Salta i links e vai al contenuto

Chi sono? Che devo fare?

  

Non capisco perché scrivo qui. Di solito per sfogarmi mi bastava piangere, ma ora non ci riesco più.
Ho il fidanzato da un anno e mezzo. La nostra storia è stata una storia abbastanza complicata, il primo mese lui aveva una storia anche con un altra ragazza, ma poi si è deciso e ha voluto avere solo me. Abbiamo passato dieci mesi stupendi, eravamo solo io e lui ogni giorno. Lui non mi lasciava sola neanche cinque minuti e io non lasciavo solo lui neanche un attimo. Quando ho iniziato a stare con lui ho dovuto fare delle scelte, o meglio, un unica scelta. Dovevo decidere fra lui ed la mia compagnia, visto che la mia compagnia non poteva sopportare lui. Ovviamente ero così tanto innamorata che ho lasciato tutti gli amici per lui. Non sarei mai riuscita a perderlo.
Io per lui sono cambiata, prima di stare con lui non avrei mai pianto davanti a un ragazzo, non avrei mai chiesto scusa, non sarei mai corsa dietro a nessuno, non avrei mai fatto sorprese come scritte sotto casa. E invece? con lui riesco a fare tutto ciò. Lui con me è sempre stato dolce e gentile, alcune volte riusciva ad essere anche romantico. In un anno e mezzo lui mi ha chiesto scusa 3 volte, e tre non è un modo di dire, ma è la verità. Mi è corso dietro solo una volta, una sola volta.
Quest’estate i primi di luglio abbiamo avuto una brutta litigata, e io li ho urlato dietro che era finita perché ero stufa di stare male, pensavo che lui mi correva dietro, mi cercava. E invece? Niente.. è stato con i suoi amici ad una festa e poi se ne è andato in discoteca come se nulla fosse successo. La mattina sono corsa sotto casa sua per chiederli scusa che avevo sbagliato. Lui è riuscito a dirmi che era solo stufo, che non ne poteva più. Ma parlando, parlando e riparlando non ci siamo lasciati. Abbiamo continuato la nostra storia.
Nel mese di luglio lui è anche andato via a fare un weekend con suoi amici, e non mi ha voluto portare dietro. In quei tre giorni io sono rimasta a casa, non volevo uscire, perché alla fine io non avevo nessuno. Visto che gli amici erano con lui e la mia amica era con il suo moroso. In alcuni attimi mi sentivo veramente sola.
Dopo due settimane siamo partiti per il mare ed è stato tutto perfetto, ma tornati a casa è peggiorato tutto. Mi ha sempre messo da parte, stava solo con gli amici e non considerava me. A volte veniva da me a dormire e poi la mattina presto se ne andava via. Lo vedevo poco, lui non c’era. Tutte le feste che c’erano in giro lui voleva che non andavo perché voleva stare con gli amici e non mi voleva di mezzo. Quando avevo bisogno di parlare, di sfogarmi lui non c’era. Mi diceva che aveva bisogno di stare anche con gli amici, e che appena la scuola sarebbe iniziata tutto si sarebbe messo apposto. Io ci credevo, li avevo dato tutta la mia fiducia. E invece? Niente. Ok, è l’ultimo anno delle superiori e deve essere preso per la scuola. Ma ci sono anche io, e i momenti che non studia vorrei che li passasse con me, non con gli amici.
Tutte le volte che lui mi insulta, che mi fa sentire una pezzente, che mi dice che non farò nulla nella vita, che non capisco niente, che sono stupida, ignorante.. e tanti tanti altri insulti, mi sento dare della poco di buono perché magari a lui prendono gli schizzi. Ma è giusto? No. Eppure io li corro sempre dietro anche quando e lui a sbagliare.
Poi poche settimane fa è uscita anche la storia che lui è stato con un altra ragazza. Me l’hanno detto tante persone, tra le quali persone che tengono a me. Ora cosa dovrei fare? Credere alla gente o a lui che nega tutto? E io cosa sono? chi sono veramente? Se non ho lui non ho nessuno, perché per lui io ho perso tutti gli amici. Come questa sera, lui e con gli amici e io a casa. Cosa devo fare? cosa devo capire? voglio ritrovarmi, io non ero questa. Ero una ragazza orgogliosa, che non abbassava la testa a nessuno, che non si faceva trattare come una pezza di piedi!
Che devo fare?

L'autore ha scritto 2 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Me Stesso

1 commento a

Chi sono? Che devo fare?

  1. 1
    yoruko -

    Cara Lisa, che tenerezza mi fai… che ti posso dire per consolarti un po’? Nulla purtroppo, questo è solo l’inizio.
    Dalla tua parte c’è l’età, puoi permetterti di sbagliare ed hai il tempo di rimediare, capire chi sei, cosa vuoi e poi cercare l’uomo giusto (usa sempre il cervello poi il cuore).
    Io alla mia età (50) mi sono presa una scuffia colossale e da 5 anni soffro per un uomo che è il più sbagliato che potessi trovare, mi ha fatto maledire di essere al mondo, come vedi non sono stata molto brava ma posso ritenermi esperta nel settore sofferenze amorose.
    Ti consiglio solo di non permettere a nessuno di maltrattarti, MAI. Per il resto tieni duro, prima o poi passerà (me lo dico sempre anche io… per ora sto ancora malissimo!).

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili