondo voi, l’anno prossimo scegliero’ di nuovo la Carnia?

Un suggerimento agli organizzatori di Folkest: inserite delle clausole riguardanti l’ospitalita’, quendo scegliete le sedi per i vari eventi. Ne va della riuscita complessiva della manifestazione.
Cordialita’
BB

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Cittadini

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili