Salta i links e vai al contenuto

Amici e poi amanti… un errore?

Lettere scritte dall'autore  

Ciao,
questa è la solita storia, quasi da film, solo che non c’è l’happy ending. Siamo amici da anni, lui sa tutto di me e io so tutto di lui. In tanti anni non succede nulla tra noi, poi, non si sa perchè…ci baciamo. E non smettiamo di farlo per i successivi 7 mesi. La nostra storia sembra quasi perfetta, perchè la complicità è assoluta. Se non fosse che alla fine lui mi molla, dicendomi che non è scattata la scintilla. Mi vuole bene, sì, per me ci sarà sempre e forse funzioniamo piu’ da amici. Questo mi fa stare male, tanto. Non me l’aspettavo, visto che stavamo sempre insieme e l’ho sempre visto sereno con me. E la cosa peggiore è vederlo tutti i giorni al lavoro. Inizialmente avevamo entrambi difficoltà a rapportarci, abbiamo continuato a cercarci per un po’ e a stare insieme. Ma ora sono passati i mesi e mentre a me sembra di esser legata ancora a lui e mi manca, mi manca ogni volta che non c’è (e lo evito quando c’è!) lui sta andando avanti, progettando anche un suo trasferimento all’estero e stando a sua volta male per un’altra ragazza. Questa cosa mi fa soffrire a tal punto che ho deciso di tagliare ogni ponte con lui, non parlandoci e semplicemente ignorandolo. (sarà giusto?)Lui vorrebbe avermi come amica e critica il mio tono risentito ma come posso continuare a farmi raccontare delle sue storie come accadeva prima, quando eravamo ancora solo amici? Io non so se sia la cosa giusta allontanarlo, so solo che è difficile costruire una tale indifferenza e far finta di niente quando ce l’ho davanti, se in realtà tutto ciò che vorrei è comportarmi ben diversamente. Tra l’altro abbiamo cari amici in comune e accade inevitabilmente di ritrovarsi insieme la sera. Ogni tanto lui tornava da me, dicendosi confuso. Poi è sparito di nuovo. Si sta male..veramente molto. Per quanto provi a vedere altra gente, il mio pensiero resta fisso su di lui ancora. Come si esce da certe situazioni? Sputandogli addosso tutto il veleno che mi ha trasmesso, attraverso i suoi atteggiamenti verso le altre in mia presenza o semplicemente mostrandosi superiori e quindi evitandolo? Sarebbe meglio salvare il salvabile e recuperare l’amicizia perchè infondo a lui tengo? Io non riesco a capire cosa potrebbe far stare meglio in questi casi. Sarà davvero confuso o è la solita storia in cui vuole solo divertirsi un po’? Le farei a lui certe domande, se solo non mi rispondesse che non è il caso di parlarne perchè i sentimenti non si analizzano e si vivono. Mi sembra assurdo comportarsi così.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amicizia - Amore

1 commento

  1. 1
    scruciola -

    scusami,
    mi dispiace dirtelo in due semplici parole,
    ma il fatto è che “non gli piaci abbastanza” sembra banale come frase però per scriverci un libro e farci un film vuoldire che è proprio vera come affermazione, fidati scappa finchè sei in tempo, te lo dice una che sono tre anni che si trova infognata con una persona impegnata e ti posso assicurare che è ancora peggio!

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili