Salta i links e vai al contenuto

Sono triste in gravidanza

di

Ho 28 anni, sono sposata da  5 e sono in attesa  della mia prima figlia. Quando  ho scoperto di essere incinta, dopo più di un anno  di tentativi, dapprima  ho provato gioia perché  cominciavo a pensare di non poter aver figli ma poi la paura ha preso il sopravvento. So che tutte le donne del mondo partoriscono, alcune molto ginvani, ma ho tanto paura del dolore del parto e ancora di più di non essere in grado di occuparmi di un neonato. Sto spesso male e la ginecologa mi ha messo a riposo assoluto, sono sempre molto stanca ma devo cmq occuparmi della casa perché non ho nessuno che mi aiuti. Mio marito lavora tutto il  giorno e non può tornare a casa per pranzo. Più del dolore  (ho contrazioni precoci), mi pesa la solitudine. Ho poche amiche e per lo più opportuniste che non sono mai venute a trovarmi e non mi cercano ora che non posso andare in discoteca o per locali. Ho solo il mio cane come compagnia. Per lo più non mi sento attraente, mi pesa non potermi vestire come voglio e il fatto che mio marito non mi desideri come prima, mi pesa non fare più vita mondana. Non vedo l’ora che arrivi il week-end per uscire ma poi non si esce perché mio marito è stanco  (per uscire con me ma non se glielo chiedono i suoi amici). Non capisce quanto mi sento sola e triste. sono sempre stata una bella ragazza ma  ho iniziato a trascurarmi perché mi vedo grossa e per niente attraente. Sono triste e temo che questa  tristezza non se ne andrà nemmeno con l’arrivo della bambina, ho paura di non essere in grado di occuparmi di lei come si deve, che la mia vita cambierà e che non avrò  mai più tempo per me e per fare le cose che mi piacciono. Ho paura che il mio corpo non torni quello di prima e che non sarò mai più attraente agli occhi di mio marito. So che non sono belle sensazioni da provare ma ho paura di non essere pronta a diventare mamma. 

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere con argomenti simili:
Continua a leggere lettere della categoria: Famiglia - Me Stesso
Una lettera scelta dal caso proprio per te...

11 commenti a

Sono triste in gravidanza

Pagine: 1 2

  1. 1
    Itto Ogami -

    Scusa la domanda… ma ce n’è mai stata una “pronta a diventare mamma?”. E la cosa vale anche per gli uomini… ma chi è “pronto a diventare padre?”. E uomini e donne che non hanno avuto dubbi e ripensamenti prima del matrimonio ?

    Ogni cambiamento fa paura. Perché noi sappiamo quello che avevamo prima e non conosciamo ciò che verrà dopo.

    Ti do qualche statistica… al 95 % le cose non cambiano, o meglio, rimangono generalmente le stesse, salvo qualche modesta variazione. Al 5 % le cose cambiano di molto, ma in linea di massima ciò non determina crisi, ma piuttosto “progresso”.

    Riguardo alle tue condizioni fisiche (aspetto e bellezza), considera questo: in sala parto non è che generalmente le donne vanno dopo essere state a farsi le unghie, e i capelli… E’ un momento “drammatico”, “ospedaliero”, in cui i fluidi del corpo vengono fuori come una fontana… e il bambino che nasce non appare esattamente come nella pubblicità dei pannolini…

    Quando una donna aspetta, ci sono 10 milioni di dubbi. Quando il bambino nasce, ci sono 10 milioni di soddisfazioni.

    Devi avere pazienza. Aspettare. Nel mondo di oggi c’è troppa fretta di risultati… prenditela comoda, la natura farà il suo corso così come DA SEMPRE è avvenuto. Anche per te.

    Semmai potrai bearti di andare dal parrucchiere con la tua bambina, ben presto…

    E riguardo a tuo marito.. anche lui vive il suo momento drammatico… per cui, nell’interesse della bimba che nasce, datti pace. Però nel frattempo, con calma, parlane con lui.

    PS: c’è un momento in cui le donne diventano Donne e smettono di essere ragazzine. Non si può giocare in eterno, prima o poi non saresti piu’ soddisfatta di ciò che facevi prima. Adesso hai una nuova strada, aperta per te da questo evento. Goditela.

    Ciao

  2. 2
    Sofia -

    ragazza mia benedetta quante quante paure!!! E soprattutto quante sensazioni brutte ( che non fanno ovviamente bene alla tua bimba) santi numi!!
    Allora per prima cosa calmati OK…rilassati e ascolta questi consigli…

    *devi imparare a rilassarti perché queste sensazioni e vibrazioni fanno male alla bambina..lei le percepisce e pure lei diventerà nervosa! Quindi è importante che per prima cosa stai calma fisicamente ( anche io ho avuto un figlio e avevo paura del parto..ero andata da una dottoressa omeopata che mi ha aiutata molto con medicine naturali che rilassavano e aiutavano ….persino medicine da prendere il giorno stesso prima di partorire…medicine ovviamente che non facevano male e che si potevano assumere durante la gravidanza..sempre molto importante chiedere appunto se creano danni o no..ma nell’omeopatia e erboristeria è difficile creino danni …quindi datti da fare informati e chiedi e vai ovviamente a pagamento da una dottoressa brava e parla apertamente con lei..vedrai che ti seguirà fino alla fine gravidanza e ti darà cose per cui starai più serena)

    *seconda paura…non credi di essere in grado di occuparti di un neonato!
    Lo sarai invece…perché avrà il sopravvento l’amore e l’istinto di madre.. Spero che tu abbia tua mamma che ti potrà aiutare e sostenere!
    Comprati già adesso subito dei libri a tal proposito..cerca su internet libri su come prendersi cura di un bimbo fin da piccolo..ne è pieno! Mandali a prendere e studiali fin da adesso….non farti trovare impreparata..vedrai come ti serviranno! E vedrai dopo che tutto ti verrà d’istinto e le cose da fare ti verranno spontanee..

    *ti devi occupare della casa OK..tuo marito in realtà dovrebbe aiutarti!
    Non fare lavori pericolosi o lavori rischiosi…l’importante sei tu e tua figlia non la casa!

    *so che la solitudine è brutta ma è molto peggio avere amiche di merda come ovviamente lo sono le tue!
    Rallegrati di averle perse perché hai potuto vedere che contano un cazzo!

  3. 3
    Sofia -

    Che te ne fai di amiche stupide e superficiali? Non ti sono di aiuto in nulla! Non saprebbero manco dirti una parola per sollevarti..quindi capisco la tua delusione ma è meglio averle perse!!!

    *hai il cane come compagnia..gli animali valgono mille volte più delle persone…stai Tranquilla che loro non ti abbandoneranno ma
    i.

    *il fatto di non sentirti più attraente è normalissimo ma vedrai che dopo la gravidanza tornerai più bella e in forma di prima!
    Se tuo marito ti trascura e non ti desidera è un coglione! Perché in questo momento dovrebbe amarti il doppio visto che dentro di te c’è tua figlia!!!!

    *non trascurarti ma continua a prenderti cura di te stessa! Fallo per te come donna perché tu vali tantissimo e non dimenticarlo mai!!!

    La tua vita cambierà di certo ma se tu sarai forte e sicura di te riuscirai ad avere la vita che vorrai…non dimenticarlo..

  4. 4
    Marius -

    Premesso che come vedi dal mio nick sono uomo quindi non posso esserti utile come esperienza vissuta dal momento che ovviamente non ho mai partorito personalmente, vorrei dirti che la paura del “non essere all’altezza” è una cosa comune e si verifica in mille circostanze della vita.
    Del resto come si suol dire “nessuno nasce imparato” giusto?
    Allora cerca di vivere la gravidanza con una maggiore serenità e senza un’eccessiva paura e un ingiustificato senso di inadeguatezza.
    Quando affrontiamo qualcosa che non conosciamo siamo tutti inadeguati.
    Col tempo ed affrontando le cose un passo alla volta sono sicuro che sarai perfettamente in grado di far fronte alle necessità della bimba.
    Del resto già il fatto che tu sia consapevole delle difficoltà che verranno è un ottimo inizio (a differenza di tante che nemmeno si rendono conto di quello che stanno facendo).
    Per il discorso amici, come ho detto altre volte, secondo me l’amicizia è un sentimento che non esiste.
    Esiste un reciproco legame causato da interessi comuni che però nel 99% dei casi col tempo, quando vengono meno questi interessi comuni svanisce.
    Sarebbe bene anche parlare col tuo uomo facendogli presente le tue paure e le tue preoccupazioni, esattamente come hai fatto con noi.
    Ad ogni in modo in bocca al lupo per il vostro futuro.

  5. 5
    Gimmy -

    Carissima amica, le tue sono paure lecite in quanto sei alla tua prima gravidanza e come giusto che sia è normale sentirti addosso il peso dell’apprensione o dell’inadeguatezza; molte donne diversamente da te, affrontano questo momento con grande spigliatezza e serenità, perchè hanno la fortuna di vivere la gestazione, in maniera asintomatica, per cui da un certo punto di vista si immergono in questo meraviglioso percorso più risolute. Solitamente in questi casi, cè sempre la mamma che primeggia in supporto alla figlia, perchè con la sua esperienza sà sempre come toccare i tasti giusti per rendere meno traumatico, il naturale senso del dono alla vita. Il cambiamento del tuo fisico và solo accettato, perchè si sta preparando a dare forma, consistenza, nido, forza, amore alla tua bambina, che tra le altre cose ti riempirà le giornate e faranno scomparire il vuoto della solitudine che senti fortemente. Potrai ritornare ad essere te stessa con i giusti tempi e con una vita mondana sicuramente diversa da quella finora vissuta, ma certamente non meno emozionante. Dovresti tirare le orecchie a tuo marito perchè in questa fase che non è solo una parte individuale tua, dovrebbe fare il suo dovere e collaborare nel renderti la gravidanza meno difficoltosa, aiutandoti con le dovute attenzioni e non trascurarti in quanto state per trasformarvi insieme in una famiglia; e le parole accompagnate a gesti di buonsenso renderebbero il rapporto più rassicurante. A voi secondo me vi frega l’innocenza del non sapere, dovreste mettervi seduti a parlare un po più apertamente di ciò che state vivendo e cercare di tirare fuori i vostri pensieri, perchè suppongo che anche lui sia spaventato, ma maschera il tutto con il lavoro, le uscite con gli amici o censurando l’argomento. Ti invito a parlare con lui dei complessi infondati e raggiungere insieme quell’armonia che ti manca, nel tuo stato gli sbalzi di umore sono assolutamente comprensibili e più accentuati.

  6. 6
    Gimmy -

    Diventare genitori è una responsabilità non concessa a tutti, penso che nessuno nasce pronto a questo evento, ci si prepara mentalmente ma poi il tutto assume una sua naturale dimestichezza a compimento del fatto come quando s’impara un mestiere. In quanto alla paura del parto sai che puoi scegliere di avere il cesareo e con l’epidurale non sentire il dolore? Ora io non sono una donna e non conosco certe dinamiche perchè non sono mai stato padre però informarti come suggerisce Sofia e farti chiarire tutti i dubbi dalla tua ginecologa sarebbe un buon principio per evitare di farti arrivare meno titubante e paurosa. Auguri per il lieto evento. Ciaoo

  7. 7
    Yog -

    La depressione pre-partum è rara, ma esiste. In realtà è molto più temibile quella post-partum, perciò intanto che sei a tempo chiedi un consulto psicologico: nel tuo caso la narda – quale rimedio allotropico principe – non è prescrivibile per ovvii motivi.
    Dal punto di vista fisico, se ti fa paura il dolore c’è l’epidurale: non sentirai assolutamente nulla a parte il fastidio, tollerabilissimo, dell’inserzione; sulle tue amiche mi pare che si sia espressa con alate parole e cauti eufemismi l’ottima Sofia, e così anche su tuo marito, perciò mi limito a confermare la realtà degli asserti.
    Sul cambio di status che subirai diventando mamma, te ne farai una ragione, è la vita bellezza.

  8. 8
    Claire -

    Sono certa che tu sia una bella donna ed anche intelligente capace di analizzare le sue emozioni… Mi sento molto sola anche io, ho perso nel giro di poche settimane l’uomo che amo senza spiegazioni (scoprendo che forse lo amavo solo io) e come se non bastasse il mio lavoro. Senza parlare di quanto le poche amicizie che ho se ne freghino totalmente di me e di come mi sento. Un periodo davvero di sconforto, ed io lo passo aleggere, a piangere, a cambiare stanza pigramente come fosse cambiare attività, non sapendo da dove ripartire per programmare la mia vita… Soffro da morire e mi mancano il mio amore ed il mio lavoro. Leggo la tua lettera e mi commuovo perchè non sai quanto avrei desiderato avere un bimbo con lui, credo che non potrò mai più amare così tanto… Ma tornando a te, io penso che tu abbia già analizzato molto la tua situazione solo scrivendo e allora quello che ti consiglio è di provare ad essere felice con quello che hai perchè fidati che ne hai di motivi :)… Hai un figlio dentro di te, un compagno da amare, una casa di cui occuparti ed un bel cagnolino di cui occuparti… Prova a truccarti, a sistemarti un pò i capelli e magari a prendere qualche abito nuovo seppur premaman, accarezzati, coccolati con delle creme, improfumati e nel weekend se il tuo compagno è stanco avvicinati a lui, senza rabbia, senza nervosismi, cucinagli qualcosa di buono, vedete un film e apprezza ciò che hai, tornerà anche il tempo per uscire… Non essere drastica con le tue amiche, anche se ti capisco bene, prova ad organizzare un caffè o una cenetta e se sono amiche vere spiega loro come ti senti e cosa vorresti! Leggi molto, cucina, datti a qualche hobby… Sei incinta, non sei malata, apprezza questo momento speciale, questo dono bellissimo che stai vivendo e pensa alla gioia perpetua che ti darà tua figlia :)

  9. 9
    Gaudente -

    solita donna che non sa quel cazzo che vuole…

  10. 10
    Yog -

    Gaudè, questa è incinta, mica le passa come ar raffreddore. ‘Sta malattia se cura in trintanni, mica in ‘na settimana.

Pagine: 1 2

Scrivi un Commento

I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18, 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica etc) o promozionali. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema": per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
(1) modifica possibile prima della pubblicazione solo dallo stesso computer del commento (da qualsiasi postazione se hai fatto il LOGIN).
(2) i commenti fuori tema vengono cancellati alla sessione successiva; le risposte ai commenti fuori tema non vengono pubblicate, è possibile però rispondere in Chat.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili
Ricorda che sei personalmente responsabile di quanto scrivi su questo forum: prima di inviare il commento verifica che non infranga norme di legge e che non arrechi danno, non offenda la reputazione e non violi la privacy di alcuno.