Salta i links e vai al contenuto

Chiudere per fallimento e riaprire aziende nuove senza sanzioni

Carissimo Presidente, mi rivolgo a Lei perché mi sono resa conto che anche se non seguo
al 100% il suo obbiettivo, Lei possa fare qualcosa di importante.
Ok tutti sappiamo “Purtroppo” che c’é questa pesante crisi in tutto il paese, però
secondo me questo non da il diritto alle aziende e di conseguenza a chi le gestisce, di
mettere sul lastrico una o più famiglie.
Coloro che hanno fatto dei passi importanti, mutuo ed investimenti importanti di vario genere.
Poi dopo aver lavorato intensamente senza mai pensare a noi stessi, ci siamo ritrovati sia io che mio marito dall’ oggi al domani senza lavoro. In più erano mesi che non vedavamo lo stipendio.
Poi arriva la nota dolente, di solito uno pensa abbiamo sempre fatto le cose giuste pagato
le tasse ecc. ecc. ti appoggi alle istituzioni perché ci hai sempre creduto, facciamo i dovuti
procedimenti, poi alla fine fine vieni chiamato da tale ente e ti viene detto che la disoccupazione
non ti spetta perché non ne hai il diritto. Ci siamo sentiti persi, allora ho chiesto il perché ci é stato
risposto che l’ azienda non ha fatto i dovuti versamenti. Ora io e mio marito faremo ricorso al padronato.
Ma ciò non toglie che in questo momento ci troviamo in una situazione di tale difficoltà non vediamo una via d’uscita. Comunque quello che le volevo dire é che una persona lavora tutta la vita in buona fede, poi un bel giorno per motivi validi vai all’istituto”INPS” per controllare la tua situazione dei versamenti ai fini pensionistici, non c’é niente che va bene.
A noi spiace tutta questa situazione ma siamo cosi arrabbiati che riteniamo opportuno che dobbiate controllare meglio le aziende perché c’é chi se ne approfitta troppo della buona fede degli operai
Vanno fatti controlli migliori, ed in fretta
Vale a dire chi riesce a chiudere per fallimento, e riapre aziende nuove senza pagare nessuna sanzione mi sembra che qualcosa non sia corretto. In questo momento non mi sembra il caso di fare nomi, ma sono disposta a denunciare alle autorità competenti che mi verranno consigliate, nomi e fatti che hanno creato questa situazione spiacevole a molte persone.
Mi rendo conto che il suo tempo sia prezioso ma due minuti dei suoi possano valere la vita della mia famiglia.
La ringrazio in anticipo per tutto quello che potrà fare per noi, e tutta la popolazione italiana.
IN FEDE NATASCIA L.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Lavoro

1 commento

  1. 1
    salvatore -

    presentati all ispettorato del lavoro del tuo territorio, fai la denuncia che non ti costa niente, e poi aspetta i risultati. Si decisa e precisa. Chi verra’ chiamato a testimoniare, sara’ interrogate da persone esperte che ti sanno giudicare se stai mentendo o no. nel mio territorio si chiama dipartimento del lavoro. Quando ti presenti li, l ispettorato del lavoro ti dira che se fai la denucia perderai il posto di lavoro, oppure che il posto di lavoro sara un luogo molto difficile da sopportare. Be te non lavori piu in quella azienda percio non hai niente da perdere, anzi potrai guadagnare i tuoi diritti e i soldi persi. ciao buona fortuna e non ti fidare di un governo capitalista che pensa solo a chi ha gia possedimenti. ciao ciao

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili