Salta i links e vai al contenuto

Una brutta famiglia

Sono qui a raccontare la mia storia per cercare di dare una svolta alla mia vita.
Sono sempre stata trattata con freddezza dai miei familiari nonostante fossi la più piccola. Solo mia madre mi faceva sentire il suo affetto.
Quando si ammalò mi presi cura di lei e loro se ne disinteressarono quasi del tutto accusandomi che fossi stata io a farla ammalare. Quando morì avevo poco più di vent’anni.
In seguito ho cercato comunque di costruire un rapporto con loro sforzandomi ogni volta di chiarire eventuali malintesi e ingoiando “rospi” per evitare rotture dolorose ma non è servito.
Ora uno di loro si è trasferito in un’altra città così senza un saluto senza niente.
I miei nipoti ai quali ho sempre dimostrato il mio affetto a mala pena mi salutano e lo stesso fanno con i miei figli.
Tutto questo mi ha lasciato un vuoto enorme dentro il cuore e faccio una fatica immensa per dare una svolta a questa storia.
Cerco di essere forte per i miei figli sopratutto per il secondo che purtroppo ha gravi problemi di salute…
A volte mi sembra che mi manca il terreno da sotto i piedi.
Tra i vari problemi di lavoro, la salute di mio figlio, un padre dispotico che hanno scaricato e non mi resta che occuparmene per quello che posso.
Una domanda mi sono sempre fatta. È possibile che in una famiglia ci possa essere così tanta freddezza e cattiveria?

L'autore ha scritto 2 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Famiglia - Me Stesso

5 commenti

  1. 1
    Carmelo -

    Ciao,
    ma i fratelli tra di loro come si comportano? Hanno messo da parte solo te?
    Racconta qualcosa di più…

    Noi siamo 3 fratelli e una sorella e anche lei mia sorella, la più piccola, mi ha detto di essersi sentita sempre trattata male da noi fratelli, ma per me non è vero. Essendo l’unica femmina si è sentita naturalmente più sola.

    Riguardo ai nipoti, non so l’età, ma i ragazzi di oggi se ne fregano di tutti quelli che non fanno parte della loro vita di tutti i giorni (amici, compagni ecc.) e se hai qualche anno di più per loro sei una nullità.

    ciao
    Carmelo.

  2. 2
    gelsomina -

    purtroppo nemmeno fra di loro i rapporti sono buoni.
    per me che sono molto più piccola di loro,( pensa che tra me e il primo dei miei fratelli passano diciotto anni di età)il loro giudizio e la loro indifferenza nei miei riguardi mi ha condizionato molto e ho fatto molta fatica ad accettare l’idea che semplicemente loro non si sono mai interessati a me perchè avevano la loro vita da vivere.Ti faccio una domanda: quando tua sorella per un motivo o per un altro si trova in difficoltà voi fratelli cosa fate? I miei sono semplicemente inesistenti.
    per quanto riguarda i nipoti hai fatto una giusta osservazione, ci penserò sopra, anche perchè di mezzo non ci sono solo io ma anche i miei figli che sicuramente non sono in grado di capire una ragione simile.Grazie

  3. 3
    Carmelo -

    Gelsomina,
    mia sorella è fortunata perché ha me e comunque in caso di bisogno anche un’altro fratello, mentre il primo ha sempre e solo pensato ai fatti suoi.
    Secondo me potresti comunque interessarti a loro, farti sentire ecc., dimostrando che li vuoi bene nonostante tutto senza però apsettarti nulla in cambio (un affetto a senso unico) oppure chiudi e ti rassegni,. non tutti fratelli si vogliono bene tra di loro, anzi…
    Forse la loro è una specia d’incapacità a voler bene. Come si fa a non voler bene alla propria sorellina di 18 anni più piccola!
    Considerali con un po’ di compassione, non possono perché non sono in grado e forse le cose per te andranno meglio e forse anche loro vedendoti diversa potrebbero migliorare un po’ .

    La stessa cosa coi tuoi fratelli è successa a me con mio padre. Io ad un certo punto ho chiuso i rapporti perché ero arrabbiato con lui per lo stesso motivo. per lui quasi non esistevo e non l’ho più visto per 15 anni
    Ora che non c’è più però, se potessi toranre indietro, mi comporterei diversamente e continuerei a vederlo, perché ho capito che lui si comportava così perché non ci arrivava… non ci poteva fare nulla.
    Quakunque cosa tu faccia però, l’importante è non farsi mettere i piedi in testa, perché quella è un’altra cosa, è questione di dignità.
    ciao.

  4. 4
    gelsomina -

    ciao carmelo,
    mi fa piacere che tu sia un buon fratello per tua sorella.Per quanto mi riguarda ho percorso tutte le strade possibili, anche quella di calpestare la mia dignità.Ho dovuto sbatterci la testa più di una volta, perchè proprio non mi capacitavo.Ora la decisione l’ho presa.So che è l’unica che fa meno male!!!Ma mi sento come quando si chiude una storia importante, con la differernza che un nuovo amore almeno si può sperare di incontrarlo ancora.Ma la tua famiglia purtroppo….Il vuoto che c’è dentro al cuore è immenso…ma la vita va avanti, i miei figli hanno bisogno di una mamma che pensi a loro e un marito che merita una moglie.Pazienza!Tutto quello che potevo fare l’ho fatto,rimpianti non ne potrò avere,forse loro chissà….

  5. 5
    anna maria -

    cara gelsomina ti capisco perché anche io ho una famiglia di schifo e vorrei morire non so come risolvere questo problema ciao

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili