Salta i links e vai al contenuto

Capire se realmente lei mi manca o era solo un’abitudine

Salve,
vi racconto la mia storia..
Un anno e due mesi fa è iniziato un bellissimo un rapporto con una splendida ragazza..
Lei veniva da una bruttissima storia condita da corna e litigi anche con le mani e tanto dolore..
io venivo da un’altra storia, non delle migliori, ma desideroso di dare tanto amore..
I primi mesi sono stati fantastici.. mai un litigio, sempre e solo tanto amore.. definiti da tutti la “coppia perfetta”..
Con lei andavo d’accordissimo su molti temi, provando emozioni uniche e sentimenti inaspettati..
Lei stava bene con me, dimostrandolo giorno dopo giorno.. ma la paura di perdermi e di stare nuovamente male ci portava, nei primi mesi stessi, ad avere qualche discussione a riguardo..
Ma come darle torto, usciva da una grandissima relazione durata quasi 3 anni, passandone di tutti colori, avendo quindi delle idee ben precise (negative!) su tutti gli uomini in circolazione.. ma questi discorsi non intralciavano il nostro rapporto che andava come un treno.. i difetti passavano in carreggiata, non c’era tempo per litigare.. insomma eravamo felici!
Dal volere bene son passato al classico “Ti amo” da lei già sentito molto tempo prima.
Dopo appena un anno, sento qualcosa di diverso nell’aria..
Arrivano i primi veri litigi ed un fastidio generale.. arrivando ad una situazione del tipo: ci vediamo poco, venerdì e sabato ma NON soli in compagnia di amici (una ventina), LITIGANDO solamente..
Quindi comincio ad avere i primi dubbi..
Sento un cambiamento dentro di me.. e comincio a pensare un po’ a tutto giorno dopo giorno.. ma la routine non cambia.. i litigi sono all’ordine del giorno.. se stiamo al telefono litighiamo e se ci vediamo.. litighiamo..
Non ci tolleravamo più!
I difetti ora si notano e sono motivo di litigio.. e la cosa non mi sta più bene..
Non rimane che torturarmi la testa.. e pensare alla cosa giusta da fare..
Un giorno penso che è meglio finarla.. ma il giorno seguente penso in positivo, che è meglio continuare, ma sentendola o vedendola che facciamo?? litighiamo -, -..
Inoltre sento che la “cosa” comincia a scemare.. la voglia non è più la stessa.. se prima scendevo con la pioggia, neve o sole per andare da lei con il motorino.. ora non mi veniva più..
Cercavo di evitarla e vederla il meno possibile.. le sue frasi carine, i suoi baci e i suoi abbracci non sono più al stessa cosa.. il rapporto sessuale non è più “amore”, e la voglia di farlo a volte viene a mancare.. l’amore non so più bene cosa sia..
La confusione regnava su di me.. eppure era ed è una bellissima ragazza.. ma.. non so.. qualcosa non girava più.. vederci non era più fondamentale..
Quindi dopo 1 anno e due mesi.. dopo l’ultimo litigio via telefono.. ho deciso di chiudere tutto.. è finita!
Sono andato da lei dicendole che sentivo o meglio quello che non sentivo ( o almento credo : S )
Lì sono stato malissimo.. vederla piangere mi ha letteralmente ucciso.. un dolore fortissimo, vederla in quello stato.. ma sin dal primo giorno, dissi a lei che se un giorno sarebbe cambiato qualcosa nei miei sentimenti, avrei subito sputato il rospo, senza mentire..
Lei ora è da sola.. vive una brutta situazione in famiglia.. ed io che ero un suo punto fermo.. ora non ci sono più..
Al momento (a distanza di poche ore, visto che ci siamo lasciati ieri pomeriggio) mi sento una brutta persona, per averla fatta stare male e per averla lasciata sola.. ma ora devo capire se realmente lei mi manca o era solo una abitudine..
DITEMI VOI.. CONSIGLIATE PURE!
GRAZIE : D

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

8 commenti a

Capire se realmente lei mi manca o era solo un’abitudine

  1. 1
    Luna75 -

    Credo che tu abbia il diritto e il dovere di capire se la ami davvero,sarebbe un danno maggiore se continuassi nella confusione o stessi accanto a lei solo per senso di colpa.

  2. 2
    lisina -

    ….Io nn credo molto negli allontanamenti per capire se si è ancora innamorati o no..ma a volte serve prendersi un attimo e riflettere…capisco un pò la tua ragazza perchè anche se io ora sono fidanzata da oltre 2 anni con una persona fantastica.però vengo anche da una storia precedente in cui il mio ex di 3 anni e mezzomi metteva corna a raffica e quindi quando ho conosciuto il mio attuale ragazzo bè la mia opinione sui maschi era davvero pessima come in parte loè tutt ora perchè spesso mi faccio prendere da paranoie inesistenti solo perchè ho paura di rivivere la stessa infelicità e gli stessi tradimenti di prima..quindi ti chiedo nonpuò essere che lei magari si era un pòallontanata da te perchè aveva nuovamente paura di essere presa in giro????e magari tu stanco di litigare per queste cose ti sei stancato???perchèall inizio di tutte e storie è tutto rose e fiori si passa sopra a tutto ma poi con il tempo escono fuori i difetti,si ha voglia di certezze perchè iniziando a mettersi in gioco si inizia ad avere paura…perchè ti assicuro che vivere una storia in cui si è stati traditi più e più volte epoi rimettere il proprio cuore nelle mani di qualcun altro è difficile….comunque ora tu hai preso la decisione di lasciarla,ma prima di arrivare a questa decisione avete cercato di avere un minimo confronto insieme?????

  3. 3
    Plinio -

    Se ci stai così male è perchè provi qualcosa di forte per lei.
    I litigi sono il sale del rapporto.
    Quello che devi fare è acquisire la consapevolezza che sia te che lei dovete smussare i vostri spigoli per stare insieme, per sagormarvi a vicenda.
    Quell’idillio che provavate entrambi all’inizio non era amore, ma attrazione e infatuazione, uno stato d’animo dove non c’è spazio per i difetti altrui e tutto va bene, poi pian piano bisogna avere la consapevolezza che sia te che l’altra persona non siete perfetti e dovete trovare dei punti di incontro, insomma dovete costruire l’amore giorno per giorno, costerà sacrifici, rinunce.
    Se veramente sei cosciente di tutto questo che ti ho detto parlane con lei, sarà felicissima di starti accanto e intraprendere questo percorso lungo una vita con te.

  4. 4
    kluivert -

    ehi ciao, grazie di avermi risposto..
    ora il problema sta nel capire se è amore o meno. . .

  5. 5
    milli73 -

    bè.. sei uscito dalla fase dell’innamoramento e questo è normale,
    ora dovrebbe iniziare la fase normale:-)
    ad ogni modo hai fatto bene a darti tempo, attento però non troppo….
    potrebbe non aspettare..
    una domanda:
    se la dovessi vedere con un altro, come potresti reagire, ci hai pensato?

  6. 6
    gio -

    Visto che adesso lei sta soffrendo, non pensare a te stesso ma a lei,prova ad aiutarla standogli vicino ad uscirne fuori da questa situazione,senza porti il problema se siete fatti l’uno per l’altro.l’Amore da’e il piu’ forte tende la mano

  7. 7
    fp -

    Non sarai ne il primo nell’ultimo a mettere in discussione il rapporto.Il problema di passare dall’innamoramento all’amore il discorso cambia…Solo se sei in grado di capire e penso che a distanza di un anno l’avrai capito,cosa ti ha spinto a prendere la fatidica decisione.A me il mio ex mi lasciò per lo stesso motivo,ma soprattutto perchè all’epoca c’era un’altra che forse ha accellerato la sua scelta di continuare o meno.Ci abbiamo cmq riprovato dopo qualche mese,ma credo che in lui fosse cambiato molto di più di quanto realmente credesse,e da li bugie,voglia di leggerezze e poche certezze nei miei confronti e nel rapporto..E’ venuta a mancare la proggettualità…e ci siamo lasciati di nuovo e ora siamo lontani e chissà se capirà realmente…i suoi sentimenti sono cambiati ovvio e forse ora sta in crisi davvero,ma non basta solo l’amore di uno per tirare avanti…il carretto si deve tirare insieme…

  8. 8
    benedetta -

    penso una cosa…che quando si decide di lasciare una persona un motivo c’è sempre. io ho lasciato il mio ex dopo 7 anni di fidanzamento..ma noi litigavamo sempre a causa della sua fortissima gelosia..vedeva tradimenti ovunque,non potevo truccarmi,vestirmi come volevo,sono mora e lui mi voleva bionda ecc ecc.. a un certo punto , non dopo un anno ma dopo 7 anni,a causa di un brutto litigio lui mi lasciò ed io piangendo lo chiamavo in continuazione perche avevo voglia di sentirlo e lui egoisticamente mi disse che dovevamo stare lontani perche la colpa del litigio era la mia non pensando però che io non lo lasciai MAI per le sue ossessioni che mi mettevano ansia e cattivo umore. dopo 1 mese lui tornò da me piangendo ma io,forse x consolarmi,non so,mi stavo gia sentendo con un altro ma lui questo non lo ha saputo mai. solo che io non provavo piu nulla per lui. ìma gli feci capire,per essere piu ”morbida” che forse era meglio aspettare un altro po’ perche dovevo fare ordine nella mia mente. dopo qualche settimana su facebook vidi che lui stava gia con un’altra e a quel punto me ne fregai e lo lasciai perdere. io adesso son fidanzata e sono felice ma non pensare che i miei dubbi non li ho. è solo che se una cosa si rompe è inutile sistemarla perche sarà sempre rotta.se l’hai lasciata un motivo lo avevi e anche se ti manca sappi solo che è normale,ma questo nn vuol dire che è amore.per lasciarla vuol dire che amore nn era proprio.era solo abitudine sicuramente senno un passo simile nn lo avresti fatto mai. ho una metafora che puo farti riflettere.. un bambino ha un giocattolo ma questo giocattolo non gli piace.ad un certo punto la mamma del piccolo lo da ad un altro bambino e il piccolo si ingelosisce e lo rivuole indietro ma sicuramente quando lo riavra non lo rivvorà piu. è normale,fa parte della natura umana.se un bimbo ama il suo giokino lo ama sempre e non quando glielo portano via. spero sia stata chiara. non la amavi piu,ripeto,senno non l’avresti lasciata.spero di averti aiutato benedetta da padova

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili