Salta i links e vai al contenuto

Tradimento, tornare a respirare

  

Salve a tutti,
seguo le storie di tutti da molti mesi. Mi conforta e aiuta leggerne i tratti comuni, i dolori comuni ed ogni volta cosi infinitamente intimi e profondi.
In questa intimità condivisa ho trovato sempre conforto nel fatto che potesse essere “simile” alla mia.
Sono stato tradito si..proprio nel momento in cui avevo messo in discussione tutta la mia vita, trasferendomi per una convivenza annunciata, lasciando la mia città natale dopo anni e ricevendo all’arrivo nella nuova un mal celato rifiuto.
Ho chiesto sempre sincerità, di quella utile a mostrare il rispetto che sta alla base dei rapporti umani.
L’ho ottenuta quasi fosse un “regalo”, chiedendo di sapere il perchè di un allontanamento cosi immediato.
Mi ha raccontato il suo tradimento dopo poche settimane di silenzio nuvoloso..e in questa nuova solitudine (nuova città, nessun amico, zero futuro) il dolore è stato straziante, lacerante di ogni me che ricordi…
ma sono ancora vivo.
Le sue ultime parole sono state “io ti amo” e poi si è allontanata.
Non ho più cercato di andare verso di lei, avevo già fatto passi da gigante, dovevo essere cercato.
La mia dignità era stata lesa in ogni punto, il mio amore tritato da delle parole che stridevano con la realtà.
Lei ha continuato nell’immediato la relazione con quest’altra persona.
Amici comuni mi aiutavano a tenere salda la mente per non perdermi, ed alcuni sono diventati miei cari amici.
E’ stato difficile venire a conoscenza da loro della violenza e indifferenza con cui lei parlava di me in mia assenza “dovrebbe trovarsi una ragazza” oppure “io con lui non ho problemi”, “lui sta bene, si sta facendo una vita”.
Tutto questo a meno di un mese da che non ci sentivamo. Io ero il fantasma di me stesso. Dieci chili di meno, l’ombra.
Ha continuato a mandare messaggi su come fossi un uomo capace di amare, davvero, nel profondo.
Io sono rimasto sempre stordito da questo atteggiamento e non ho mai risposto.
Mi sono abissato, colpito a morte nell’amore più profondo che fossi stato capace di emanare, sono rimasto ferito a morire.
Ho davvero preso in considerazione l’ipotesi che tutto questo mi stesse servendo a qualcosa, a qualcosa di mio di profondo, trovarmi in mezzo a tutto questo dolore.
Non mi sono mai depresso, ho sempre combattuto nel cercare la gioia nelle piccole cose e la mia vita è tornata a regalarmi dopo mesi e mesi (oramai sei) dei momenti di gioia profonda.
Eppure mi rendo conto che ancora non sono libero, forse mai lo sarò, dal peso di questo dolore.
Torna a sbattere in faccia le sue spine nelle mattine meno forti, nei sogni, la notte…i giorni sono ancora legati a quell’immagine di lei appesa tra l’ultimo “ti amo” e il contrario di tutto.
Non afferro ancora la logica, l’impulso si…la logica non mi aiuta, nemmeno l’odio mi aiuta…nemmeno il perdono.
Mi blocca l’atto di totale mancanza di rispetto, non tanto nell’aver tradito, quanto nel dimostrarsi poi spensierata, libera, indifferente ..come se nulla fosse mai accaduto.
Ecco…fare sempre finta di niente…nel rincontrarsi tra le strade di questa non grande città e dopo mesi parlare:
Io mi sono mostrato solare la prima volta che l’ho rincontrata, lo ero davvero, avevo cominciato a trovarmi ed ero felice di vivere anche da solo.
Su di lei poche parole, ha detto poche parole lei…
Non è stato mai menzionato nulla dell’accaduto ed io non mi metto certo nella condizione di piangerle addosso quello che ho passato, il mio dolore me lo porto con onore.

Ma..

Ma come si fa? Come si fa ad indossare con cosi tanta arroganza la maschera dell’ipocrisia, della menzogna…
Mostrare indifferenza verso la persona a cui qualche mese fa scriveva parole di un amore immenso, “andiamo a convivere…sei tu l’uomo che voglio accanto nella mia vita…ecc.ecc.”. Verso la persona che ti ha sempre dimostrato amore, passione, desiderio, ascolto, aiuto, felicità. Tutto
Ecco tutto.
Ma mai sono stato zerbino fino in fondo, questo no. Credo nel rispetto verso me stesso e verso di lei.

Ecco le ho sempre dimostrato rispetto, e non sono mai esploso di fronte a tutto quello che è accaduto, di fronte alle persone che mi hanno fatto del male, sono rimasto quieto a difendermi dalla mia debolezza e tornare a respirare.
Ora mi sento forte, non completamente, ma forse lo sto diventando e mi chiedo come comportarmi adesso?
Adesso che dalla comunità di amici comuni tutto sembra quieto…Io vorrei solo urlare a tutti e a lei in faccia quanto sia una persona schifosa e orrenda. Quanto io l’abbia amata e quanto questo suo “far finta di niente” sia solo un pessimo ruolo da attrice da quattro soldi.
Vorrei che venisse smascherata, che mi chiedi scusa con sincerità, almeno una volta, solo una. Io la lascerei andare finalmente. Come credo debba sempre esser fatto quando l’amore finisce.
Mai nessun reale pentimento da parte sua, mai una scusa sincera, parole come “non sono innamorata di lui, io ti amo” ma poi correre nel suo letto…Che cosa significa questo? Perchè confidarmi cose che non ho mai chiesto, perchè non striscio ai tuoi piedi allora devo essere distrutto da questo cose?
Non capisco molto il mio sentimento che è composto da odio, perdono, disgusto e amarezza…profonda per come sono andate le cose e come la mia vita ne abbia subito un colpo pesantissimo.
Sto cercando anche di provare amore, lo sento che è li che cerca di salvare tutto quello che è stato, e che ora, a sei mesi di distanza, ancora non trova una ragione una per salvare un anno d’amore.

Ho ancora poche cose importanti da ridarle indietro.
Sto capendo cosa dovrò dire e/o fare da mesi.
Cosa?

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

9 commenti a

Tradimento, tornare a respirare

  1. 1
    Ufon -

    Ciao, mi rispecchio pienamente nella tua storia.
    considera solamente che vivo a 2500 km da casa mia, altra nazione e quando e’ successo il tutto amici meno di zero. sono passati 10 mesi e ancora non mi é passato tutto, dentro di me solo rabbia. Sono diventato egoista e non mi interesso piú degli altri. Quasi ogni giorno vado a correre in modo da consumare tutta la rabbia e l’odio che ho dentro x questa “persona” (troppo gentile da parte mia chiamarla persona). Ignorala, non cercarla piú. Un giorno capiranno cosa hanno perso.

  2. 2
    rossana -

    purtroppo esistono persone spregevoli. e purtroppo sono sempre quelle che ottengono più attenzioni… e spesso anche più amore!

    se puoi, non degnarla più nemmeno di una parola o di uno sguardo: l’indifferenza, anche se forzata, è la sola attitudine che merita!!!

  3. 3
    sarah -

    ciao rob, ti capisco benissimo anche io sono rimasta in attesa di una parola di scusa che non è arrivata mai, anzi lui tornava per baciarmi coem se non fosse successo nulla e io sono stata mesi a rifiutarlo, ora lui mi dice che dovrei trovarmi qualcuno ma forse lo dice perchè ha un altra o perchè vuole vedere se ci tengo ancora, comunque non cambio la mia idea,lo vedo tutti i giorni e tutti i giorni il mio cuore lo rifiuta perchè chi ci fa del male non merita un altra occasione, la tua ex ha avuto una faccia di merda a dire ti amo per poi andare nel letto di un altro, credo che non sappia il significato della parola amore,non merita la minima considerazione,se hai roba sua la dai a un tuo amico che gliela porta, non parlarle, non vederla e se ti si avvicina dille se ti fa un favore, di andare a farsi fottere che è l’unica cosa che può ottenere dato che è un suo hobby ma l’amore che potevi dargli non lo avrà mai più, non ci saranno scuse e se ci saranno saranno solo frutto della sua ipocrisia, non crederle mai, a distanza di due anni io sono ancora arrabbiata e so che non lo perdonerò mai.Adesso non credo più che un uomo possa amarmi, ho chiesto a una ragazza che lavora con me di presentarmi qualcuno, niente di serio e subito si sono fatti avanti dei ragazzi, e adesso mi chiedo se forse ho sempre sbagliato e che posso essere più felice non amando mai.

  4. 4
    ufon -

    Ciao Sarah, questo é quello che ho deciso di fare io.
    Non amare piú nessuna, essere indifferente e crudele, almeno questa volta non si soffre piú. Questa é la stessa cosa che consiglio a Rob.
    Adesso sono ancora all’estero, continuo a darmi da fare x portare a termine i miei sogni col mio lavoro ma tengo le donne lontane dalla mia vita e appena intravedo qualcuna che vuole legarsi scappo via. Impariamo a vivere da soli, forse é la via migliore!

  5. 5
    indiapersempre -

    Ciao Rob!
    Incredibile…..ma quanti siamo ad aver amato in modo pulito ed incondizionato e ad avere avuto in cambio solo un calcio nel sedere???? Hanno insudiciato i nostri sentimenti senza alcuno scrupolo, ci hanno dato un dolore così insopportabile e devastante tanto che dopo mesi ancora siamo in attesa che qualcosa succeda e che porti via questi pensieri che non ci fanno vivere serenamente le nostre giornate! Anch’io come te sono stata tradita e dopo quasi dieci anni in circa mezz’ora di orologio ha spazzolato via tutto come polvere! Anch’io, dopo aver chiuso la porta dietro le sue spalle, ho vissuto e sto vivendo il mio dolore, le mie ansie, la mia rabbia, la mia delusione con grande dignità ed onore! Lui non l’ho più sentito e rivisto (vive a 300 km da me)e per fortuna non ho mai pensato alla scelta di andare a vivere con lui e lasciare la mia città, il mio lavoro, la mia famiglia…….pensa un pò a come mi sarei ritrovata ora!!! A 45 anni sarei dovuta tornare a casa con i miei genitori, trovarmi un nuovo lavoro, insomma rifarmi una vita nella MIA città!!! Non immagino nemmeno pensare se fossero nati dei figli….non si sarebbe fatto nessuno scrupolo lo stesso!!!! L’egoismo, in questi individui, prevalica ogni sentimento ed ogni cosa, il mondo deve girare attorno a loro sempre e comunque!!! Non preoccuparti che la vita prima o poi presenta sempre il conto e a chi ha fatto del male, a chi ha dato dolore in modo, così, gratuito beh il conto sarà con gli interessi!!!! Per me sono passati solo tre mesi e ancora ho alti e bassi….. Se le devi ridare qualcosa, se proprio necessario, fallo ma magari non personalmente….io le farei recapitare un pacco solo con il suo indirizzo….nessun biglietto, nessuna lettera…nessuna parola! Le persone così crudeli non meritano niente da noi che abbiamo amato senza risparmiarci…. Lui ha sempre negato che c’era qualcosa che non andava, ha sempre negato anche quando sono stata insistente nel chiedere se aveva un’altra, ha aspettato di sputare il suo veleno il giorno della vigilia di Natale!!! Mi ha tradita e abbandonata per una di 16 anni più giovane di lui (lui ha 46 anni, lei 30). Però sono ancora qui…. La vita va presa a morsi!!!!!! FORZA ROB

  6. 6
    GUIDO -

    Ti comprendo benissimo e ti ammiro. Ti sei comportato da vero uomo e con
    grande dignità. Anch’io come te sono stato lasciato 6 mesi fa e i primi
    tre mesi mi sono dibattutto cercando di resuscitare il cadavere di un
    amore morto e sepolto. Ora sono in apnea da 3 mesi e comincio a vedere
    di nuovo la luce. Lasciala perdere per sempre , non avrai mai un
    riconoscimento da lei.

  7. 7
    rob2011 -

    grazie a tutti per i commenti, comincio a capire una cosa importante, la penso da
    tempo ma non l’avevo mai afferrato. Al mondo esistono persone orribili, schifose,
    immonde, vili, sgradevoli, ripugnanti…ecco forse anche lei fa parte di questi
    sconosciuti illustri.
    Io non ho mai voluto vedere la cattiveria, ora che mi si sbatte in faccia apro gli
    occhi.
    Dopo mesi apro gli occhi.
    Lei l’amore tutto, lei il contrario di tutto.
    Cominciò a ringraziarla per avermi permesso di vedere, lo schifo. Ho deciso che
    non salverò quest’anno d’amore, è stato un anno in cui io mi sono misurato con la
    mia capacità d’amore…che è immensa. Stupendo sentirmi queste mattine cosi,
    sarà la primavera.
    Alla fine l’ho chiamata per dirle che devo ridarle alcune cose, ma non era a casa
    in quel momento, (e chi voleva andarci?!? Bastava incontrarsi nell’incrocio più
    insulso del pianeta) quindi ha bissato l’incontro. Dicendo che sarebbe passata da
    me domani. Io lavoro e non ci sarò, non mi son fatto problemi dicendole che se
    troverà qualcuno le sue cose le riconosce e sono in una busta.
    Non gli importa certo di parlare o di scambiare due parole, io speravo di poterla
    insultare a voce o magari fare pace e andare in pace ognuno per le sue strade. Le
    parole sono magiche e fanno miracoli.
    Ma questi sono muti nei sentimenti e nelle parole…
    fatto sta che la sua codardia mi fa ridere e sorridere.
    Sono diverso dalla merda che è lei.
    Il problema cari miei non è soffrire per qualcuno…il problema è vedere il Male.
    Quello con la M maiuscola! Incredibile che ancora si creda che nei sentimenti ci si
    illuda della promessa della delicatezza, del rispetto, della lealtà.
    Puoi tradirmi ma essere leale.
    Invece come dei bimbi piccoli questi esseri ancora giocano, giocano, giocano.
    Pagheranno si il prezzo del loro svelamento, quando si sarà diventati abbastanza
    grandi da poter finalmente vedere.

    Impariamo ad amare le cose giuste, questo mi dico, amiamo.
    Non lasciamo al loro male di lasciarci aridi ed annichiliti.

  8. 8
    GUIDO -

    Ti sostengo pienamente e ti comprendo

    @Impariamo ad amare le cose giuste, questo mi dico, amiamo.
    Non lasciamo al loro male di lasciarci aridi ed annichiliti.

    Qui sta la nostra crescita e la nostra grandezza..

  9. 9
    cinzia -

    spero tu stia meglio essendo passati diversi giorni da quando hai scritto…
    sicuramente avrai visto i posts che sono seguiti alla lettera di alessandro “lasciateli perdere lasciateli voi”
    se nn l’hai ancora fatto ti invito a farlo…li ci sono le risposte alle tue domande…che sono state le mie domande…
    la tua storia assomiglia alla mia per il cinismo, indifferenza e vigliaccheria…
    Saper amare non è così semplice per nessuno di noi ma c’è chi in questa impossibilità fa del male serio…sia donne che uomini..
    Riescono con un “annullamento totale dell’altro” a procedere in una sottospecie di vita dove il rapporto umano è inesistente.
    I soli comportamenti a volte non servono a capire chi hai di fronte…l’intuito ti aiuterà la prossima volta…
    Anche io faccio a volte un po’ di fatica a pensare che quello che ho vissuto era un’illusione, una messa in scena… ma vedrai che se passi all’osservazione delle persone che ti sono accanto lavoro, amici, conoscenti riconoscerai molti burattini e molti attori….
    Mi fa molto molto piacere leggere di un uomo che ha reagito con tanta dignità e rispetto di se stesso in questa storia.
    Hai la mia profonda stima…

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili