Salta i links e vai al contenuto

Banca Popolare di Vicenza, impossibile vendere le azioni

Sono un cliente della Banca Popolare di Vicenza. Negli anni ho acquistato delle azioni, non quotate, di questa banca. Le ho acquistate con la promessa dell’operatore bancario secondo la quale in due mesi, in caso di necessità, sarei riuscito a venderle.

Purtroppo da qualche anno sono disoccupato. Attualmente sono nell’estrema necessità di smobilizzare, per portarmi a casa i soldi per vivere. Operazione impossibile. Da giugno dello scorso anno ci sto, inutilmente, provando. Davanti a me un muro di gomma. Così sono costretto a mendicare da parenti e amici per campare.

Non riesco a capacitarmi: vivo da mendicante con i soldi bloccati in banca!

Grazie per l’attenzione.

Alberto Checchin

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere con argomenti simili:
Continua a leggere lettere della categoria: Consumatori
Una lettera scelta dal caso proprio per te...

Scrivi un Commento

I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18, 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica etc) o promozionali. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema": per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
(1) modifica possibile prima della pubblicazione solo dallo stesso computer del commento (da qualsiasi postazione se hai fatto il LOGIN).
(2) i commenti fuori tema vengono cancellati alla sessione successiva; le risposte ai commenti fuori tema non vengono pubblicate, è possibile però rispondere in Chat.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili
Ricorda che sei personalmente responsabile di quanto scrivi su questo forum: prima di inviare il commento verifica che non infranga norme di legge e che non arrechi danno, non offenda la reputazione e non violi la privacy di alcuno.