Salta i links e vai al contenuto

22 anni di solitudine, ma…

  

Ciao a tutti, in questi giorni mi sono tornate memorie che pensavo di essere riuscito a reprimere ma purtroppo a volte ritornano.
Per 22 anni non ho mai avuto nessuna ragazza, non ho mai avuto la più pallida idea di cosa si provasse a tenere la mano a qualcuno, sapere che qualcuno sta pensando a te, un bacio, il sesso… guardo i miei amici contenti nelle loro relazioni oppure altri che continuano a passare da un flirt all’altro con una facilità impressionante solo io ero sempre solo ed il perché non sono mai riuscito a spiegarmelo: Timidezza? Forse sono brutto? Ho strani comportamenti? Non ne ho proprio idea… a dire il vero non sono mai stato nemmeno rigettato dal momento che non ci ho mai provato con nessuno, se una ragazza mi piace non faccio assolutamente nulla e mi odio per questo. Col passare degli anni sono diventato una persona sempre più gelida ed in parte cinica ma in compenso ho un buon senso dello humour (spesso politically incorrect). Ma quest’estate qualcosa è cambiato, sono partito per la Russia avendo un grande interesse nell’apprendere la lingua.
Qui conosco questa ragazza Slovacca (anche lei li per studiare la lingua), ha 5 anni più di me ed è totalmente diversa da me: carina, sempre sorridente, socievole, acculturata etc…
apprezzava molto il mio umorismo nero, diceva che avrei dovuto fare il cabarettista o l’attore. La sera prima che lei partisse per tornare a Bratislava andiamo in una discoteca Russa (un posto veramente squallido), detesto questo genere di posti ma grazie a qualche bicchiere riesco un po’ a sciogliermi. Qui mentre entrambi brilli balliamo al suono di un’orrenda musica techno le prendo la mano e la bacio, mai in vita mia mi sarei sognato di fare una cosa del genere, eppure l’ho fatto. Lei mi disse “non m’aspettavo che lo facessi, credevo di non piacerti e non mi sentivo alla tua altezza”, quale donna si sarebbe mai sognata di dirmi una cosa del genere? Per tutta la vita mi sono sentito come un topo di fogna. Il giorno dopo prima che lei partisse mi dice “voglio vederti ancora”. Passo un’altra settimana a San Pietroburgo senza di lei ed intanto ci sentiamo su Facebook. Dopo essere tornato in italia decidiamo di re incontrarci nuovamente “per l’ultima volta”. Ci re incontriamo a Budapest (Ungheria) prendendo le solite tariffe low cost e passiamo 6 giorni indimenticabili in una città stupenda. La le chiesi che cavolo stesse facendo con uno come me che non ha assolutamente nulla in comune con una ragazza cosi bella dentro e fuori, lei mi disse “perché non ho mai incontrato nessuno come te”. Ci diciamo addio al termine della vacanza… eravamo senza futuro. Nei giorni seguenti lei mi ricontatta ancora dicendo che le mancavo moltissimo voleva rivedermi nuovamente (esattamente la stessa cosa che stavo pensando pure io) ed era pure disposta a pagarmi un volo per Bratislava, accetto molto volentieri ma ovviamente non mi faccio pagare nulla e poi i voli per la Slovacchia costano poco. A Bratislava ripetiamo nuovamente altri 5 giorni fantastici. Dopo aver finito di fare l’amore lei mi disse abbracciandomi che si stava innamorando di me, io rimasi in silenzio, non ho mai saputo in vita mia cosa significasse innamorarsi di qualcuno ed avere una persona che prova affetto nei tuoi confronti, la mia testa stava esplodendo, ero euforico e allo stesso tempo terrorizzato. Terminato il mio soggiorno a Bratislava decidiamo reciprocamente di non vederci più e tagliare ogni tipo di contatto, questa relazione era veramente rischiosa per entrambi e come o già detto “eravamo senza futuro”. Torno in Italia terribilmente malinconico ma allo stesso tempo sapevo che era la scelta migliore per entrambi. Col passare del tempo mi sono sforzato di seppellire tutti i bei ricordi che avevo di lei, per una buona volta che incontro una ragazza iteressata a me non possiamo stare assieme… non è giusto ma sapeste quante cose a questo mondo non sono giuste. E adesso come sono messo? Sono tornato alla mia solita miserabile vita di timidezza, apatia e solitudine, nulla è cambiato. Non so più nulla su di lei e non voglio neanche saperlo, sto pure cercando di far finta che non sia mai accaduto, ma una ragazza cosi dubito possa avere problemi a cercarsi un nuovo ragazzo, magari più bello, più ricco e più in gamba di me.
22 anni di solitudine per 11 giorni di gloria.
Grazie Katarina. Addio.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Me Stesso

21 commenti a

22 anni di solitudine, ma…

Pagine: 1 2 3

  1. 1
    Fabricius -

    Perché cerchi di far finta che non sia mai successo? E’ fantastico ciò che ti è capitato e dovresti esserne felice! Poi lei ti ha detto che non si sentiva alla tua altezza; sei sicuro che non lo pensino anche le altre, anziché buttarti a capofitto su seghe mentali come il tuo aspetto o il tuo carattere? Cerca di scioglierti un po’ perché in futuro ti pentirai di essere rimasto così chiuso. E dovresti averlo capito dato che l’unica volta che ti sei aperto un po’ hai passato «11 giorni di gloria».
    Mi raccomando! Positivo!

  2. 2
    Kimi -

    Io ho viaggiato tanto. Lascia perdere le donne italiane. Valgono poco, pochissimo, e pretendono il mondo. Sempre pronte a saltare in groppa al cavallo migliore del momento. Ascoltami. Lasciale perdere proprio 😉

    Sei giovane, per adesso continua a conoscere il mondo e vivere le tue esperienze a 360°, in futuro, quando sarai indipendente e sistemato, se penserai di metter su famiglia potrai cercare la tua anima gemella fuori dai confini nazionali, avendo forza materiale e potere d’azione per non doverla lasciare andare…

    Abbi pazienza e non accontentarti, per disperazione, della prima chiattona mediterranea che decide di starci… buona fortuna…

  3. 3
    volk -

    Kimi

    non posso giudicare le donne italiane dal momento che non ho esperienza con loro… come ho già detto non sono mai stato rigettato dal momento che con loro non c’ho mai provato a causa dei miei problemi. Sono certo comunque che non si può generalizzare. Ho viaggiato anche io molto ma personalmente non ho mai sentito uno straniero che valorizza le proprie donne locali, alla fine tutto il mondo è paese, ed in ogni caso la cultura dell’ “uomo che ci deve provare” pervade quasi ovunque, dall’occidente all’ est, la timidezza sarà sempre un handicap ovunque. In ogni caso se mai in futuro avrò una fidanzata/moglie straniera preferisco trasferirmi al suo paese. Non ho mai percepito l’italia come “il mio paese”.

  4. 4
    Kimi -

    Volk

    L’Italia è l’UNICO paese al mondo dove esiste il paradosso di donne libere ed emancipate MA CONTEMPORANEAMENTE legate ad un bagaglio di schemi comportamentali ottocenteschi. Sbandierano l’emancipazione ma son sempre pronte, quando gli fa comodo, a tirar fuori la storia del sesso debole e dei valori tradizionali !!!

    Trovami una italiana che ti dice “sono disposta a pagarti il volo per venir qui da me”… ahahaha… fantascienza… sia mai che non siano prese e lasciate sotto casa… io mi contenterei che una volta dicessero stecchiamo pari il conto della pizza !!!

    Non ne vale la pena sbattersi per loro… è già pieno di uomini che lo fanno… lascia che siano loro ad azzuffarsi come cani su un osso secco… a maggior ragione che non senti l’Italia come tuo paese e che non escludi l’idea di trasferirti all’estero…

  5. 5
    Andrea -

    Quanta verità nelle parole di Kimi. Volk è vero che non si può generalizzare, ma spesso parlano i fatti, ogni popolo ha tratti comuni che lo identificano.
    Il tratto della donna italiana è molto simile a quello descritto da Kimi. Qui da noi, salvo le ragazze più brutte che si dimostrano più dirette, hai mai visto una ragazza carina/bella approcciarti in treno? In discoteca? In un qualsiasi locale? A me e ai miei conoscenti non è mai capitato, salvo rare eccezioni.
    Quindi si potrà almeno dire che le italiane sono sante? Macchè, perchè qui si fanno, per imposizione culturale, le cose di nascosto. Per cui se sei il classico belloccio, magari istruttore di latino-americano, o di palestra, o barman..hai la fila nascosta di ragazze.
    Ho un amico del settore ed è proprio così, ogni tanto ci dice scherzando che non riesce a trom..le tutte. Ragazze fidanzate, ragazze single che si innamorano e che poi si offendono se lui non contraccambia. Cose proprio banalissime..

    Anche a me capitò di avere avventure all’esterno, in Spagna e in Inghilterra. A Londra per dire c’è un abisso, incroci le donne per la strada e queste ti fissano negli occhi. Quindi come è possibile che a me, a te, ai miei amici, a molti, all’estero capitino avventure che qui sono impossibili? Tutta questione di mentalità.
    Però dico anche che gli uomini di un dato Paese, si meritano le loro donne e viceversa.
    E l’uomo italiano è mediamente penoso, siamo i morti di f.. per eccellenza. Come dice Kimi, è pieno di tizi pronti a sbavare davanti alla prima gonna che si muove. E’ la mentalità italiana, alle nostre donne piace l’uomo marpione, che si mette li a far le battute (io ti farei di qua..io ti farei di la..se ti prendo..ecc), loro ridono, son contente e prima o poi cedono.
    Ma per l’uomo timido qui è molto più difficile.

  6. 6
    Mazel -

    la relazione più importante che ho avuto è stato proprio con una straniera, una bellissima ragazza spagnola di Pamplona il resto è assolutamente insignificante. Prima di incontrare lei ho avuto solo relazioni disastrose e continuavo a domandarmi che cavolo avessero nel cervello le donne: tradimenti, incoerenza, bugie etc… poi incontro lei e tutto cambia, mai incontrato una persona cosi stupenda dentro e fuori semplicemente rispecchiava tutto ciò che ho sempre voluto da una donna ovvero “ACCETTARMI PER QUELLO CHE SONO” cosa che mai nessuna ragazza italiana mi ha dato. Dopo 2 anni di storia a distanza tra un biglietto aereo e l’altro ci siamo dovuti lasciare proprio perché non eravamo in grado di venirci incontro in maniera definitiva, lei aveva già un lavoro fisso ben pagato li etc… mentre io (più piccolo di lei) dovevo terminare ancora l’università.
    Pensa un po’ te, nonostante ci siamo lasciati ho quasi solo memorie positive su di lei, è stata un’esperienza veramente fantastica che mi ha arricchito e maturato.
    L’italia ormai è un paese in declino, ragazze o meno è consigliabile emigrare, non limitatevi a questo piccolo pugno di terra ragazzi, c’è un mondo la fuori che vi aspetta.

  7. 7
    Clacla -

    Ciao Volk, dato che fino a questo momento hai avuto solo opinioni maschili mi sembrava il caso di darti la mia, quella di una ragazza purosangue italiano.
    Secondo me tu sei semplicemente una persona timida, ti serve qualcuno che ti sproni e faccia il primo passo, naturalmente ci vuole anche un certo tipo di ragazza, le ragazze esuberanti, che non hanno paura di chiederti il numero o di dirti che sei carino le puoi sicuramente trovare anche in italia, non devi per forza migrare all’estero.
    Puoi fare due cose secondo me: o aspettare di incrociare la tua strada con qualcuna che sia più spigliata di te, oppure buttarti e chiedere alla prossima ragazza che trovi carina di uscire, al massimo può dirti di no, ma mica finisce il mondo. A volte bisogna semplicemente buttarsi, sono esperienze della vita che secondo me vanno fatte, se non provi non ti puoi far male, ma non puoi nemmeno farti del bene.
    A Kimi, Andrea e Mazel invece volevo dire che se una ragazza non vi guarda o non vi parla sul treno o in discoteca ci sarà un motivo, forse è timida? forse ha un ragazzo? forse sta pensando a tutt’altro e non vi si fila per quello? Si potrebbero elencare un milione di motivi… Non credo che tutte le ragazze belle vi snobbino.
    Inoltre fate attenzione a non generalizzare, vi posso assicurare che le ragazze italiane quando amano una persona i sacrifici li fanno e come, personalmente posso dire che non ho mai pagato al mio ragazzo un volo per venire a trovarmi, ma ogni settimana sono stata disposta a prendere il treno per andarlo a trovare, anche se lui non veniva quasi mai da me, il conto per la pizza sempre a metà e ogni volta che ha avuto bisogno sono stata pronta ad aiutarlo, vi assicuro che non sono l’unica che si comporta così. Forse le ragazze che avete conosciuto voi erano solo egoiste e viziate, ma anche molti uomini sono così, Italiani e non. Spero riuscirete a trovare una persona che sia disposta a darvi tutto quello che vi serve per essere felici, perchè l’amore secondo me è donarsi all’altro, ma cercate di non cadere nella banalità, non vi dimenticate di apprezzare quello che l’altra persona fa per voi, perchè a volte è proprio questo l’errore che si commette.

  8. 8
    Kimi -

    ClaCla rispetto il tuo punto di vista ma non posso esimermi dal dire che, secondo me, ci hai dipinto uno scenario non coerente alla realtà.

    In Italia le ragazze che tu definisci “esuberanti”, che fanno il primo passo in modo deciso, le trovi – e pure tante – solo se rientri in un determinato stereotipo di “maschio”… allora si che ti basta andare un pò in giro per avere occasioni su occasioni… allora si che puoi fare quello che vuoi… tirare la corda… avanzare pretese… trattarle da stronz0… usarle… tanto saranno sempre disposte a giustificare TUTTO pur di postare su FB qualche fotina per far sbiancare le amiche di invidia… e non dirmi che non è vero… ogni volta che voi state con un ragazzo che reputate figo non vedete l’ora di presentarlo alle amichette del cuore… fa parte del vostro gioco…

    Se invece rientri nello stereotipo medio-normale (la maggioranza dei maschi) per avere una occasione, minima, devi metterti in gioco e sbatterti e PREGARE l’intero cielo che sia finalmente la volta buona. Devi sempre farla sentire la principessina sul pisello e trovare i modi per non far cadere il rapporto nella routine (chi se ne frega se passi 5 giorni la settimana a lavorare dall’alba al tramonto…) altrimenti lei un giorno si sveglierà e sentirà le farfalle nello stomaco per qualche troglodita capellone incontrato in palestra o a scaricare cassette al mercato della frutta…

    Se sei invece brutto e/o timido puoi intraprendere direttamente la carriera monastica… quasi tutti i miei amici timidi, introversi ed un pò “strani” sono arrivati tranquillamente ai 30 senza mai aver nemmeno baciato una ragazza… qualcuno ha avuto qualche esperienza limitata e deprimente… molti si sono ridotti a pagare una escort pur di provare…

    Tu dici di non generalizzare… io purtroppo generalizzo… e sulla base di dati reali… ormai le unioni che si sfasciano sono più di quelle che reggono… ci sarà un motivo… non dico che le colpe le hanno tutte le donne… non mi interessa neppure sapere di chi è la colpa… so solo che da quando ho deciso di non averci più nulla a che fare ho iniziato ad essere più sereno, più felice e più realizzato in un mucchio di cose…

    Ovviamente tutto questo nella realtà… dietro uno schermo… sui forum… sia mai… siete tutte sante mancate 🙂

  9. 9
    Clacla -

    Ciao Kimi, purtroppo non la penso come te, forse le esperienze che hai avuto ti hanno indotto a pensarla così, tu dici che sono le ragazze a non cagarvi se non rispettate un certo stereotipo.
    Come esistono i ragazzi belli, normali e bruttini ci sono anche le ragazze, potrei fare lo stesso ragionamento che fai tu allora e dire che il ragazzo bello non si sognerebbe mai di stare con una ragazza normale se può averne una che somiglia ad una modella.
    Se poco poco ti spunta qualche striscia di grasso sei già da buttare (mi vorresti dire che non è vero?), io non ho mai conosciuto una ragazza che avesse lasciato il fidanzato perchè si era ingrassato un po’, scommetto che ci sono anche quelle, ma io dico che ce la possiamo giocare alla pari. E’ vero che ci sono ragazze che non si sanno comportare, che hanno atteggiamenti sbagliati, che non ti si filano perchè si credono superiori, ma ci sono anche tanti uomini che fanno lo stesso e magari ti ci prendono in giro pure con gli amici.
    Non ti sto scrivendo perchè mi piace fare la paladina delle donne, ce ne sono alcune che non sopporto nemmeno io per gli atteggiamenti che hanno, ma solo per farti capire che non siamo tutte uguali. Non sto nemmeno dicendo che io sono una santa, anche io ho i miei difetti e ne sono tanti, però non penso di essere una di quelle persone che hai descritto tu prima, forse perchè rientro nella categoria delle ragazze “normali” che pregano e sperano di essere amate come amano loro? Boh… l’unica cosa che so con certezza è che se non ti butti non saprai mai se le tue preghiere verranno esaudite, sono convinta che anche le persone bruttine o timide da qualche parte hanno una persona fatta per loro, che sia in Italia o meno e non c’è bisogno di fingere comportamenti, nessuno ti chiede di fare il principe azzurro, spesso sono le piccole cose che vengono apprezzate, non serve che ti metti a scrivere un poema su di lei o che le paghi la pizza a vita. Forse credi poco in te stesso o non credi più nell’amore o hai perso la speranza di trovarlo ma ti assicuro che ci sono sia ragazze buone che cattive, basta metterti a leggere qualche loro storia su questo sito per accorgertene.Inoltre secondo me all’estero voi uomini riuscite a conquistare di più solo perchè siete la novità ed avete il fascino dello straniero; se è quello che vi serve amen, ma sono sicura che le occasioni di incontrare qualcuna speciale ci siano anche qui.

  10. 10
    RevRec -

    Priviet Volk,

    Questa lettera avrei pouta sriverla io una quidicina d’anni fa… e come te anch’io dopo la mia prima breve ma intensissima esperienza scivolai nella solita miserabile vita di timidezza apatia e solitudine.

    Quindi non pensare sia il solito consiglio banale quando ti dico : non cercare di far finta che nulla sia accaduto, fai diventare parte del tuo bagaglio anche questi 11 bellissimi giorni. Prendili come spunto per trovare il coraggio di cominicare a metterti in gioco, invece di guardare apaticamente da fuori alla vita che ti passa davanti.

    La timidezza restera sempre una componente del tuo essere, e verosimilmente non sarai mai un animale da rimochio in discoteca, ma so che non e’ questo che ti interessa o a cui aspiri. Quindi nel proseguio del tuo cammino, quando frequentando (che sia sul lavoro, ad un corso od altro) una ragazza noterai interesse non perderti in mille dubbi ed incertezze ricordati invece (pensando ai tuoi 11 giorni con Katarina) di quanto puo valer la pena rischiare e fai un piccolo passo verso di lei.

    Lo scrivo come se parlassi al giovane me stesso…. Riscivolato nell’apatia passarono 4-5 anni prima che eventi fortuiti e casuali mi scossero, ripensadoci ora vedo quanto e’ stata sottile la linea tra il cambiare e il rinunicare a vivere, passando un’intera vita da disadattato.. e non solo a livello di relazioni ma a 360 gradi…. ma ho avuto fortuna , e gli ultimi dieci anni sono stati un crescendo.

    Ti auguro il meglio

Pagine: 1 2 3

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili