Salta i links e vai al contenuto

Bankitalia : il 5% delle famiglie detiene il 40%

Il 5% delle famiglie piu’ ricche italiane detiene il 40% della ricchezza del patrimonio (in media pari a 1,3 milioni di euro) mentre 30% delle famiglie piu’ povere invece l’1% della ricchezza ( questo emerge dall’Indagine sui bilanci delle famiglie italiane presentata da Bankitalia) viene da chiedersi: il 5% più ricco quanto paga?
L’art. 53 della Costituzione sostiene che tutti i cittadini, anche apolidi e stranieri, che risiedono in Italia hanno il dovere di pagare le iimposte ma vi è un limite costituzionale. L’obbligo di pagamento delle imposte deve rispettare necessariamente la capacità contributiva del e fa riferimento alla progressività (cosa diversa dalla proporzionalià) che consiste nel gravare più sulle classi sociali più abbienti così da poter soccorrere e sostenere le classi sociali in difficoltà, garantendo i diritti e i servizi sociali fondamentali quali la pubblica istruzione, l’assistenza sanitaria, la previdenza sociale e l’indennità di disoccupazione, criteri sui quali si basa lo Stato Sociale Italiano.
Da uomo della strada mi permetto di sostenere che per garantire il così detto reddito di cittadinanza sarebbe sufficiente l’effettiva applicazione dell’art.53 della Costituzione tassando quel 40% di ricchezza ed aumentando l’aliquota IRPEF per le quote di reddito superiori a determinati importi mensili ( per esempio 10 volte il reddito dicittadinanza previsto). Amorosso Francesco.uomo qualunque.

L'autore ha scritto 37 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Cittadini - Politica

3 commenti

  1. 1
    Nikolas -

    Sarebbe interessante sapere se il 40% delle tasse incassate dal fisco proviene dal 5% dei più ricchi.
    Anzi, considerata la progressione della pressione fiscale, dovrebbe essere addirittura il 50%/60% delle entrate tributarie..

  2. 2
    Yog -

    Quindi, Amoroso (!) tu aumenteresti l’irpef a chi prende 10 sacchi all’anno, che son già pezzenti di per sé. Mah.
    “Se questo è amore”.

    Comunque l’idea è buona.

  3. 3
    Nicola -

    Personalmente non credo proprio che la situazione dei poveri possa migliorare tassando di più i ricchi. Non facciamo del bene al paese se creiamo nuovi poveri.
    Credo invece che abbassando le tasse, gli imprenditori possano finalmente riportare le loro fabbriche in Italia creando così milioni di posti di lavoro, e inoltre imporrei pesanti dazi doganali per tutti i prodotti provenienti da Cina, Africa e da tutti quei paesi che sfruttano la manodopera a basso costo.
    Le crudeli e ingiuste tasse che stiamo pagando, non servono a garantire i servizi ai cittadini o a far girare l’economia, ma servono per mantenere stabile il valore dell’euro, a tutto vantaggio di banchieri, multinazionali e speculatori finanziari.
    Il nostro vero nemico è l’euro!

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili