Salta i links e vai al contenuto

Anche io ho un problema

Lettere scritte dall'autore  

Anche se dispenso consigli mi trovo qua a scrivere qualcosa, forse non sto chiedendo perchè è probabile che io sappia cosa fare, però forse ho voglia di sentirmi un po’ capito.
Vengo da una famiglia povera, mio padre ha fallito ogni qualvolta si metteva in proprio e si è ricoperto di debiti, tant’è che da casa propria e terre circostanti e fabbrica, siamo passati ad avere solo una casa e nemmeno totalmente nostra.
Gli hanno preso tutto.
Banche, ex operai, parenti lo hanno spolpato quando ero ancora bambino.
Ha aperto diverse attività e sempre lo hanno fottuto.
Non avevamo soldi nemmeno per andare a scuola, ho smesso in seconda superiore perchè non riuscivo a pagare il pulman e tutto il resto.
Ho sofferto molto, gli altri avevano tutto e io no, ero povero, mi vestivo diversamente, mi insultavano, mi picchiavano, mi trattavano tutti male, i bambini sono bastardi e chi non li educa fa schifo.
Ho sempre pensato che se ti viene posta davanti una sfida è perchè puoi superarla.
In effetti in seguito verso i 18 anni sono diventato piuttosto indipendente, ho iniziato a fumare perchè frequentavo i “duri”, i tamarri, e sono diventato uno di loro, nei costumi e anche negli usi, anche se sono sempre rimasto un buono.
Mi sono creato dei valori da rispettare e per cui dovevo essere rispettato e non ho mai permesso a nessuno di prevalicare questo mio pensiero talvolta anche con le maniere forti.
Non ho mai avuto una guida, non ho mai avuto un padre capace di guidarmi anche perchè per alcuni anni andò per fino in Russia a lavorare senza prendere nulla, ma dico nulla.
Ora ho 31 anni, una splendida donna di 24, la quale proviene anche da una famiglia facoltosa, vivo con lei, i primi tempi in affitto e ora invece i suoi ci hanno sistemati in una delle loro case.
Il lavoro scarseggia ma la mia vita è totalmente cambiata, a casa dei miei però i problemi non finiscono mai.
Ho una sorella che sta con un ragazzo, è uno spacciatore, un drogato, un violento.
E’ albanese, non uno di quelli bravi, e di bravi ne conosco, ne ho diversi di amici di famiglia, ma questo è un delinquente, la maggior parte della sua famiglia spacciano, uomini donne, tutti.
Vanno in carcere un giorno si e uno no.
Mia sorella rimase incinta di lui, poi lui sparì.
Per 9 mesi si è fatto i cazzi suoi, si è sbattuto l’impossibile, ed è impressionante il numero di ste gran vacche che cercano il macho sullo stile dei film di Vin Diesel, tipo Fast and Furios.
Ovviamente mia sorella è una stronza di queste.
Io la mia compagna, mio fratello e la sua, e la mia famiglia ci siamo presi cura di lei.
L’abbiamo aiutata in tutto. Tutto.
Il giorno della nascita della bambina, lui si presenta in ospedale con tutta la sua famiglia di cattivi, e comincia a urlare che buttava questo fuori dalla finestra, che faceva questo o quello, che lui era il padre e tutto il resto.
Quando sono arrivato è iniziato lo spettacolo, urla e spintoni per tutto il reparto, abbiamo mostrato il circo a tutto l’ospedale, fino a che tutto si calma perchè la bambina e mia sorella escono dalla sala operatoria.
Il giorno dopo lo arrestano per spaccio.
Il ragazzo ha una capacità di plagio fuori dal comune e i suoi genitori sono venuti a casa di mio padre a piangere, che lui sarebbe cambiato, che non poteva vivere in galera, che amava lei e la bimba.
Mio padre da coglione qual’è lo accetta ai domiciliari.
Io dopo aver passato un inferno per causa sua, non potevo accettare questa cosa, lui ha inveito contro la mia famiglia per migliaia di volte, ci ha fatti passare da pezzenti, un pregiudicato.
Lui che fa la voce grossa e piange quando perde, lui che ha pistole, spaccia e la giustizia che sa tutto lo tiene fuori.
Lui che mi ha fatto piangere lacrime di disperazione quando rimasi bloccato nel traffico dell’autostrada andando all’ospedale mentre sapevo che faceva il matto.
Lui che ha fatto di mia sorella e della mia famiglia lo zimbello di tutti i suoi amichetti.
Io non sono più andato dai miei, sono mesi che non vado dai miei, perchè io ho una dignità e non lo voglio uno che ha messo incinta mia sorella sotto il tetto di mio padre e che quando usciva scopava le altre.
Io voglio che se lei vuole stare con lui se ne vada di casa con la sua bambina!
Non è giusto che sia a piede libero!
Ora io so perchè mia sorella sta con lui, secondo me lei ha paura di lui e della sua famiglia, perchè lo stato non fa un cazzo. Eppure quando gliel’ho urlato in faccia a tutti, lei mi ha detto davanti a loro che se lei avesse avuto paura di lui non ci avrebbe fatto a botte cosi tante volte.
E io che devo fare? Se devo prendermi una coltellata perchè lei vuole che la difenda io lo faccio, se devo finire in carcere perchè gliela dò io, per lei lo faccio, ma se lei non vuole essere salvata non posso fare altro che allontanarmi dalla mia famiglia.

Io ho una dignità…

Oggi ho saputo che lei lo ha fatto uscire di casa con i carabinieri, perchè ha scoperto che si messaggiava con una delle sue troie.
Ora è solo l’inizio, perchè è uno che si vendica, uno che gira con le pistole, uno che ha amici schifosi.
Sono a terra…

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso

13 commenti

Pagine: 1 2

  1. 1
    Giorgio -

    Tu sarai a terra, ma io invece ti ammiro moltissimo….

  2. 2
    jagger -

    Ciao Sam sono jagger quello della polacca.. fatti forza che l’unico vincitore in questa storia sei tu, che hai 31 anni e tieni su tutto.
    Penso che senza di te la tua famiglia ora sarebbe allo sfascio (non te la prendere).
    Sei tu il collante di tutto e di tutti..non cedere..ragazzi come te se ne contano sulle dita di una mano in italia.
    Lo so che da fuori è facile ma devi farti coraggio e continuare a lottare..forza guerriero e compagno.

  3. 3
    SAM -

    eh…mi fa sorridere il tuo commento…

    Sono a terra ma non mi crogiolo nei miei mali, in qualche modo devo aiutarla a uscirne, spero che il suo avvocato lo farà ragionare facendo leva sul fatto che potrà fare quel che gli pare con le altre e vedere la bambina di tanto in tanto, ma lui pretende che lei e la bambina si trasferiscano da lui, pretende che la mia famiglia si sottometta al suo volere, ma lei non lo vuole più ora e non me ne starò più a guardare.

    Il problema è che i carabinieri non fanno nulla, al massimo una denuncia cautelativa si può fare…ma temo che si arriverà a qualcosa di concreto e molto più fisico.

    Non ho paura di lui o della sua famiglia, spero solo di non andare incontro a qualcosa di brutto e poi lei si pente di nuovo della sua scelta, perchè anche se non lo vuole più, lui è subdolo e sa raggirarla

  4. 4
    sarah -

    purtroppo le persone non vogliono essere aiutate,anzi più le aiuti più ti coninvolgono e ti mettono nei casini,hai fatto tanto per costruirti qualcosa e devi proteggerlo a tutti i costi,deve essere anche tua sorella ad essere forte,non puoi accollarti la vita degli altri se sono proprio gli altri a volersi fare aiutare!

  5. 5
    fabio -

    secondo me hai davvero ben poco da fare..tua sorella in primis e non da meno tuo padre dopo hanno permesso a un “virus” letale di entrare in casa,inoltre questi soggetti qua,ivi compresa tua sorella se cerchi di dargli una mano loro si prenderanno il braccio e poi tutto il resto fino a farti risucchiare completamente…a questo punto per te e’ proprio una questione di sopravvivenza! o tu o loro!
    ciao

  6. 6
    SAM -

    Beh…grazie a tutti inntanto…
    Io spero che questa volta si siano decisi ad allontanarlo definitivamente, purtroppo però ora inizieranno le vere minacce, perchè quella famiglia non sa perdere, già in passato hanno rotto vetri alle auto, picchiato gente solo per sfizio e sventolato armi in giro sparando in aria per intimidire altre persone.

    Se con i miei non hanno ancora fatto questa cosa è perchè essendomi sempre comportato sullo stile “mafioso buono” sanno che se io non voglio litigare non significa che non litigo, ma se vogliono litigare con me poi si va fino infondo.
    Intendiamoci lui e lei si sono sempre menati, ma ad alzare le mani era sempre lei per prima, per le scappatelle di lui. Litigavano un po’ e se lo riprendeva.

    Io non ho mai accettato queste cose ma se lei lo voleva io che dovevo fare? Ammazzavo quel bastardo o mi facevo ammazzare quando tanto a lei infondo “andava bene così”?

    Ora siamo invece al capolinea, lei lo ha fatto rispedire a casa sua, ma i domiciliari finiranno presto, e qualche puntatina a casa dei miei la farà. Romperà qualche vetro, sparerà qualche colpo, forse troveranno mio fratello solo in giro e lo fracasseranno di botte, forse me, forse mia madre mentre fa la spesa…

    I carabinieri non possono fargli nulla, cautelativamente. Raga…spaccia da anni e anni e lo sanno, fa risse ovunque e deruba quelli che mena, e lo sanno, fa sparatorie in centro e lo sanno, eppure è fuori! Fuori lui e tutta la sua famiglia che sono come lui.

    Chiaro se mi ammazza qualcuno lo arrestano ma non c’è una prevenzione alla sua mente malata.
    Posso solo adeguarmi ai suoi usi e costumi, sperando di non dover mai arrivare al punto.
    Sembra la trama di un film, e sembra surreale a vederla da fuori lo so…eppure è sta cazzo di vita.

    Ora pare che lei finalmente si sia decisa, spero che sia convinta ad andare fino infondo.
    Dobbiamo fare una denuncia cautelativa e un obbligo di distanza da lei.
    Credo che la faremo anche andare da dei miei parenti che abitano lontano in modo che lui non possa raggiungerla. Tolto facebook, tolto telefono e chiusa in casa per il momento.
    Deve risultare come sparita per non essere raggiunta…

    La sua famiglia la minaccia addirittura di portarle via la bambina, stanno proprio fuori…

    Io voglio che il loro avvocato li faccia ragionare e lo convinca che la cosa migliore per lui dato che non ama nemmeno mia sorella ed è invaghito di un’altra, sia lasciare perdere tutto e sparire, non vogliamo alimenti nè nulla e che tolga la paternità facendo tutti i cazzi che preferisce fare con le altre.
    Oppure che tenga la paternità, la mantenga e la venga a vedere di tanto in tanto quando ha voglia in presenza nostra. A loro non sta bene però, secondo loro lui può scopare chi vuole, avere lei e la bambina con lui e tutto il resto, perchè a detta loro: “loro non lasciano il loro sangue in giro”. Sarà molto dura

  7. 7
    rossana -

    SAM,
    hai ragione: temo anch’io che sarà molto dura. secondo me, ce la puoi fare ad uscire dal guaio soltanto se tua sorella è ben decisa sulla sua linea d’azione di lasciare quest’uomo fuori dalla sua vita.

    spero che lo faccia, per sè, per sua figlia, per te e per gli altri tuoi familiari. mi sembra ottima l’idea di allontanarla da casa con la bambina in un luogo difficile da trovare o da ricostruire, in modo da far abbassare i toni e le pretese del bell’imbusto e della sua famiglia. è già stato uno sbaglio permettere a questo prepotente di riconoscere la figlia…

    insisti, anche, con le forze dell’ordine, pacatamente ma senza mai darti per vinto se non intervengono ad aiutarvi in tutti i modi previsti dalla legge.

    ti auguro di riuscire a venirne a capo al più presto e al meglio. tua sorella è molto fortunata ad avere un fratello come te!

    un abbraccio.

  8. 8
    SAM -

    Sono passati mesi e mesi e il risultato è che non è cambiato niente.
    Lei se lo riprende, poi lui continua ad andare a t...e, si menano, e rifanno pace.
    Mio padre poveraccio non lo vuole a casa e lui non vive con loro ovviamente, però mia sorella lo fa entrare quando mio padre non c’è.

    Odio mia sorella, forse la sua non è paura ma pazzia, perchè non puoi amarlo un uomo così…mi dispiace per la bambina che è bellissima…mio padre piange, mia madre piange…e litigano fra loro per come comportarsi per non fare andare via mia sorella…con quel cane.

    E invece lei deve andarsene con lui a morire ammazzata! Perchè non è lui il nemico, ma lei! Lui fa bene a comportarsi male finchè c’è chi gli permette di farlo.
    Genitori…quei due… due cani schifosi! Lui e lei!

    Povera bimba…che vita farà…e sono sicuro che appena lei sarà in grado di fare a meno della mamma, gliela porterà via…

    Maledetti entrambi.
    Come posso aiutare i miei genitori?

    Si potrebbe cacciare anche mia sorella di casa? Fare dare affidamento ai nonni della bambina? Farla vedere a mia sorella e a quell’animale solo in determinati giorni alla settimana?

  9. 9
    sarah -

    puoi fare una segnalazione agli assistenti sociali!

  10. 10
    princess -

    Ciao Sam. Sei un grande e lo capisco che è dura, soprattutto se tante persone contano su di te.
    Beh non voglio annoiarti con la mia storia, poi io sono una donna ed è chiaro che vivo tutto in un’altro modo, ma posso capirti, perchè sono cresciuta con (o forse senza?) un padre che ha un’età mentale di 13 anni, ora ne ha 50 ed è sempre più deficiente, ancora combina casini!
    Mi fa proprio pena tante volte.
    Boh, io penso che semplicemente certe persone non hanno l’istinto genitoriale, (quello che hai te, per esempio, l’istinto di proteggere gli altri) ma solo quello egoistico, non gl’importa di nient’altro! Se davvero una donna pensasse al benessere di una figlia, potrebbe farla vivere in una casa dove ci si mena, dove il padre porterebbe della droga? Io penso proprio di no, nonostante l’amore pazzo che prova per un’uomo lascerebbe perdere! Quindi di amore c’è n’è molto poco, può essere egoismo semmai, perchè vuole quell’uomo come si può volere un i-phone.
    Io l’ho visto col mio papà, certe persone non cambiano mai e portano solo sofferenza a chi gli sta intorno, ma così tanta che se si rendessero conto almeno un pochetto sparirebbero dalla circolazione per sempre. Questo discorso mi serve anche perchè voglio dirti qualcos’altro: non vale la pena rovinare la tua vita per nessuno, tantomeno per persone così come il mio papà, tanto avresti la peggio! A loro va sempre benone nonostante tutto! Hai una donna che ti ama, non farti mettere in mezzo alle loro cagate! Mi sento di dirti che è meglio tenere la calma e agire sempre con lucidità, non farti mai coinvolgere nei loro vortici di pazzia. Devi sempre avere una doppia faccia con queste persone, mostrati sempre freddo, sii calcolatore, inventa strategie per ottenre quel che vuoi, foss’anche tenerli lontani da te!
    Non avere paura per la bimba, si, forse non avrà una vita facile ma se vorrà si riscatterà, come hai fatto te, come ho fatto io. E poi avrà sempre il tuo amore e il tuo appoggio, non è poco. Anche per questo è importante che resti lucido, duro, calcolatore, dì loro una cosa e invece fanne un’altra, fatti consigliare da un legale e fà in modo di non entrare mai nelle loro logiche e nè d’utilizzare i loro modi di fare malati e manipolatori. Fammi sapere come va, un grande in bocca al lupo!

Pagine: 1 2

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili