Salta i links e vai al contenuto

Comportamento anomalo

Salve a tutti! Dopo che ci siamo lasciati dopo 10 anni e ho trovato un totale muro di gomma per 5 settimane venerdì mi chiama per sapere se in macchina avevo le sue cose che aveva lasciato a casa mia. Io le rispondo che non vado in giro con le sue cose in macchina e che a casa mia non la voglio per ora e che le cose gliele avrei comunque fatte avere. Alla fine ci vediamo e passiamo tutto il pomeriggio insieme parlando di caz.. te. Inizia a fare discorsi sconclusionati quasi da diciottenne (ha 29 anni) . La lascio a casa e ci becchiamo per caso l’indomani mattina. Passiamo la mattinata insieme e mi chiede di vederci la sera. Parliamo di caz.. te fino a fine serata quando io mi parcheggio in un posto non troppo appartato e inizio a parlare di noi ma lei inizia ad essere insofferente e ansiosa dicendomi che non ne vuole parlare al che io scoppio e inizio a dirle che si sta comportando in maniera infantile e che ha scagliato la pietra scappando subito dopo. Lei si impietrisce e mi dice che non vuole ascoltarmi più fino a quando l’accompagno a casa e mi saluta con un freddo ciao. Ora è tornata nella città dove lavora. Io non sto capendo che le passa in testa! Cosa vuole da me? Perché mi abbraccia e mi dice sempre che mi vuole tanto bene? È magrissima avrà perso in un mese 5 kg e lei già era magra. Ribadisco che non c’è nessuno perché non vuole alcuna costrizione allo stato attuale e vuole essere libera concentrata sul lavoro. Dice che è felice ma niente le sta andando bene (famiglia, lavoro, amore) . Vuole cambiare tante cose nella sua vita in un momento solo e questo non va bene. Non so cosa pensare.

L'autore ha scritto 2 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Famiglia

13 commenti

Pagine: 1 2

  1. 1
    sarah -

    ma perchè vi siete lasciati?

  2. 2
    cyber81 -

    Non c’è nessuno? Si, pure io ne ero convinto..

  3. 3
    colam's -

    Purtroppo mi vien da dire “classico” , in un certo senso sono stato mollato anche io alla tua eta’ dopo x anni , dopo di che lei si e’ buttata a capofitto sulle sue attivita’.

    Che dire.. La mia interpretazione e’ che finche’ si era fidanzatini pucci pucci adolescenti o studenti tutto bene. Quando con il passar degli anni io avrei voluto parlare di matrimonio, famiglia, figli, progettualita’, lavorare per pagare bollette/affitto/mutuo, credo che lei si sia sentita soffocare, si e’ impaurita, ecc.

    Capisco che non siano temi divertenti, ma io invece mi sentirei soffocare a fare l’eterno peter pan. Insomma eravamo diventati diversi ed inconciliabili.

    Nel caso tuo forse nemmeno c’era da parte tua questo tipo di aspirazioni o pressioni, ma probabilmente lei e’ troppo ragazzina da saper gestire un fidanzato e un lavoro e rogne in famiglia. E’ comprensibile a 19 anni, secondo me non lo e’ a 29.

    Io e mia moglie siamo sposati con figlio, mutuo, spese, rogne e rognette. Ma non la cambierei per nulla al mondo !

  4. 4
    sarah -

    @colam’s
    magari incontrassi uno come te hai detto cose che di rado si sentono al giorno d’oggi.

  5. 5
    limpido80 -

    Ciao Sarah scusami! Lei ha attarversato momenti molto tristi dovuti a lutti familiari tra cui il padre dopo una lunga malattia. Poi per lavoro eravamo distanti! Dice di non provare più niente per me! Che dire uno se ne fa una ragione! Ma i problemi sono altri e dovuti a vari malesseri tra cui il lavoro (sottopagata), la famiglia e anche la distanza da me. Tuttavia è incapace di affrontare le problematiche e preferisce rifugiarsi dove levora lontana da ogni problema!

  6. 6
    Paolo25 -

    Cyver 😀 ti sarai anche stancato di dover ripetere ormai più da un mese le stesse cose :D?….Di solito se le cose in una coppia “dal nulla” vanno male vuol dire che non esiste un “nulla” ma un “qualcuno/a” anche se all’inizio si fa di tutto per nasconderlo. Ma i veri cuori che battono per amore hanno purtroppo quel grillo parlante che entra nel cervelletto e con voce semisoave dice “stai attento perché qualcuno ha deciso di distruggere il tuo piccolo paradiso”. E quella sensazione poi non ti lascia più finché non si manifesta in tutta la sua cruda, concreta e crudele realtà…anche io pensavo che lei non mi avrebbe mai lasciato a causa di un altea (a quanto pare) presenza ladra e parassita vivente mangiando sui resti della vita altrui…e invece…la notte fra il 23 e il 24 luglio….schianto contro un muro a 300 km/h….e dalla macchina in fiamme io devo ancora uscirne

  7. 7
    sarah -

    @limpido
    tua moglie sta scappando ma non è così che i problemi si risolvono,non deve permettere a stress esterni di intaccare il vostro rapporto se ne pentirà amaramente,avete provato a ricucire il rapporto in qualche modo?

  8. 8
    colam's -

    🙂 Sarah , eh ho anche i miei difetti !

    Limpido, bon vorrei dire che la somma dei problemi della tua lei e’ in realta’ assai pesante. Posso capire che sia destabilizzata. Il problema e’ che , come dicono gl’inglesi, “shit happens” (le ca.ate capitano). Nel senso che capitano sempre e a chiunque. Per esempio, se ci va bene sono i figli che sotterrano i genitori, se ci va bene ! Percio’ la perdita di un genitore deve essere messa in conto nella vita, cosi come la perdita del lavoro, ecc.
    Ma probabilmente , e semplicemente, come e’ capitato a me lei era tendenzialmente disinnamorata, arrivati i problemi ha voluto tagliare radicalmente tutto, te compreso, e “semplificarsi” la vita. Fosse stata innamorata , al contrario , si sarebbe doppiamente attaccata a te.

  9. 9
    Agen -

    Ho letto anche la tua lettera precedente e non posso fare a meno di consigliarti di praticare un serio, deciso ma soprattutto necessario NO CONTACT. Da quello che ho letto si capisce che lei non sa assolutamente cosa vuole e quindi è inutile sentirsi e vedersi. Mi fa pensare che ti tenga buono li fino a che non trova di meglio…
    Capita a tanti, facci un pensierino…

  10. 10
    limpido80 -

    Salve a tutti! Vi aggiorno sugli ultimi risvolti!
    In seguito alla mia sfuriata mi sono permesso come giusto che sia di scusarmi e venerdì scorso l’ho chiamata per vederci e lei ha subito accettato. Appena mi ha visto era veramente felice e mi ha abbracciato fortissimo quasi mi stritolava, abbiamo passato il pomeriggio insieme e siamo tornati in paese. La sera usciamo e andiamo a cena insieme. Tutto nella totale tranquillità infatti lei ora si fa accarezzare e non si tira più indietro sembra più tranquilla anche perchè più soddisfatta del lavoro, tanto che riuscivamo anche a parlare delle peripezie familiari. Sabato sera esce con le amiche e ci becchiamo a fine serata per un giro in macchina e lei ancora più tranquilla tanto che quando ci salutiamo si appoggia sulla mia spalla come quando prima ci addormentavamo insieme. Domenica mattina usciamo e andiamo al bar per un aperitivo e qui sempre con molta tranquillità iniziamo un discorso in cui io le chiedo se potevo andare qualche sera dove lavora lei per un cana con lei. Lei qui inizia a rinchiudersi nella “corazza” e mi dice che non ci dovevo andare perchè così mi illudevo. A quel punto inizio a chederle un po di cose.

    “Sei stata felice di vedermi venerdì?” le chiedo
    “Certo che ero felice non ti vedevo da 15 giorni!” risponde dopo una titubanza iniziale tipica del suo carattere.

    “Sei stata bene in questi due giorni che abbiamo passato insieme?” le chiedo
    “Si! Sono stata bene tranquilla e rilassata!” risponde

    “Quando ti sei fatta male a lavoro mi hai pensato?” le chiedo
    “Si! perchè tu mi avresti detto cosa fare e poi però ti saresti preoccupato quindi non ti ho detto niente!”

    “E’ un dato di fatto che ci vogliamo un casino di bene?” le chiedo
    “Certo che ti voglio tantissimo bene!” risponde.

    Ho fatto altre domande ma non le scrivo. A questo punto le dico che queste sono le basi per un nuovo rapporto diverso da quello che si è rotto! Le dico che siamo cambiati e tale metamorfosi è comunque iniziata prima che ci lasciassimo senza che ce ne siamo accorti. Lei era interessata al mio discorso e mi ascoltava in silenzio senza più innervosirsi e senza ansia ma rilassata e serena. Molte volte in questi giorni ci siamo trovati tanto vicini da poterla baciare ma non ho voluto per non correre troppo. Anche agli amici ha riferito che in questi giorni è stata bene con me me senza però sbilanciarsi tanto.
    Cosa ne pensate?

Pagine: 1 2

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili