Salta i links e vai al contenuto

Sogno di andarmene di casa e di iniziare la mia vita da sola

Lettere scritte dall'autore  

Lavoro o utopia?
Salve, ho 22 anni e ormai è tanto che sogno di andarmene di casa e di iniziare la mia vita da sola, per conto mio, o col mio ragazzo. Vorrei andare a vivere da sola, o con la persona che amo e diventare veramente un’adulta, perchè finchè sto a casa con i genitori, mi sento la solita adolescente, e non posso essere libera di vivere la mia vita fino in fondo, benchè i miei mi diano molta libertà rispetto a tante altre ragazze della mia età che non sono così fortunate. Questo mio desiderio sembra impossibile da realizzare, visto che non trovo un lavoro (ho fatto la segretaria per un’anno e sei mesi e ho esperienza) ogni giorno splulcio gli annunci nei vari siti del lavoro, ho comprato tante volte il giornale delle pulci dove ci sono anche li un sacco di annunci di lavoro ma non ho trovato nulla. Mi sento un’animale in gabbia, una persona inutile senza uno scopo ogni giorno, e tutto ciò per la mancanza di un lavoro. Di tutto questo non dò solo la colpa alla società, e ai vari datori di lavoro che sfruttano i loro dipendenti, facendoli lavorare (già mi è capitato) per un misero stipendio da non pagarci nemmeno l’assicurazione della macchina, per 12 ore al giorno compresi i festivi non conoscendo più nemmeno il natale o la pasqua e il valore di stare con la famiglia, quando i massimi per legge sono 8 ore al giorno. Dò la colpa ai politici: gente che ormai da anni, promette cose che poi non mantiene, interessandosi solo dei soldi che prendono loro. Mai nessuno ha saputo fare qualcosa per noi persone che non abbiamo proprietà da vivere di rendita o non abbiamo una società nostra. Dò la colpa a chi ha messo questi cosi detti “contratti a progetto” che ci fanno lavorare dai 3 mesi a quasi 1 anno, fregandosi metà dello stipendio per i contributi e che ci lasciano per strada. Mi chiedo dove siano finiti i contratti a tempo indeterminato e i tanto ormai sognati lavori fissi. E poi. sento al telegiornale che si parla dei 30 enni e 40 enni che ancora vivono con i genitori.. ma dove volete che vadano senza un lavoro decente? Come potrebbero pagarsi un affitto o comprarsi 1 casa, o una macchina, o fare la spesa, o vestirsi? Ormai ci vogliono così tanti soldi per sposarsi (almeno circa € 50.000,00) che o si convive ammesso che tutti e due abbiano un lavoro, oppure si rimane single.
Comunque chiudo questa lettera di sfogo, esprimendo tutta la mia tristezza e amarezza, angosciata dal mio futuro e arrabbiata con lo stato e tutti gli altri, per non saper inventare occasioni per dare lavoro alle persone.
Valeria.

L'autore ha scritto 3 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Attualità - Lavoro - Me Stesso

1 commento

  1. 1
    Leilaluna -

    eheheh dai non ci vogliono tutti questi soldi per sposarsi.. informati meglio ( a meno che non vuoi una cerimonia in pompa magna) bè per il resto.. hai abbastanza ragione.. per noi la situazione sta diventando sempre più difficile.. da sola non riuscirai mai ad andare ad abitare.. comprarsi casa o affitto.. bollette, spesa, e tutto il resto non rientrano con gli stipendi di oggi..
    Magari si può provare in due, molte coppie ci riescono.
    Un annetto di segretariato è un pò pochino. Ora come ora poi il lavoro si trova solo ed esclusivamente per raccomandazione.
    Il mio consiglio è di non cercare solo ed esclusivamente segretariato.. più esperienze farai, più sarai preparata in futuro.
    baci e in bocca al lupo.

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili