Salta i links e vai al contenuto

Sono io che allontano le persone?

Premettendo che non cerco una storia seria ma vorrei capire cosa si prova ad avere una relazione vi pongo una questione: molto spesso mi capita di conoscere dei ragazzi che apparentemente o talvolta esplicitamente si mostrano interessati o comunque “ci provano” con me. Quando però è il momento di farsi avanti e scrivere si tirano indietro e rimango sempre con molti interrogativi; vi è mai successa una cosa simile? Sono io che allontano le persone a causa del mio comportamento a volte alterato dall’imbarazzo e dal disagio o non piaccio a nessuno seriamente? Ai ragazzi volevo chiedere in base a cosa contattate o meno una ragazza. Grazie per l’attenzione

L'autore ha scritto 4 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso - Relazioni

10 commenti

  1. 1
    lucyinthediamonds -

    Sì, è probabile che fraintendano il tuo imbarazzo credendolo un rifiuto. Non è colpa tua, ma prova a essere più aperta e amichevole. Poi ai ragazzi piacciono quelle che fanno il tira e molla, cioè sdolcinate e poi invece distaccate e così in alternanza. Te lo dico per evitare che passi da quella che sembra altezzosa/ se la tira all’eccesso opposto della friendzonata. Per cui sii sdolcinata e piena di smancerie e poi invece ti distacchi, altrimenti finisci nell’altra categoria non desiderabile della zerbina (cioè quella sempre a disposizione). È un equilibrio delicato da imparare per non sbagliare più. Dai affettuosità ma non troppo. Insomma moine e smancerie a go go, e poi ti ritiri, e quando ti ricercano ricominci e così via. Di sicuro non ci perdi.

  2. 2
    Rossella -

    Avete a disposizione infiniti canali per passare dal colpo di fulmine al sodalizio d’amore. Ci sono: la famiglia, la religione, la politica, il calcio e una serie di situazioni che mettono a nudo la reciproca visione del mondo. Bisogna “scegliersi” per unirsi nella vita… per sentirsi uniti e a proprio agio in tutte le situazioni, comprese quelle che non interessano a uno dei due (la mancanza di condivisione talvolta rischia di dividere)… infondo e’ giusto conservare il proprio gusto e il proprio carattere… Se non hai voglia di fare una cosa non finisce il mondo. Se la ignoro non dovrebbe essere un problema. Non posso sapere tutto. Lo stesso vale per lui. Che dire? Non ti scoraggiare. Evidentemente non hai ricevuto l’invito giusto per te. Si esordisce sempre dicendo: -che fai stasera?- In che senso? Prima bisognerebbe domandarsi con quale spirito si fanno le cose. -Vai a messa?- Vuoi che ti accompagni?- o – Il sabato esci?- Ecc.

  3. 3
    Tic -

    Beh io sai credo di avere il tuo stesso problema, non mi ritengo una brutta persona ne esteticamente ne caratterialmente pur con i miei difetti (chi non ne ha) ma ad esempio in discoteca come mi avvicino ad una ragazza in maniera non invadente o le dico solo ciao questa bisbiglia con la sua compagna di ballo, fa la faccia disgustata come nemmeno la si farebbe ad una cosa ripugnante e se ne vanno via stizzite, tutti dicono di non prendersela ma ogni volta mi fa male. Purtroppo io non ho abbastanza muscoli gonfi d’ acqua, abbastanza numeri romani o frasi in corsivo o iniziali tatuati ovunque, abbastanza metallo addosso e soprattutto non approccio le ragazze con offerte di alcoolici o sostanze stupefacenti ed ho un comportamento abbastanza posato anche se mi scappano bevute 3/4 birre e sono un po’ allegro (decidiamo un sobrio a turno che guidi). Altri invece che sono tutto ciò che io ho citato bene o male rimorchiano sempre e sono peggio di me esteticamente e caratterialmente o se non altro sono invadenti, petulanti e/o al limite del coma etilico.
    Ora veniamo alla seconda tua domanda: io personalmente sono strano per come si vede la donna oggi: sarò pazzo ma tutto ciò che gli altri definiscono antisesso in una ragazza me ne fa innamorare. L’ abbigliamento posato, il carattere riservato o un po’ timido, l’ essere affettuosa, la semplicità anche delle piccole cose, la serietà tipo non tradire il partner che oggi invece sembra da stupidi. A me ad esempio lo stereotipo della ragazza col pesante pigiama di flanella o appena sveglia e ancora mezza addormentata fa letteralmente impazzire io me la strapazzerei di coccole. Scusatemi ma io sono così, tutte dicono di volere uno che apprezzi una ragazza in quel modo ma fatto sta che ad oggi non ho una ragazza da quasi 2 anni e tutte mi schifano o mi emarginano mentre quelli sopraccitati fanno faville. Ragazzi come ho scritto di essere io ce ne sono ancora, sono nascosti un po’ ovunque ma nessuna o quasi li valorizza, non demordere un giorno troverai chi ti apprezza.

  4. 4
    Sofia -

    A me non è mai successo…ma evidentemente se ti capita spesso..è una cosa che dipende da te…devi essere più dettagliata a spiegare il tuo comportamento nei confronti di un ragazzo quando lo conosci…se non spieghi bene non possiamo consigliarti bene!

  5. 5
    matteob -

    Cara tottilotti,

    Finalmente una donna che fa la fatidica domanda!
    Io personalmente sono esattamente come Tic, un ragazzo semplice completamente diverso dai miei coetanei (ho 24 anni).
    Solitamente io non amo andare in discoteca, primo perchè odio ballare e secondo preferisco conoscere le persone in una situazione più amichevole e meno caotica. Di carattere sono molto timido ma quando conosco una persona mi sciolgo. Voglio conoscere bene una ragazza perchè una può essere anche la più bella dell’universo ma se hai il cervello di una gallina allora vali 0.
    Capisco perfettamente il fatto che la donna aspetti che sia l’uomo a fare la prima mossa: questo ti fa capire chi è veramente interessato e chi meno.
    Da uomo ti posso dire che se ti piace un ragazzo fagli capire che sei interessata a lui. Senza zerbinarti o metterti a sua disposizione, basta venirsi incontro a vicenda: se ti piace rispondigli tranquillamente, chiacchera lancia argomenti di conversazione e vedi se lui ne lancia a sua volta. Questo può aiutarti a capire com’è. In pratica è giusto non svenderti facilmente ma neanche rendere la vita impossibile.
    Ora qui aggiungo un’altra cosa e una domanda: molti uomini me compreso preferiscono il contatto faccia a faccia, scrivere sms mi mette il panico non so cosa dire di preciso, ma non perchè non sanno arrivare ai fatti semplicemente è il mezzo che crea questa situazione. Quindi chiedo a te e alle altre lettrici: se un uomo vi chiede il contatto cosa vi piacerebbe ricevere o sentire? Cioè cosa è meglio fare? Preferite un’uomo che vi cerchi o uno che si faccia sentire ogni tanto? È giusto chiedere subito un uscita insieme, anche da soli? Oppure no? Come fare a non risultare invadenti? Insomma sfruttiamo l’occasione per scambiarci punti di vista!

  6. 6
    tottilotti -

    Grazie a tutti per avermi risposto e fornito consigli molto utili. Dato che forse sono stata vaga nel descrivere il mio comportamento ora mi spiego meglio: sono una ragazza dal carattere definito e mi piace essere indipendente, nell’approccio con il genere maschile mi definirei impacciata, cioè spesso mi comporto in modo esagerato non per attirare l’attenzione ma solo per imbarazzo. Mi è stato detto da amici che risulto fredda e scostante nonostante io cerco di essere dolce e carina. Credo di essere troppo timida e di abusare dell’ autoironia che mi contraddistingue. Fino ad ora quasi nessun ragazzo si è interessato a me dopo qualche uscita (nonostante come avrete capito non sono una ragazza “facile”). Per rispondere alle domande di matteob io ti direi di essere te stesso e cercare di avvicinarti e dare segnali positivi alla persona che ti interessa;magari chiedile di uscire prima in gruppo e poi, se anche nelle uscite con gli amici vi appartate o comunque vi trovate in sintonia, incontrala da solo. Grazie di nuovo e spero di essere stata esaustiva

  7. 7
    michelle -

    Tic sei un grande, non cambiare 🙂

  8. 8
    rossana -

    Tic, Matteob,
    è stato un piccolo piacere leggere i vostri post. vi auguro la fortuna di poter incontrare chi vi sappia apprezzare.

  9. 9
    Gaudente -

    quote “Quando però è il momento di farsi avanti e scrivere si tirano indietro”

    scusa ma non mi e’ ben chiaro perche’ quando si fanno avanti dovrebbero “scrivere” , volevi dire “scopare”?

  10. 10
    tottilotti -

    No no intendevo proprio scrivere.. Nel senso che dal vivo mi parlano e si dimostrano interessati ma poi non mi cercano

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili