Salta i links e vai al contenuto

Covid e serrande ricircolo impianti aria

Lettere scritte dall'autore  ike

Ci sono posti dove ogni giorno vanno vecchi, donne, bambini e dove ci sono costantemente lavoratori quali i supermercati. Ci sono posti simili dove l’aria che chi vi lavora od accede arriva canalizzata. E mi chiedo: qualcuno ha mai controllato se le serrande di ricircolo sono state sempre veramente chiuse (e’ facile tra l’altro perche’ ci si arriva controllando i consumi di energia). L’aria esterna da trattare e’ calda d’estate e fredda d’inverno ed i costi per portarla alla giusta temperatura sono molto piu’ alti di quelli che si hanno mescolandola con l’aria gia’ presente in ambiente. Se qualcuno si chiede perche’ un virus si diffonde dovrebbe anche chiedersi se questa normale e ovvia norma per evitarlo (ovvero tenere chiuse le serrande di ricircolo) e’ (ed anche se e’ stata) rispettata, e se chi ne ha l’obbligo controlla o ha controllato. La mia considerazione e’ rivolta ai politici (che giornalmente dichiarano il loro impegno a tutela dei cittadini), ai prefetti, ai responsabili dipartimenti di prevenzione delle asl e alle procure (perche’ no).

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Condividi su Facebook: Covid e serrande ricircolo impianti aria

Lettere correlate a:

Covid e serrande ricircolo impianti aria

Continua a leggere lettere della categoria: Cittadini - Riflessioni - Salute

6 commenti

  1. 1
    Angwhy -

    Davvero interessante 😂lei deve aver molto tempo da perdere

  2. 2
    Trader -

    Più che ai politici e al prefetto, bisogna porre la domanda al datore di lavoro e al Servizio di Prevenzione e Protezione del supermercato, magari in sede di Riunione periodica. Le RLS fanno milioni di contestazioni pretestuose per rompere le scatole al datore di lavoro, la questione del ricircolo dell’aria ci sta.
    E si, cari ragazzi, oltre a guadagnarmi da vivere con i mercati finanziari, mi occupo anche di questa delicata materia, la sicurezza sui luoghi di lavoro. Ho i titoli per svolgere l’attività professionalmente. Ho fatto molte cose nella vita, sapete?

  3. 3
    Maurizio -

    Si Angwhy, è questo il problema dell’ Italia: la gente ha ancora molto tempo da perdere. Nei paesi sottosviluppati, guardacaso, il covid sembra non esistere e la gente pensa a ben altro.

  4. 4
    Angwhy -

    Si trader anch’io ho fatto molte cose tra cui il servizio militare, si dormiva in 30 per camerone e l’unico riciclo d’aria erano le scorregge, nonostante tutto sono ancora qui.
    Maurizio si, adesso sappiamo bene chi ci circonda ed e per colpa di questi idioti se ci troviamo in questa situazione, comunque andrà sarà sempre una sconfitta

  5. 5
    Maurizio -

    Angwhy hahahahahahaha mi hai messo di buon umore. Ci voleva! E’ stata una giornataccia.
    Mah.. sai io penso che in fondo sapevamo anche prima da chi eravamo circondati. Adesso è diventato solo più evidente.

  6. 6
    Trader -

    Angwhy, non raccontare le vicende dei militari sporcaccioni alle RLS, altrimenti chiederanno di inserire le score nel rischio biologico del DVR!

Lascia un commento

Massimo 2 commenti per lettera alla volta

Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso browser (da qualsiasi browser e dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili