Salta i links e vai al contenuto

Non voglio andare a vivere vicino ai suoi

Lettere scritte dall'autore  Ely80
La lettera è pubblicata a Pagina 1

L'autore ha scritto 4 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

48 commenti

Pagine: 1 3 4 5

  1. 41
    Mary -

    Ciao Lela!La tua gioia per il lieto annuncio è davvero coinvolgente.Certo le cose si complicano,nel senso che mettere fine all’affitto diventa imminente e se non hai una alternativa nell’immediato andare a vivere vicino ai suoceri diventa quasi una fine scontata…la questione è delicata,non vorrei che nella fretta di trovare una sistemazione alternativa a quella che il tuo compagno propone,tu facessi un investimento su un immobile non raccomandabile.Le case degli anni ’40 erano fatte in economia…va anche detto che la gravidanza è un momento importantissimo!Ricordati che il vs.piccolo assorbe tutte le gioie e le tensioni che tu provi dentro di te.Cerca di essere serena altrimenti rischi di far male al piccolo/a.Se economicamente te lo puoi permettere ti consiglio di rimanere in affitto e di cercare con calma e ponderazione una alternativa.Una mia amica per es.si è presa col fidanzato un bel appartamento usato abitabile (1 bagno,2 camere,cucinino e salotto) a 80 mila euro.Loro hanno voluto ammodernarlo e quindi hanno speso sopra altri 20-30mila euro,ma se ti accontenti penso che tu possa trovare qualcosa anche di + recente.tra un po’ di anni puoi sempre affittarlo o venderlo per una casetta.cavolo,mi fa innervosire sapere che certi uomini sono cechi ed incapaci di essere di supporto alle loro compagne.non tutti riescono a capire le problematiche emotive che giustificano noi donne.Se tu ti arrangiassi con il mutuo il tuo ragazzo approverebbe l’acquisto?non sai quanto vorrei esserti di maggiore aiuto!ascolta,se te la senti possiamo sentirci via email.Se non ricordo male hai lasciato il tuo indirizzo in passato.Sempre che tu sia d’accordo lo posso cercare così ci scriviamo in maniera + pratica e privata.Non ti preoccupare,vedrai che una soluzione la trovi!per ora ti auguro un dolce weekend.aspetto tue news.A presto

  2. 42
    lela -

    te lo riscrivo: ladany1982@yahoo.it
    mi farebbe piacere!

  3. 43
    Annachiara -

    Salve a tutte ioi trovo nella stessa situazione mi sono letta tutti i vostri commenti 🙁 sono disperata il mio fidanzato ha una piccola casa vicino ai genitori sopra abitano gli zii e i cugini il lavoro ce l ha vicinissimo ma li è un. Brutto posto isolato non c’è niente. Poi già ora appena qualcuno esce chiedono ma dov’è andato ? Ma che fa? Io già ora quando vado a casa del mio ragazzo non riesco a starci più di una giornata che mi sale l ansia
    . Gli ho proposto 1000 volte di prendere una casa lontano dai genitori ma lui niente…. Non cambia idea io lo amo tantissimo SN sette anni che stiamo insieme io gli ho sempre detto che non volevo vivere li. Farei una vita da schifo zero privacy sempre a mettete conto agli altri.. Io non ce l afaccio più SN sette anni che ci soffro ma lui è irremovibile 🙁 le la tu come hai risolto? Aiutatemi vi prego

  4. 44
    Luana -

    Ciao, ho letto la tua storia e ti capisco davvero. Convivo da 4 anni con il mio ragazzo in un appartamento un po’ stretto, quindi viviamo in questo nido d’amore per una situazione momentanea. Il mio ragazzo mi ha mi ha chiesto di sposarmi. Io sono strafelice per questo ma inizio a preoccuparmi di un fatto simile a te ,Ely: il mio compagno ha un familiare che vive vedovo da solo. Noi abitiamo vicino (7 minuti in macchina) con parenti pure vicini… Un anno fà il familiare ha chiesto a me e lui di fare un cambio casa e mi ha preso un po’ alla sprovvista. Ma io gli ho fatto capire che non sentiamo il bisogno di avere una casa regalata e che ci costruiremo il futuro da soli. Sò che avere una casa è una fortuna però è più forte di me, sento sempre il bisogno di costruirmi il bisogno con i miei sforzi, sono fatta così e lui lo sa. Non ho proprietà e se da un lato sono sfortunata dall’altro sono felice perché mi sento libera di cambiare il mio futuro, non sento il bisogno di andare a vivere a casa dei miei quando non ci saranno più.La venderò o la metterò in affitto.Il problema è che quando adesso parlo con lui e gli faccio capire che non andrò mai a vivere in quella casa nè tanto meno vicino a parenti miei o suoi , lui non esprime nessun parere. Ely sono nella tua stessa situazione perché non sono per niente disposta ad andare a vivere in quella casa, una casa piena di ricordi e dolori tra l’altro. Non mi sentirei a mio agio e non voglio rimanere vicino ai parenti. Ma la cosa preoccupante è che lui non esprime un parere rimandando la discussione…Ma quando ci sposiamo il problema si ripresenta perché avremo figli e la nostra abitazione è troppo stretta e saremo costretti a spostarci…quindi si ripresenta il problema.Sono innamorata di lui, ma ho già fatto dei sacrifici importanti per non vivere a distanza.Adesso non sono disposta a scendere a compromessi e sento un po’ di rabbia perché sembra che lui non sia minimamente disposto a fare un sacrificio.Stavolta…

  5. 45
    Marius -

    Io da uomo capisco perfettamente le vostre ragioni. Anche per me la privacy è una cosa fondamentale e ritengo sia 100 volte meglio un monolocale in affitto piuttosto che vivere nella villetta dei suoceri. Non riesco proprio a capacitarmi di come qualcuno possa abbassarsi ad andare a vivere insieme ai genitori/suoceri, è una cosa che non condivido assolutamente. Piuttosto di vivere una situazione del genere preferirei rimanere da solo. Arrivando al cuore della questione ritengo che se già in partenza non si riesca a mettersi d’accordo su questo fatto sia inutile continuare a frequentarsi, perchè chiaramente si tratta di due visioni completamente differenti ed in contrasto. L’aspetto economico è una scusa, anche perchè se si ha bisogno del sostegno dei genitori/suoceri allora significa che non si ha ancora raggiunto la vera indipendenza. A che scopo allora cercare di metter su una famiglia? Per fare una vita di miseria e di elemosina nei confronti dei suoceri? Abbiate un po più di dignità vi prego! Inoltre spesso da quello che vedo queste situazioni nelle quali le giovani coppie vivono insieme ai genitori non portano a nulla di buono. Inevitabilmente i vecchi vorranno intromettersi nelle questioni della coppia e spesso si arriva alla rottura. Non si contano i casi di divorzio dovuti alla presenza dei suoceri, che per quanto amabili, rappresentano pur sempre un elemento esterno e di disturbo nella coppia.

  6. 46
    666 -

    Nascondere al proprio uomo che si sta cercando di comprare una casa non mi sembra rispettoso, che razza di rapporto è? E sei pure incinta?Ma a cosa pensavi? Speri di fargli pena ora che sei in gravidanza e faccia quello che vuoi tu? A me sembra che tu voglia imporre le tue scelte. Concordo anche io che è meglio non avere genitori e suoceri in mezzo alle scatole ma la cosa deve partire dai figli, se questi permettono certe libertà’ ai genitori cosa si lamentano a fare? Forse in fondo gli fa pure comodo. Come credi che reagirà’ sapendo che la donna che ama fa certi sotterfugi???

  7. 47
    Luana -

    concordo perfettamente con Marius. Certo il mio attuale compagno mi dice che vorrebbe vivere a casa dei suoi dopo 5 anni di convivenza, poteva raccontarmi prima i suoi progetti…aspettava forse il matrimonio per dirmelo? cmq vadano le cose io non cambierò mai idea, se il mio compagno si adatta bene altrimenti prenderemo strade diverse…nonostante sia molto legata a lui. E io sono adattata molte volte alle sue scelte, ho fatto sacrifici per amore, ma in amore non si può solo dare, l’amore è reciproco. Quindi se il mio ragazzo non è pronto a fare un sacrificio per me e pretende solo i miei sacrifici, ha una visione contorta del rapporto d’amore ed è inutile che mi chieda di sposarlo. Mi chiedo ancora perchè il mio compagno mi abbia tenuto all’oscuro dei suoi progetti, nonostante io abbia manifestato diverse volte il progetto di cambiare città, persino all’estero.

  8. 48
    heleonora -

    Ragazze. ..ho letto molti dei vostri commenti…sono in una Situazione simile..2anni e mezzo con un ragazzo. .quando l ho conosciuto aveva appena comprato una casa e in qs anni l ha ristrutturata tutta. X ragioni economiche, dato che la casa e’ molto grande, l ha divisa in due…da una parte lui e dall alte a i suoi. Qd me ne parlava…e non Eravamo ancora nulla, io mi chiedevo cm una donna avrebbe potuto accettare una roba così. Poi mi sono,innamorata. E qs argomento e’ stata fonte d continui litigi, mezzi lasciti e incomprensioni. Io non riesco, e’ proprio fuori dalle mie corde l,idea d and are li’ a vivere. Le entrate sono indipendenti ma voi sapete meglio d me che, col tempo, si creano abitudini, doveri, rese d conto. Purtroppo io non ho nulla da offrire cm alternativa . .ho un lavoro precario e potrei solo andare in affitto. Lui ovviamente con un mutuo da pagar e non mi c verrebbe, ,senza contare poi che gli affitto sono soldi buttati via e che non portano a niente. Mi sono detta d provarci…ma è una cosa che, solo a pensarci, mi fa star MAle. Anche se ho conosciuto i suoi e sono brave persone, ma non m interessa. Penso a tutte le ingerenze, a quanto mi sentire i ospite con loro li. Il fatto e’ che so che sarebbe una scelta d cui poi mi pentirei. Perché x me e’ inconcepibile. Qualcuno che possa dirmi qualcosa ?

Pagine: 1 3 4 5

Lascia un commento

Massimo 2 commenti per lettera alla volta

Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'informativa sulla privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso browser (da qualsiasi browser e dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili