Salta i links e vai al contenuto

Si può amare un uomo che ti ha deluso e umiliato?

Lettere scritte dall'autore  salina
La lettera è pubblicata a Pagina 1

L'autore ha scritto 2 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

49 commenti

Pagine: 1 2 3 4 5

  1. 11
    ciao eli!!!!!!!!!!!!!!!! -

    eli grazie per le belle parole ! ! mi danno forza carica… e coraggio x metabolizzare questo tremendo dolore che ha sconvolto non solo me ma anche i miei cari 3 figli ,un grazie ancora t.v.b daniela

  2. 12
    eli -

    Ciao Daniela..ma figurati, era il minimo che potessi fare e spero che tu possa trovare veramente tutta la forza di cui hai bisogno in questo momento delicato. Non sei sola, hai anche i tuoi figli, e questo è moltissimo!!! Coraggio…supererai anche questo brutto momento e ne uscirai più forte, questo è sicuro!
    Un abbraccio! Se vuoi scrivimi: farfallina_20072007@yahoo.it

  3. 13
    Chicca -

    io credo che ci siano diversi punti sui quali soffermarsi e ragionare: prima di tutto tuo marito non ha avuto una semplice scappatella, o cmq da questa ” avventura” è arrivato un bimbo.. e la cosa ancora più grave è che se tu non l’avessi saputo tramite altri, molto probabilmente non l’avresti mai saputo!!! ed io mi chiedo: come può definirsi UOMO una persona che tiene nascosta una situazione del genere. e non mente solo a te, ma anche ai tuoi, o meglio ai VOSTRI figli!! qui non c’entra l’orgoglio, non c’entrano gli avvocati o cose del genere.. qui c’entra la falsità e la scorrettezza di un “uomo” che ha tolto il sorriso alla propria moglie ed ai figli. io credo che bisogna dare quasi sempre un’altra possibiltà a chi sbaglia.. siamo esseri umani.. ma credo che lui non meriti neanche di essere nei tuoi peggiori pensieri in quanto di umano non ha nulla. perdona le mie parole forti, ma certe cose non si possono sentire.

  4. 14
    BabyAngel -

    Io sinceramente credo che se lui….ha aperto una relazione così importante con un’altra (e c’ha fatto pure un figlio) è perchè nel vostro matrimonio qualcosa mancava…….infatti sono convinta che un uomo pienamente soddisfatto non va a cercare altrove…Ora il punto è…..se tu sei disposta ad avere di nuovo fiducia in uomo che ti ha pugnalata…tradita….mentito…io non sarei capace di fidarmi di un simile elemento….alla prossima che gli farà occhi dolci sarai di nuovo in quella situazione credimi….se ormai (per lui) qualcosa si è spezzato nel Vs rapporto e tutto inutile!

  5. 15
    Maria -

    Gli errori si pagano. Privare una persona delle conseguenze delle sue azioni significa impedirgli di crescere e di imparare dai suoi sbagli.
    Anche chi è stato offeso ha necessità di vedere risarcita la propria dignità attraverso la punizione del colpevole. Altrimenti il danno si raddoppia.
    Il perdono è un’altra cosa e non è affatto incompatibile con la punizione! Il perdono non può essere mai automatico né può essere il risultato del “dovere coniugale”: richiede tempo e maturazione graduale sia in chi lo dà sia in chi lo riceve. Quindi è inutile sparare giudizi “bisogna fare così o cosà”: non esiste una regola; la situazione è complessa e bisogna che ognuno esamini se stesso e la storia vissuta insieme. Un buon periodo di riflessione e di separazione, in cui ognuno riacquisti il significato profondo della propria libertà, delle proprie e altrui ragioni e della propria dignità, non è da escludere. Poi verrà la fase del dialogo e della decisione sul da farsi, forse anche col valido aiuto di qualcuno che sappia ascoltare e dare indicazioni sulla base dell’esperienza e della competenza in materia. Con grande solidarietà da parte mia e un grosso incoraggiamento a prendere in mano la situazione senza subire, anzi prendendo questo spunto per diventare una donna ancora più forte!

  6. 16
    Rosmaria -

    Cara Daniela,
    La stessa cosa, dettaglio più o meno, é successo a me. Mio marito aveva avuto un figlio, frutto di una relazione. Chiedevo la verità per lungo tempo, ma lui negava (gli uomini negano sempre in certe situazioni) e, per la fiducia che riponevo in lui, gli credevo. Una sera di 5 anni fa quando ormai il ragazzo compiva 5 anni, e dopo 27 anni trascorsi insieme, mio marito ormai costretto a rinconoscerlo, finalmente aveva confessato. Non ci sono parole nel vocabolario di qualsiasi lingua che possono descrivere il dolore di mio figlio allora quattordicenne e mio. Innumerevoli sono state le volte che avevo analizzato la cosa da ogni angolazione che la mia immaginazione permetteva.Non sono riuscita a dimenticare una parola detta, il più piccolo atto compiuto quella sera e sò che la sofferenza vivrà ogni giorno nelle pieghe della mia anima. Accetto questo con consapevolezza. Abbiamo tenuto insieme il nostro matrimonio, la nostra famiglia, ma é stata dura. Per chi decide di rimanare insieme o di separarsi, il perdono é necessario per poter di nuovo vivere bene. Questo processo é lungo e ho capito che non si perdona tutto in una sola volta. Si perdona tante volte per questa stessa offesa ogni giorno che passa, spesso in silenzio e qualche volta a voce alta. Devi tener conto che siamo tutti essere umani fragili quindi capaci di portare poco rispetto per anche chi amiamo almeno una volta nella vita. Quest’ultimo pensiero non ci aiuta a superare con facilità il torto subito, ma ci porta a comprendere. Anche la comprensione é necessaria, anche se non significa giustificare! Ora sto meglio, ma non oso dirti che ogni giorno é sereno e che ho la stessa stima e rispetto di un tempo per mio marito. Anche questo va ricostruito. Sò che quanto é accaduto nella nostra famiglia rappresenta un capitolo doloroso per tutti noi, ma se dimostriamo la volontà di provare il nostro amore reciproco spiritualmente e materialmente, il nostro matrimonio potrà dirsi riuscito. Coraggio Daniela, ora ti sembrerà di non aver voglia di ridere, scherzare e non riuscire più a godere della vita, ma non é vero. La forza e la voglia di vivere che è in ognuno di noi aggiusta le avversità incontrate…….sempre! Ci vuole tempo e quando me lo dicevono a me, provavo paura di non averne abbastanza e di non avere la pazienza di aspettare.
    Rosa

  7. 17
    mara -

    Cara Daniela anch’io il 4 gennaio scorso ho scoperto che mio marito (58) aveva una relazione con la segretaria di 42 anni) da circa due anni.Io ho 55 anni e sto con lui da quando ne avevo 19. Ho trascorso questi ultimi mesi come un incubo…anche se ho deciso di rimanere con lui perchè la storia è finita e anche lui vuole rimanere in famiglia. Il tempo per fortuna aiuta, ma ogni giorno, benchè diverso dall’altro…mi sottopone ad alti e bassi..in continuazione…che mi stanno logorando specie fisicamente..
    Anch’io ho perso peso e ho cambiato carattere…. Certi momenti avrei voglia di scappare e non vederlo mai più ma sono in preda ed una continua contraddizione. Cara Daniela che vuoi che ti dica? tieni duro pensa a te stessa e poi si vedrà Ti abbraccio Mara

  8. 18
    Rosa -

    Carissima Mara,

    Ho 54 anni e ti sento vicina per età. Mio marito mi ha tradito quando avevo 43 anni e ha continuato per cinque anni a intervalli con la stessa donna. C’era di mezzo un ragazzo e, ormai costretto dagli eventi, con tanta fatica mi aveva confessato la cosa più di cinque anni fa. Ho vissuto 10 anni indescrivibili, pieni di apprensione e sofferenza. Ancora oggi cado a sorpresa, nonostante ho un figlio che rappresenta il mio universo.
    Mio marito é stato il solo uomo che abbia amato. Eravamo così giovani quando avevamo iniziato a stare insieme. Ero convinta che sarebbe stato “per sempre”. Ora non faccio queste considerazioni; vivo giorno per giorno, settimana per settimana, specialmente per quanto riguarda il nostro matrimonio. Ci metto tutta la mia volontà, ma per la prima volta pretendo che lui si metta da parte per noi.
    Sono convinta che l’età non aiuta gli uomini: spesso provano paura del tempo che passa. Se poi, si vive un momento di crisi all’interno della coppia, a volte cercano delle evasioni. Quanta superficialità! Potrebbero comunicare i loro malesseri, non ti pare?
    Per me, l’idea che l’altra avesse nove anni meno di me pur per niente attraente e un pochino farfallina, mi aveva fatto sentire una vecchia di poco conto. Poi piano piano mi sono alzata e ho iniziato ad avere delle considerazioni per me. Forse sono le stesse cose provate da te?
    Ho capito leggendoti che certe cose fanno male a qualsiasi età.

    Sono sicura che ci saranno delle bellissime giornate, sia per te che per me, specialmente quando si agisce per il meglio.

    Rosa

  9. 19
    mara -

    Grazie Rosa per le tue parole di conforto.
    E’ vero che bisogna vivere giorno per giorno e pensare un po’ di più a noi stesse…curare di più il nostro aspetto…sacrificarci di meno…insomma tenere un pò di più a noi stesse…poi si vedrà!
    Certo la stima enorme che nutrivo per il mio uomo non tornerà più come prima….quel qualcosa di magico che mi legava a lui si è rotto! Per fortuna ora sto meglio anche se il capitolo non è chiuso del tutto…aspetto con ansia che questo avvenga….la vita continua e voglio ancora viverla con gioia! Grazie Mara

  10. 20
    alessandra -

    cara, è dura ma..
    la tua vita è con lui… non devi rinunciare al tuo per sempre in cui hai sempre creduto.. gli uomini sbagliano e a volte devono sbagliare tanto per capire.. ma ringrazia Dio che l’hai saputo dopo e non durante.. mentre tutto questo succedeva.

    Direi che questa circostanza depone a tuo favore cioè ti ha evitato il peggio e ti ha mostrato che LUI ha scelto TE.. . se lui ti voleva lasciare l’avrebbe fatto, se non te l’ha detto è perchè non voleva farti soffrire.. è chiaro che ti ha mancato di rispetto ma gli uomini non hanno il coraggio che avremmo noi, hanno paura di perdere tutto.. e cioè tutto quel poco di rispetto che gli rimane quando con il tempo vedono le conseguenze delle cavolate che hanno fatto.. non parlo per il bambino per carità, che è sempre un Dono, ma perchè ora vede il male che comunque tu soffri per colpa sua.. quindi ti raccomando

    SII BENEVOLENTE…e NON TI PENTIRAI MAI..

    rifarsi un’altra vita vuol dire PERDERE DEFINITIVAMENTE QUESTA PARTITA che invece vincerai tu con la tua forza senza rinunciare al tuo sogno del giorno del matrimonio cioè del PER SEMPRE con lui..
    chi lascia sull’onta di un moto di orgoglio, rabbia, perde TUTTO ciò che aveva e anche la pace.. purtroppo….ho un’amica che non ha avuto la forza di rimanere con chi l’aveva tradita neanche per suo figlio!!!.. ma se ne è pentita amaramente, anche perchè nonostante sia rimasto un ottimo rapporto tra i genitori, per il figlio adolescente non è stata assolutamente la stessa cosa.. un figlio che vede che tutto nel tempo si risolve anche dopo problemi seri ha una FIDUCIA nella VITA che nessuno psicologo, nessun amico, nessun maestro, nessuno sport, gli potrà dare..
    Guarda chi non perdona non ha pace, perde il sogno, il presente ed il futuro .. decisamente un prezzo TROPPO ALTO.. che devi pagare per uno sbaglio ALTRUI!
    vai avanti con l’orgoglio di chi sceglie di amare.. alla fine conterà solo questo..e questo ti darà DIGNITA’ e vero AMORE PER TE STESSA..e anche tuo marito ti ONORERA’ e non mancheranno occasioni perchè te lo dimostri e ti faccia capire quanto SOLO TU, SOLO la tua comprensione lo faccia sentire ancora un uomo…
    io ho perdonato ieri e la pace che provo è bellissima dolce nuova grande… è questa l’altra mia vita!!!

    Dio ti benedica!

    ti abbraccio

Pagine: 1 2 3 4 5

Lascia un commento

Massimo 2 commenti per lettera alla volta

Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso browser (da qualsiasi browser e dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili