Salta i links e vai al contenuto

Vita all’estero e amore

Ciao a tutti!

Mi chiamo Fabio, 34 anni e vivo in Olanda da tre anni. Sono venuto qui per motivi di lavoro, sono un biologo ed in Italia andavo avanti a contratti a breve termine sottopagati, quindi quando mi si è aperta la possibilità di un lavoro soddisfacente fuori Italia ho deciso di accettare. E dal punto di vista lavorativo è stata sicuramente una buona scelta.
Quando sono arrivato qua ero single da circa un anno. Il mio problema è che sto trovando serie difficoltà a trovare una fidanzata da queste parti e stavo rimurginando se ciò è dovuto solamente a normale sfortuna di non aver trovato la persona giusta al momento giusto o se le differenze culturali che si trovano abitando in un paese diverso dal proprio si facciano sentire. Non mi lamento della mia vita sociale, anzi: ho colleghi simpatici, ho amici con cui uscire, canto in un coro formato solo da olandesi e mi pare di essere bene accetto. Solo, dal punto di vista sentimentale va decisamente male. Se invito una ragazza ad uscire, vedo reazioni strane di tutti i tipi, che spesso non riesco a decifrare, gente che non ti risponde, gente che ti risponde sgarbatamente, addirittura l’ultima (olandese) non mi saluta più da quando l’ho invitata a bere un caffè. Sono stato semplicemente sfortunato oppure è davvero così difficile interagire con donne di paesi diversi? Qualcuno ha qualche esperienza da condividere in proposito? Sono un po’ perplesso…

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso - Mondo

3 commenti a

Vita all’estero e amore

  1. 1
    Olivia -

    Ciao innanzitutto complimenti!anch’io studio biologia e mi complimento per esserti affermato!
    Non ho esperienze dell’estero però ti rispondo perchè mi ha strappato un sorriso leggere le tue disaventure!
    Magari associano l’idea dell’italiano al mascalzone o magari ti sei posto tu in maniera sbagliata.
    Moglie e buoi dei paesi tuoi!Trova qualche italiana trasferita in olanda!Di Italiani fortunatasmente ce ne sono dappertutto!Vai in qualche associazione italica e prova ad invitare ad uscire qualche italiana!Se la reazione è uguale allora forse è solo un problema di eccessivo rossore!=) in bocca al lupo=)

  2. 2
    fabio -

    Bah, effettivamente un po’ timido lo sono, non lo nego: però in Italia non era mai stato poi un problema così importante… magari davvero le straniere si immaginano davvero l’italiano spavaldo e quando si trovano davanti il veneto timido e di poche parole credono che abbia qualche problema 🙂
    Scherzi a parte, grazie della risposta!

  3. 3
    audry -

    Moglie e buoi dei paesi tuoi…decisamente, ad ogni modo sai cosa mi ha colpito di questo post? Il fatto che sia riuscito ad affermarti…anzi ti invidio in virtù del fatto che ho anch’io una laurea in informazione scientifica del farmaco e sono a spasso in tutti i sensi da un anno non solo nel settore scientifico…la mancanza di lavoro tende a farsi sentire in ogni campo…

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili