Salta i links e vai al contenuto

L’amore soltanto l’amore può farti guarire

Lettere scritte dall'autore  

Come canta Cesare Cremonini, oggi più che mai è così per me.
Non sono innamorata di nessuno, ma amo e mi sento amata.
Sono cattolica da sempre, ma forse per la prima volta in tanti anni ho capito cos’è la Fede, chi è Dio, chi sono io.
Mi aspetto tante critiche razionaliste a questa mia lettera, ma a me no importa: quando trovi un tesoro, ti importa mica se gli altri pensano che non valga niente?
Io so che Dio mi ama esattamente come sono: non perfetta, buona, brava, tutta casa e chiesa, ma me stessa. Volete sapere chi sono?
Probabilmente vi frega poco. Vi interessa di più chi si piange a dosso perché voi vi sentite migliori o meno peggio e questo vi fa tirare avanti, ma vi rendete conto? Zombie che si cibano delle disgrazie altrui!
Io sono felice, e se questo vi crea problemi è affar vostro.
Mi sento piena, una pienezza che non si raggiunge con orgasmi multipli di piacere, ne con viaggi stellari da LSD.
Quello che mi riempie è l’Amore con la A maiuscola che solo Dio può darmi.
No, non mi voglio fare suora, anzi il mio desiderio è sposarmi e avere dei figli.
Ho letto tante critiche sulla Fede in qualcosa, sul fatto che sia un’altra droga.
Beh, a me ha salvato la vita.
Ero morta e il Signore mi ha resuscitato!
Ero una quasi suicida, che viveva di inerzia, che non godeva di nulla, che non decideva, non si muoveva, non esisteva.
Avevo paura del contatto fisico, della folla, dell’altro insomma, avevo paura della paura stessa, tutto doveva essere sotto controllo e organizzato altrimenti, come una macchina, mi impallavo.
Ora sono viva, cammino finalmente magari zoppicando ma cammino, e finalmente respiro e piango e rido e godo della vita perché in questa vita ho un ruolo importante anche senza avere lauree, cariche o medaglie.
Continuo a combattere con Dio al mio fianco per non cadere di nuovo e, se cado, per rialzarmi sempre.
Auguro a tutti una pienezza così.
Pregherò per tutti quelli che ne hanno bisogno, anche se non me lo chiederanno.

L'autore ha scritto 6 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Me Stesso

7 commenti

  1. 1
    corvirio -

    Amen.

  2. 2
    bimba -

    ma uno normale c’è su questo sito? 🙂

    …mela non è un’offesa… in realtà ti rispetto molto per i tuoi valori e per la forza con cui ci credi!
    poi hai colto un aspetto che è vero che c’è: “Vi interessa di più chi si piange addosso perché voi vi sentite migliori o meno peggio e questo vi fa tirare avanti, ma vi rendete conto? Zombie che si cibano delle disgrazie altrui!”
    hai detto bene, da bandire quelli che lo fanno su questo sito e/o nella vita reale!

  3. 3
    Never -

    Ciao cara. Non è che voglia giudicarti credimi, ma la tua mi sembra una classica visione cattolica della Fede e da queste parole secondo me della Fede hai capito ben poco.

    “Probabilmente vi frega poco. Vi interessa di più chi si piange a dosso perché voi vi sentite migliori o meno peggio e questo vi fa tirare avanti, ma vi rendete conto? Zombie che si cibano delle disgrazie altrui!
    Io sono felice, e se questo vi crea problemi è affar vostro.”

    Capisco il messaggio che vuoi trasmettere e molte cose che dici sono anche giuste, ma leggo troppo astio in queste parole, astio che la vera Fede toglie di sicuro. Invece io vi leggo una voglia personale tua di affermarti, di dimostrare a qualcuno che ce l’hai fatta. Chi ha trovato la Fede (fortunato lui) la trasmette agli altri con fiducia non se ne vanta con fermezza perchè se no, vuol dire che ci ha capito poco 🙂 Spero davvero per te che sia un inizio questo e che ti aiuti davvero a crescere perchè, se pensi di essere “arrivata” quando torneranno le batoste sarai punto e a capo 🙂 I miei migliori auguri

  4. 4
    Sara -

    Sento l’ esigenza di doverti scrivere.. Concordo pienamente in tutto e per tutto! Sono sempre stata una ragazza cattolica, sin da piccola.. Mia madre non lo era affatto e neanche mio padre viveva di spiritualità. Nonostante l’ assenza di un input, andavo a messa ogni domenica, con mio fratello quando non doveva giocare le partite di campionato altrimenti sola.. Sin da quando avevo 6 anni, sebbene mia madre mi dicesse: ” perché non rimani a casa?”. Per mia fortuna ho dei genitori fantastici, che mi indirizzano, ma che appoggiano sempre le mie scelte. Un bel giorno, mio padre dovette affrontare un intervento all’ ospedale di San Giovanni Rotondo, città di Padre Pio. Ebbene, lì i miei genitori sentirono l’esigenza di confessarsi dei loro peccati e da lì ebbe inizio il cammino spirituale dei miei genitori, come di tutta la famiglia. Mia madre iniziò ad avvicinarsi alla parrocchia e dopo pochi anni iniziò a fare catechesi.. E ancora oggi. Nel frattempo io feci la cresima.. E come un bravo adolescente mi allontanai dalla chiesa. Passai 2 anni frequentando atei razionali. Bene, anch’io iniziai a non credere più, ad allontanarmi dalla chiesa, ma soprattutto, ad allontanarmi dai valori che ogni giorno coglievo e da un dio a me sempre amico e sempre vicino. Ma passato un po’ di tempo, cominciai a sentirmi senza un senso, non mi fregava di nulla, mi accorsi di essere vuota.. Non avevo un valido motivo per vivere.. Ed è così che adesso vedo questi miei amici.. SPENTI e vorrei tanto gridare a loro: basta poco per ritornare a sorridere ed essere felici.. Ma niente, vengo vista come la scema di turno.. Devo dire che a prescindere dal fatto che dio esista o no, io ho trovato la mia felicità in lui, in un essere che male non può procurarmi, che mi insegna sempre le giuste cose e che caccia da me il buono.. E cosa ho da perdere, cosa abbiamo da perdere? Assolutamente nulla.. È forse questo che ci spaventa! Ti abbraccio, Sara

  5. 5
    KATY -

    Ciao mela ….
    Anch’io a volte mi sento una ZOMBIE vuota e apatica….ma l’hai visto WARM BODIES?
    Te lo consiglio davvero, un film stupendo.

    Prega anche per me, che male non mi fa.

    Un abbraccio!

    Katy

  6. 6
    Pupa -

    Sicuramente è un messaggio di speranza , ognuno per sopravvivere cerca di aggrapparsi a qualche cosa che possa dare una via d’uscita a questo malessere, al vuoto che sentiamo dentro, anche se comunque le persone che cercano a tutti i costi di inculcare nella testa degli altri dei loro pensieri e seguono troppo rigidamente una scelta di vita, seppur giusta, ma che è la loro, non mi convincono molto.
    Non credo neanche che qui ci siano persone che si credono migliori degli altri o meno peggio per tirare avanti, anzi, ho visto molte volte più comprensione e umanità virtualmente che nella vita reale.
    In ogni caso sei una persona pura, semplice, e grazie per questo messaggio pieno d’amore che hai voluto condividere con noi, sicuramente hai aiutato qualcuno con queste parole.
    Corvirio: mi hai fatto ridere!

  7. 7
    kiky9326 -

    Anche io mi sentivo così e ho avuto fede prima in me e poi in qualcosa/uno, ma non nel Dio che mi ha dato la tradizione cristiana. Non sono atea, ma non so a che tipo di pensiero appartengo. Penso che ci sia qualcosa (cielo, terra, mare o universo non lo so), che sia Amore puro. E non so dove si incontra se nel bello delle cose della vita di tutti i giorni, o dopo la morte, non so nemmeno se è uno o tanti, maschio o femmina o asessuato, non lo so. Però sento che qualcosa di veramente bello c’è e questo mi ha aiutata molto in periodo veramente brutto.

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili