Salta i links e vai al contenuto

Crisi isteriche

Salve,
sono la sorella preoccupata di una neo mamma.
Ho una sorella di 20 anni che è sempre stata molto sensibile e permalosa, al minimo problema scatta con crisi isteriche davvero preoccupanti; da pochi mesi è diventata mamma e non vive più con me, pensavo le cose sarebbero andate meglio e invece continua ad avere crisi per futili motivi; sospetto una specie di sindrome premestruale o qualcosa di simile perchè si verificano più o meno nello stesso periodo del mese, ma comunque non sono esperta in materia, il problema è che vorrei trovare una soluzione per aiutarla.
Sono andata al consultorio per avere un consiglio, ho preso appuntamento e ora ho altri due problemi: uno è come affrontare il discorso con lei ma credo di potercela fare, ma accetto comunque consigli…
L’altro è che non vorrei che i dottori travisassero il problema, cioè lei si trova in una situazione che penso colpisca molte donne, però avendo un figlio non vorrei che vedessero un pericolo in lei e ci fossero interventi di assistenti sociali e roba simile. Posso fidarmi del consultorio e dei dottori che ci sono o mi conviene cercare un altra soluzione?
Grazie dell’aiuto che mi darete

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Famiglia - Salute

4 commenti a

Crisi isteriche

  1. 1
    sarah -

    fai benissimo a chiedere aiuto, se lei già’ da prima soffriva di queste crisi con la nascita del bambino rischia una depressione post partum che se non curata porta a conseguenze disastrose. Gli assistenti sociali difficilmente portano via il figlio dalla madre, sono un valido aiuto non ti preoccupare.

  2. 2
    Aton -

    Hai voglia. Sindrome mestruale assodato. Ci sono stati casi di assoluzione da omicidio per incapacità di intendere e volere per questo motivo. Se non ti fidi dei dottori di chi vuoi fidarti? Del prete?

  3. 3
    marianna .c -

    @Donata.So x esperienza personale che questi atacchi vanno curati.Io sono andata al’asl di qui apartengo senza spendere una lira e x fortuna ho trovato una neuropshichiatra molto in gamba .Con una cura adeguata se ne vene fuori ,basta agire in tempo,.Auguri
    P.S.Non sotovalutare .

  4. 4
    ketty -

    chiedi aiuto subito ! io ho avuto mai cognata che ha avuto lo stesso problema circa un mese e mezzo dopo il parto ha inizato ad prima a stare male a piangere fino al giorno in cui è diventata completamente assente è stato spaventoso un periodo bruttissimo. inizialmente abbiamo cercato di curarla in casa con una psicologa , ma è stato tutto inutile peggiorava invece di migliorare !!fino al giorno in cui abbiamo preso la decisione di porla in ospedale reparto psichiatria !!è stato un giorno bruttissimo li vedi delle realtà assurde , ma c erano anche altre donne nella sua condizione . è stata seguita da psicologi psichiatri hanno fatto tutte le analisi e gli esami possibili e con le loro cure dopo un mese e mezzo è uscita in parte guarita pechè poi l hanno continuata a seguire anche dopo con le visite di controllo . quando la bambina a compiuto 1 anno lei stava bene molto meglio ora sono passati due anni e sta bene !! fate subito ha bisogno di cure noi abbiamo perso tempo inutile a cercare di curarla a casa !non hanno chiamato assistenti sociali perchè per la bambina c erano il padre e i nonni e durante il ricovero dopo un po lo psicologa fa incontrare e ricrea un rapporto tra madre e figlia !! noi non abbiamo avuto nessun problema di assistenti sociali mai ed era anche la nostra paura !! un abbraccio

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili