Salta i links e vai al contenuto

Instabilità emotiva

di

Mi ritrovo a scrivere su questo sito, dove però ho notato esserci scarsa comprensione da parte della maggior parte degli utenti che commentano con risposte secondo loro esilaranti, ma che rivelano solamente la loro pochezza…ad ogni modo, ho bisogno di sfogarmi e spero che qualche anima pure e pia ci sia ancora nel mare di persone che navigano qui e che a rispondermi eventualmente siano persone con tatto che usino sensibilità e partecipazione emotiva.
Recentemente mi ero riavvicinata ad una persona a me cara, ma puntualmente proprio nello stesso periodo, a distanza di un anno, sono stata “mandata via”. Propriamente lui mi ha bloccato qualsiasi porta di accesso per arrivare alla sua persona, senza neanche prima affrontarmi direttamente; difatti ritengo che sia stato un comportamento non solo scorretto ma soprattutto molto immaturo…tenendo conto del fatto che mi siano state dette cose importanti in questo periodo di riavvicinamento non indifferenti e che quindi “cacciandomi” di nuovo e facendomi rivivere una perdita simile alla precedente non ha fatto altro che devastarmi molto emotivamente. Ho passato alcuni mesi stando male psicologicamente e somatizzando il malessere fisicamente, ad oggi sono ancora molto instabile: mi basta qualsiasi cosa, un evento reale, una scena di un film, una frase di un libro, un niente che abbia qualcosa di vagamente emotivo per farmi sentire talmente scossa all’istante, che scoppierei in lacrime continuamente senza più smettere se solo potessi…ma per non destare preoccupazione appunto, mi trattengo o almeno ci provo, tranne quando sono sola specie nell’unico momento della giornata in cui sono davvero sola con me stessa: la notte…in cui ci sono maggiormente flussi di coscienza e mi capita spesso di esplodere in lacrime salate e non riuscire a fermarmi. Nonostante l’acuta sofferenza, penso sia buono cacciar fuori tutto il marcio, che sia catartico per la mia anima, lavare col pianto tutto ciò che le nuoce. Ma pur sapendo che è questo l’unico modo per andare avanti, cioè attraversare tutto il dolore finché non sarà esaurito, mi chiedevo se qualcuno avesse dei consigli da darmi su come affrontare questo periodo delicato, perché ci sono momenti in cui davvero mi sembra impossibile la prospettiva di pensare positivo. Odio che la mia condizione emotiva e psicologica debba dipendere da qualcun altro, ma è spesso così…come in questo caso e anche per questo chiedo consiglio. Insomma sto vivendo delle giornate infernali a causa dei comportamenti altrui e mi chiedo come possa uscirne, perché ritengo che nessuno meriti una sofferenza del genere, soprattutto se non ha gravi colpe, se non nessuna ( non vado nel merito per non divagare ) . L’amore per chi non ci merita sembra sprecato, inutile, doloroso…più che “sembrare”così, lo è effettivamente e questo tipo di amore mi sta consumando in senso negativo. Sarei molto grata se qualcuno mi dicesse come la pensa…tutto qui, non pretendo molto, dato che realisticamente non potrei chiedere altro che pareri. Grazie a tutti coloro che spenderanno qualche minuto del loro tempo nel leggermi e magari rispondere.

L'autore ha scritto 2 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere con argomenti simili:
Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Me Stesso
Una lettera scelta dal caso proprio per te...

18 commenti a

Instabilità emotiva

Pagine: 1 2

  1. 1
    Angwhy -

    E’vero a volte interveniamo in modo un po cinico,ma rileggi la tua lettera,è la solita,contiene gia tutte le risposte o meglio quelle che vorresti sentirti dire.sai,non c’è molto da aggiungere,che cosa vuoi che succeda a te di diverso rispetto a tutti gli altri.nulla,ti passerà,troverai qualcun altro e magari farai piu attenzione a chi hai di fronte(forse)

  2. 2
    Suzanne -

    Sherry, Battisti cantava: “che non si muore per amore è una gran bella verità…”.
    É un abbandono e quindi si affronta come un lutto: si attende che il tempo scorra fino a quando ci si accorge, improvvisamente, che la bufera è passata e noi siamo ancora vivi.

  3. 3
    Xleby -

    “Ma lui si metteva su questa difensiva,anche con un pò d’ironia.”

    Dalla tua precedente lettera… Quando è così non ci sono santi che tengano, mi è capitata una situazione simile. Non posso non notare che dopo un anno sei allo stesso punto di prima. Ragazza, te la devi far passare… Fin quando un giorno lo vedrai e capirai che nn provi più nulla è che in realtà non eravate così uguali… A me così è successo.

  4. 4
    Yog -

    Infatti, la tua lettera è uguale a quelle di tutti gli altri a cui è stata tirata la sòla. Rilassati, aspetta tre mesi e cambia capitolo. Non scoraggiarti. In fondo, per una porta che non si apre, ce ne sono mille altre che si chiudono.

  5. 5
    Sofia -

    Non è ben spiegata la tua lettera.. È incompleta! Se volete veramente aiuti e pareri dovete imparare a scrivere bene! Non parlare un senso vago e con solo pochi spunti qua e là….

    Cmq l’amore è semplicemente merda!tutto qua!

  6. 6
    Golem -

    “L’amore per chi non ci merita sembra sprecato, inutile, doloroso…più che “sembrare” così, lo è effettivamente e questo tipo di amore mi sta consumando in senso negativo.”
    Infatti, non “sembra” sprecato, LO È. È inutile.

    Comunque consolati, con la frase che ti ho riproposto tu quanto meno hai
    intuito che non si deve sprecare la cosa più bella che abbiamo con chi la umilia.
    Mettiti psicologicamente dalla parte di chi ha ragione. E soprattutto, d’ora in poi in qualche modo impara a dipendere solo da te stessa. Sei l’unica su cui potrai fare affidamento per sempre, pensa.
    Mendicare attenzioni amorose è più degradante che farlo per denaro.
    Ma poi Sherry, non bastava il primo rifiuto? No? Un’umiliazione dovrebbe essere sufficiente per non ricadere nello stesso errore.

  7. 7
    sherry -

    Angwhy in un certo senso hai ragione,ma vedi spesso parlando dal proprio punto di vista su qualcosa,non è così scontato che si dirà qualcosa di prevedibile…difatti i vostri commenti mi hanno dato per lo meno una sensazione di “calore” e “vicinanza”.E’ vero comunque Suzanne che per amore non si muore :)…e in certi casi dobbiamo capire che meritiamo di più.Xleby non sai quanto io non vedi l’ora di provare solo indifferenza! Arriverà quel momento,come è capitato anche a te…grazie a tutti per le risposte! :D

  8. 8
    Piccola78 -

    Ciao Sherry, concentra la tua energia non nel rimuovere il vecchio ma nel costruire il nuovo. Vuol dire che, volente o nolente, devi guardarti intorno, perché solo quando avrai rimpiazzato l’amore perduto, quel vuoto sarà colmato.

    Conosci altre persone, anche se non ne hai voglia; no contact con l’uomo che ti ha lasciata.

    Se ti dedicherai ad altro o ad un altro, lo rimpiazzerai, ed il tuo vuoto sarà presto colmato, e smetterai di soffrire.

    Concentrati sulle nuove grandi opportunità della tua vita e smetti di guardare quella porticina piccola piccola che si è appena chiusa.

    Ringrazia, sorridi, prega e pensa in modo positivo e vedrai che la Provvidenza ti aiuterà prestissimo.

  9. 9
    sherry -

    Scusate non era mia intenzione essere vaga,ho cercato di essere sintetica dato che di solito non lo sono,così stavolta ho raccontato anche di meno sull’accaduto,facendo una sintesi per raccontarne solo il succo. Comunque devo dire che ognuno di voi mi ha dato qualche dritta giusta su come poter reagire al meglio…:) vi sembrerà banale,ma ne avevo bisogno di sentirmi dire qualcosa che in fondo forse già so….evidentemente perché spesso se non ce lo sentiamo dire non riusciamo da soli a metterlo in atto completamente. Ringrazio di nuovo tutti e proverò davvero ad avviarmi verso un futuro senza rimpianti,non guardandomi indietro ma intorno e avanti e come ha detto qualcuno provando e riprovando a dipendere solamente da me stessa! :)

  10. 10
    Xleby -

    Non è indifferenza: quella storia non avrebbe funzionato comunque, ma non mi ci sono autoconvinto, non è che si dice quando uno all’uva non ci può arrivare… Semplicemente non mi manca quella persona… Ovviamente in questi casi si passa dalla rabbia perché tutti i ti voglio bene sono percepiti come una presa per il culo… Da quello che ho capito stando con lui ti distraevi da tutti i problemi e pensieri sui problemi che fai nella tua mente! E allora è normale che tu abbia preso lo stare con lui come una rivalsa della vita che ti stava dando quello che ti meritavi finalmente! Volevi rendere eterna questa idea di felicità… Ma scappavi solo da te.. È una fuga, è una favola della tua mente! Lui era solo uno strumento egoistico, ti avrebbe fatto bene i primi tempi, non dico che non dovevi concedertelo questo trastullo, però hai avuto la sfortuna che ti è andata male… D’altronde la vita è fatta di illusioni e non c’è nulla di male nel viverle (non è un tono pessimista…) Ma i sogni spesso si rivelano incubi… Nel migliore dei casi se ne prende consapevolezza, succederà anche a te

Pagine: 1 2

Lascia un commento

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili
Ricorda che sei personalmente responsabile di quanto scrivi su questo forum: prima di inviare il commento verifica che non infranga norme di legge e che non arrechi danno, non offenda la reputazione e non violi la privacy di alcuno.