Salta i links e vai al contenuto

Un lampo all’improvviso

Lettere scritte dall'autore  heidi82

Finalmente mi sono decisa a scrivere anche se non so quanto potrà essermi utile in realtà, ma credo che anche solo sfogarmi possa farmi bene.
Da due anni e mezzo sono felicemente fidanzata con quello che per anni è stato il mio migliore amico. Tutto è iniziato in maniera graduale, sembravamo due ragazzini alla prima esperienza. Il nostro è stato un amore che ha dovuto superare molte difficoltà.
Per prima la distanza, non molti km ma la possibilità di vederci praticamente solo nel weekend.
Secondo: lui frequentava un’università molto impegnativa che lo assorbiva in maniera quasi totale.
Terzo: i suoi genitori sono molto possessivi, non gli lasciavano mai la macchina, erano molto rigorosi sugli orari, non volevano che uscissimo, quindi passavamo i weekend praticamente sempre a casa loro.
Premetto che il mio fidanzato è figlio unico e i suoi genitori sono già abbastanza grandi (sulla 60na) e noi abbiamo 25 anni.
Le difficoltà, dicevo, sono state molte, dovute anche al mio lavoro, molto stressante non in sè ma per quanto riguarda il rapporto con le mie colleghe che non mi hanno mai totalmente accettata.
In ogni caso questi due anni e mezzo, nonostante i problemi sono stati stupendi. Abbiamo fatto molti progetti insieme, tra i quali quello di sposarci tra due anni e farci una famiglia tutta nostra.
Finalmente qualche mese fa (dopo un anno e mezzo trascorso unicamente a dare esami e preparare tesi ed esami di abilitazione, anno e mezzo durante il quale io stavo giornate intere a guardarlo studiare pur di stare con lui) lui si è laureato ed è venuto a vivere nella mia stessa via. La sera non vedevo l’ora di correre da lui, ci piaceva la nostra casetta, la nostra intimità.. anche solo stare sul divano a guardar la tv ci faceva sentire realizzati.
Fino a che una sera abbiamo avuto un litigio più brutto del solito (premetto che non abbiamo mai litigato per motivi seri) e lui, che ha bisogno di esser lasciato da solo a sbollire, dal momento che io lo incalzavo per chiarire la questione, mi ha detto di proposito la cosa più brutta che gli venisse in mente, cioè che non mi amava più con lo scopo di esser lasciato in pace a smaltire la rabbia. Io ho vissuto questi due anni e mezzo con la paura che lui mi lasciasse e quando lui ha detto quella frase il cervello mi è andato in tilt.
Dopo però abbiamo fatto pace ed è trascorsa una settimana come se nulla fosse accaduto.
Senonchè una sera, tornando a casa, ho avuto un flash improvviso. Mi sono chiesta “ma io lo amo davvero?” e da quel momento il mio è diventato un pensiero ossessivo che va avanti da 40 giorni circa.
Le prime due settimane ho perso 6 kg, non dormivo e non mangiavo più.
Sono stata visitata da un neurologo e da uno psichiatra.
Il neurologo mi ha prescritto delle punture di ricostituente e una cura di tranquillanti, lo psichiatra non mi ha accettata come paziente.
Ora ho ripreso a mangiare e dormo un po’ di più però lo penso in continuazione e non so cosa fare.
Nel frattempo il mio fidanzato si sta comportando nella maniera migliore del mondo; mi lascia fare qualunque cosa voglio. Mi ha ripetuto alla nausea che a lui importa che io sia felice e se mi sento più felice senza di lui, pazienza.
Mi ha garantito che soffrirebbe molto di più se rimanessi con lui a costo della mia felicità.
Mi sta dimostrando quanto veramente mi ami e tenga a me.
Io riconosco in lui tutte le qualità che ricerco nella persona con cui voglio vivere la mia vita e fino a 2 mesi fa avrei giurato che fosse lui. Eppure ora mi sento strana, confusa, come se sapessi che quello giusto è lui, ma non riuscissi a “sentirlo”.
Lui è fantastico, dolce, comprensivo, paziente, intelligente, protettivo, divertente..insomma mi sono innamorata di lui per tutto ciò e ora non riesco a sentirmi come prima. Continuo a volerlo sentire e vedere e, anche se ora lui mi ha detto che fino a che non sarò guarita è meglio che non ci vediamo perchè per il momento lui per me rappresenta un elemento di stress, io comunque ho voglia di sentirlo, stiamo tantissimo al telefono e quando gli parlo mi sento serena, tranquilla.
L’ultima volta che l’ho visto, venerdì scorso, quando lui (in maniera un po’ brusca) mi ha detto che non ci saremmo visti per un po’, ci siamo baciati, ed erano baci appassionati ed era come se io ne volessi sempre di più; continuavo a dirgli “ancora un bacio, ancora un bacio”.
Vorrei sapere se la mia è solo stanchezza fisica, stress o se davvero possa esser finito qualcosa che, dentro di me, sento che non può esser finito.
Se penso alla mia vita senza di lui, mi sembra impossibile ed è come se ora vivessi nella certezza che se finisce con lui io non sarò mai più felice nella mia vita. Dall’altro lato però non ho più l’entusiasmo e la gioia che avevo fino a due mesi fa.
Scusate se sono stata prolissa ma avevo davvero bisogno di sforgarmi con voi.
Attendo vostri commenti o esperienze.
Grazie mille.

L'autore ha scritto 3 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Condividi su Facebook: Un lampo all’improvviso

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

9 commenti

  1. 1
    guerriero -

    fate un viaggio insieme

  2. 2
    blasfemo67 -

    ah..questi amici!!
    Cara heidi,mi dispiace molto dirlo ma non credo che la tua storia abbia un seguito.
    Accade spesso di pensare all’amore in queste amicizie,specialmente quando due grandi amici,un ragazzo e una ragazza, si mettono insieme. E’ bello frequantarsi,c’è un buon feeling,c’è complicità e il sesso è giusto che ci sia,ma poi dovrebbe finire lì.
    Penso che l’amore sia un altra cosa,lo dimostra il fatto che te lo sei domandata.
    La vita è lunga e voi siete molto giovani. Prendetevi una pausa di riflessione,come si dice in questi casi e frequentatevi ,ma solo come amici però ,senza progetti e vedrai che tornerai ad essere serena con lui, come lo sei stata in passato….e magari avrai perso un potenziale marito,ma avrai guadagnato un grande AMICO.

  3. 3
    ChiaraMente -

    Non è che te la sei presa troppo perchè ti ha detto la cosa più brutta del mondo per farti star zitta? Non è che ti chiedi se lo ami ancora perchè non vuoi amare uno che per farti star zitta ti dice anche quello che non vuoi sentire? Ma lui che adesso ti sta così vicino com’è che non fa una piega della tua strana marcia indietro? Scusa ma è tutto molto strano.

  4. 4
    Heidi -

    Lui mi ama veramente e credo che stia capendo che, aldilà del “nostro” problema, probabilmente la priorità va al fatto che io ora non sto bene fisicamente.
    Quindi sta cercando di preoccuparsi principalmente del mio “guarire”..mi ha chiaramente detto che la cosa più importante per lui è che io sia felice.
    Soffrirebbe molto di più sapendo che rimango con lui e sono infelice.
    Credo che questa sia una grandissima dimostrazione di amore, e tutto questo mi fa ancora più rabbia perchè aver trovato un uomo splendido e sentirsi “di plastica” dentro fa male, molto male.

  5. 5
    ChiaraMente -

    Perdonami ma a me quando mi dicono che fanno qualcosa per il mio bene in queste situazioni la prima cosa che penso è se per caso in realtà si comportino in quel modo per il LORO bene. Detto in altri termini: sei sicura che lui sia un elemento di stress per te e che invece tu non sia elemento di stress per lui?

  6. 6
    Heidi -

    Guarda, non so più cosa pensare..ieri sera, nonostante avessimo deciso di non vederci per rilassarci un po’, son passata a salutarlo…mi sono un po’ sfogata con lui (dietro sua precisa richiesta) e ad un certo punto lui ha cominciato a dire che a me non importa nulla di lui, che metto davanti a tutto il mio lavoro, che non voglio guarire etc..
    allora in un momento di stanchezza, l’ho mandato a quel paese, ma solo per sfogare la frustrazione del momento. lui allora è uscito di testa, ha cominciato a dire che tra una settimana lascia la casa e che tra noi è tutto finito.
    ora, se io veramente non lo amassi, non avrei dovuto cogliere la palla al balzo?e invece mi sono ritrovata in ginocchio sul pavimento a implorarlo di non lasciarmi..lui dopo un bel po’ si è intenerito e ci siamo baciati, appassionatamente..però stamattina,appena aperti gli occhi, ecco di nuovo i pensieri ossessivi e l’ansia del “è lui o no, devo lasciarlo o no”…sto impazzendo..e comunque, lui ha detto che a me non importa di lui, ma una persona alla quale non importa non si riempie di punture ricostituenti e di gocce di tranquillante per un mese e mezzo di fila..
    se poi l’allontanamento sia stato deciso per il suo bene, perchè gli do stress, beh, ok.
    io gli voglio bene e se lui sta meglio senza vedermi per qualche giorno a me sta bene.
    non voglio esser la causa del suo dolore.
    grazie chiaramente per i tuoi messaggi

  7. 7
    ChiaraMente -

    Figurati, per me è sempre un piacere rispondere! Comunque si, è strano. Mi sembra più esurito lui di te. E’ come se così non ti sopportasse e pretendesse che tu tornassi a non avere problemi per non dargli problemi e ti imbottisse di fesserie del tipo “lo dico per il tuo bene2 per non sirti che così sei una lagna. Addirittura ho paura che se tu insistessi a sfogarti con lui, a comportarti insomma molto naturalmente come dovrebbe essere in una coppia lui potrebbe lasciarti davvero. Io al posto tuo farei finta di accettare l’idea di essere molto malata- se uno psichiatra rifiuta di curarti vuol dire che davvero sei solo MOLTO stressata, non sto qui a fare l’analisi di quanto la carenza di nutrienti influisca sul sistema nervoso o di quanto lo stress da lavoro tolga il sonno e renda ansiosi e sul chi vive-insomma direi che ha ragione perchè a contrariarlo è peggio e mi toglierei dalle scatole per un pò visto che la mia presenza “malata”gli fa perdere la pazienza. Quanto al tuo dubbio inizio a capire perchè ti chiedi se è davvero lui l’uomo della tua vita: un simile cafone egoista prepotente insensibile falso e bugiardo-scusa so che lo ami ma per me è così- desterebbe i sospetti di chiunque. Ma dai! Prima ti dice di curarti, che già è offensivo, si curi lui piuttosto la sua insofferenza ai dispiaceri, se fa così per un nonnulla cosa farà per cose gravi?!, poi ti dice sfogati ma se lo fai ti molla… Per piacere, dai retta a me, fallo e fesso e contento finchè non stai meglio e non ti chiarisci le isee, che magari nel frattempo ne trovi di meglio. Se poi sei diventata insopportabile io questo non lo so ma so che una persona sincera educata altruista sensibile e non prepotente te lo direbbe candidamente anzichè suggerirtelo velatamente con idiozie del tipo “cara curati la tua felicità per me è tutto, addirittura rinuncio a vederti per farti star meglio, (ma se insisti ti mollo)”

  8. 8
    ChiaraMente -

    Dimenticavo, quale sarebbe il “vostro”problema? Che tu non sei sicura di lui? Non dirmi che lui perde la pazienza perchè tu non senti più lui in un certo modo…e che quindi il problema sei tu ! Perchè credo che se qualcosa senti qualcosa c’è. E ad ogni modo c’è modo di mettere limiti ai colloqui poco graditi, molto più chiari e onesti. Avrai capito che il tuo lui non me racconta giusta, ma forse sono un pò parziale perchè mi ricordo il tuo nome su questo blog e anche se non ricordo cosa hai scritto ne conservo una immagine piuttosto positiva che mal si accorda al trattamento che lui ti riserva. Se io fossi esasperata dai dubbi di qualcuno gli direi che ne sono esasperata e che non voglio più vederlo finchè non si decide a lasciarmi vivere tranquillo, non farei finta di non volerlo vedere per il suo bene. Credo addirittura che il tuo pensare al lavoro sia un modo per evadere allo stress della relazione. Pensa un pò dove arriva la mia fantasia! Avrai somatizzato i tuoi dubbi su di lui di cui è impossibile parlare perchè sennò ti molla e oltretutto ui è buono paziente intelligente ti fa fare quello che vuoi è splendido e non so cos’altro?Mah! Fosse così non agirebbe da bestia.

  9. 9
    SASA -

    Ama prima di tutto te stessa e poi vedrai che riuscirai ad amarlo come prima o anche di piu’……..buona fortuna

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso browser (da qualsiasi browser e dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili