Salta i links e vai al contenuto

Tartassati dai call center Fastweb, Tim, Vodafone ecc.

Lettere scritte dall'autore  
La lettera è pubblicata a Pagina 1

L'autore ha scritto 44 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

35 commenti

Pagine: 1 2 3 4

  1. 11
    Marco -

    Capisco che il lavoro dei call center non è facile e che spesso è un lavoro inadeguato per molti laureati ma… QUESTO NON LI AUTORIZZA A STRESSARE LE PERSONE! Ci sono cavilli burocratici che proteggono questo modo di vendere assurdo, che non protegge i consumatori dalle continue telefonate insistenti. Non vi lamentate delle reazioni delle famiglie perchè un contratto NON SI PUO’ STIPULARE PER TELEFONO a volte con INFORMAZIONI PARZIALI O NASCOSTE allo scopo solo di vendere il prodotto. Non esiste più il rapporto di fiducia tra il venditore e il cliente ma al momento della risposta ci si pone già in posizione difensiva perchè ormai tutti sanno che i call centere quadagnano a provvigione e il loro UNICO OBIETTIVO E’ VENDERE!
    Inoltre i CONTRATTI STIPULATI ON LINE SONO SEMPRE PIU’ CONVENIENTI E CHIARI, quindi perchè farlo telefonicamente?
    Questo metodo di vendita che, talvolta,è al confinine con la truffa è ormai obsoleto e va cambiato… NON STIPULATE CONTRATTI TELEFONICI!

  2. 12
    Paola -

    Anche io sono stata contattata più volte da Fastweb,ecco l’email che ho appena inviato all’azienda… Vediamo cosa rispondono… Comunque vorrei dire a tutti che il Garante sulla privacy ha già bacchettato l’azienda per questo, guardate http://www.garanteprivacy.it/garante/doc.jsp?ID=1412626

    Spettabile Fastweb,
    la presente è per segnalare una spiacevole situazione venutasi a creare a causa della vostra azienda.
    Circa 2 mesi fa sono stata contattata sul mio numero telefonico di casa da un’operatrice che mi ha proposto l’abbonamento a Fastweb. Poichè il mio è un numero privato, ho chiesto all’operatrice del call center come la Fastweb potesse disporre di tale numero. Mi è stato risposto che lo avevo comunicato io. Ho subito precisato che questo non era assolutamente possibile, in quanto, avendo scelto io di non rendere pubblico il mio numero, di certo non avevo potuto comunicarlo a nessuna azienda. Poichè l’operatrice insisteva, le ho precisato che le uniche persone in possesso del mio numero telefonico erano i miei parenti più stretti, che mai e poi mai avrebbero comunicato ad un
    estraneo, e tantomeno ad un’azienda telefonica, tale numero. L’operatrice ha continuato ad insistere, dicendo che potevo aver inserito il mio numero in qualche modulo di qualche azienda. Le ho risposto per l’ennesima volta che ciò era impossibile, che non l’avevo MAI fatto e che al massimo, quando è necessario, comunico il mio numero di cellulare , ma mai e poi mai quello di rete fissa. Poichè l’operatrice insisteva ancora, l’ho pregata di comunicarmi
    il nome dell’azienda a cui io, a suo dire, avevo comunicato il mio numero telefonico. Mi è stato fatto il nome di due aziende MAI sentite neanche lontanamente nominare. L’operatrice mi ha comunque garantito che il mio numero sarebbe stato cancellato dagli elenchi e che io non sarei MAI più stata contattata da Fastweb.Al termine della telefonata, ho effettuato un controllo su internet, per
    capire di cosa si occupassero le due aziende

  3. 13
    Paola -

    che mi erano state nominate.La prima era un’azienda editoriale MAI sentita nominare, la seconda un’azienda di componenti per pc ed io non sono sicuramente un tecnico informatico!!Tra l’altro, se io avessi davvero comunicato il numero della mia utenza di casa a qualche ditta, così come affermava la signorina, sarei stata ontattata anche da altre aziende, telefoniche e non, per proposte commerciali, invece le uniche chiamate che ho ricevuto da quando ho questo numero di telefono (DA SEMPRE PRIVATO!) sono state quelle di Fastweb.Per scrupolo ho anche contattato la Telecom: l’operatore mi ha garantito che mai e poi mai l’azienda avrebbe potuto comunicare un numero privato, tantomeno ad un’azienda concorrente!!Circa 15 giorni fa sono stata contattata nuovamente sul mio telefono di casa da un’altra operatrice, che mi ha proposto un’offertaFastweb. Le ho subito chiesto come facesse ad avere il mio numero telefonico, considerato che era privato. MIRACOLO!!La comunicazione si è improvvisamente interrotta. Oggi, la stessa situazione. Sono stata contattata da una signorina che non mi ha quasi dato neanche il tempo di dire buongiorno e mi ha sommersa con un fiume di parole, per propormi l’offerta Fastweb. Quando sono finalmente riuscita ad inserirmi, le ho chiesto: ” Mi scusi, come fa la Fastweb ad avere il mio numero telefonico, se la mia è un’utenza privata?”. Il miracolo si è ripetuto!! Inspiegabilmente e all’improvviso la comunicazione si è interrotta.Ora rivolgo direttamente la domanda all’azienda: come potete conoscere il mio numero telefonico di casa, se è privato? E chi mi garantisce che tale numero, che è a disposizione di un call center, non giunga anche negli elenchi di altre aziende??Vi prego dunque cortesemente, nel rispetto della legge sulla privacy, di depennare immediatamente il mio numero di telefono dai vostri elenchi.Se ciò non dovesse avvenire ed io fossi contattata nuovamente da Fastweb, mi vedrò
    costretta ad adire le vie legali.
    Distinti saluti.

  4. 14
    Federico -

    Ciao a tutti io son un operatore del call center e le nostre chiamate vengono gestiti in questo modo semplicissimo:
    si apre la pagina delle pagine bianche, si sceglie la zona dove effettuare le chiamate(toscana-sardegna- calabria ecc..) poi si sceglie il tipo di azienda (parrucchieri-agrturismi-cantieri edili ecc..) e si comincia a chiamare, ovviamente questo metodo lo utilizzano la maggior parte degli operatori, quindi e’ ovvio che piu operatori sia della tua stessa compagnia telefonica che di altre possono contattare ininterrottamente tutto il giorno una stessa azienda, non prendetevela con noi poveri operatori ma con il sistema che ha creato tutto cio, anche a noi da fastidio chiamare e rompere le balle ai vari titolari delle aziende, ma non trovando nient’altro da fare ci si adatta a fare questo genere di lavoro inutile che obbliga ogni operatore e ce ne son a migliaia in tutta italia a chiamare e richiamare le aziende.

  5. 15
    Sabrina -

    Beh i desideri di tutti voi si sono esauditi…avevo risposto tempo fa,quando ancora avevo un misero lavoro.Bene, l’ho perso un anno fa e dopo un anno cerco sempre lavoro,ho una laurea in mano e un esaurimento nervoso alle spalle adesso superato.Io non stipulavo contratti,dovevo soltanto illustrare la promozione.Mai stata scorretta al telefono e questi sono i risultati.

  6. 16
    dani -

    Ho avuto modo di conoscere diversi call center fastweb, purtroppo gli operatori vengono “addestrati” a subissare di telefonate i poveri utenti senza fornire loro uno straccio di reale, utile formazione, ed in più i responsabili call center sono degli autentici lavativi incapaci. Statene alla larga più che potete.

  7. 17
    virgilio -

    basta con questi call center , deve entrare in vigore una legge che punisce anche gli operatori che chiamano. non esiste la scusa : ma noi poveri disoccupati non possiamo farci nulla, siamo obbligati a chiamare.

    allora uno con la scusa di essere disoccupato può recare del danno o fare del male ad una persona, solo perché gli viene detto di farlo.

    ma siamo pazzi. sono gli stessi operatori che devono rifiutarsi d alimentare questo sistema marcio, se esiste è perché gli operatori telefonano.

    be da oggi uno può rubare seguendo la filosofia dei call center . non avevo lavoro e il mio datore di lavoro mi diceva :
    vai a rubare dentro le auto,
    altrimenti come faccio a mandare avanti la famiglia , mi licenzia. loro sono colpevoli quanto il padrone del call center o altra azienda telefonica.

    ringraziate che non esiste una legge che protegga veramente il cittadino, altrimenti certe situazioni non si creerebbero mai.
    gli operatori telefonici ci penserebbero 2 volte prima di rompere le scottale e truffare le persone per telefono.

    ma l italia è quella che conosciamo.

    questi vale per tutti i call center.

  8. 18
    Diane -

    Ho appena ricevuto una chiamata con offerta promozionale Vodafone.
    Come faccio sempre ho stoppato il monologo della signorina di turno
    del call center. L’ho strigliata per bene in quanto non ho dato il
    consenso ad utilizzare il mio numero telefonico presente in elenco per
    ricevere offerte pubblicitarie. E quando lei ha cominciato seccata a
    dire che non richiamerà per altre proposte, le ho intimato di
    cancellare il mio nominativo e numero telefonico dal data base
    affinchè non venga passato di mano ad altra azienda. Infine l’ho stesa
    dicendole che ho annotato azienda, nome operatore, giorno e ora della
    chiamata, poi ho concluso minacciando una denuncia alle autorità
    garanti della privacy e telecomunicazioni. In genere a questo punto
    gli operatori hanno già velocemente messo giù il telefono. Per
    parecchi mesi non chiamano più! All’incirca dopo un anno ci riprovano,
    ma mi basta scoraggiarli sempre con la stessa minaccia. Comunque ogni
    tanto sarebbe buona regola annotarsi davvero tutte le informazioni sul
    chiamante e dopo averne raccolte un certo numero fare davvero una
    bella denuncia alle autorità garanti per molestie! Lasciar sempre
    correre è sbagliato. Io l’ho fatto e ho avuto ragione e soddisfazione
    per le aziende multate.

  9. 19
    Pamela -

    Cara Diane, da operatrice di call center che sono ti dico che prima di tutto, posso essere d’accordo sul fatto che quando un operatore chiama deve comunque pubblicizzare e vendere un prodotto quindi lo fa perchè lavora per un’azienda e non perchè prova particolare piacere nell’essere mandato “cordialmente” a quel paese da gente che come te evidentemente non è abbastanza informata sul fatto che, un operatore nel momento in cui chiama :
    1) E’ monitorato e non puo’ di certo mettersi là a dire fesserie se chiama da un call center che si rispetti e a norma di legge
    2) LAVORA!
    3) Non è vero che comunque puo’ cancellare nominativi, un operatore come hanno riportato già altri prima di me ha delle anagrafiche filtrate da database provenienti proprio da chi si occupa delle garanzie per la privacy..Vi sbagliate di grosso, quando prendete ad urla un operatore che comunque sta lavorando, perchè del resto lui non fa altro che il proprio dovere!
    Certo, io sono la prima a chiedere scusa e a chiedere se posso ricontattare il cliente se lo becco in un momento poco opportuno, è logico, io non so cosa fa quella persona.. Ma io voglio ribadire che semmai, quando compilate questionari..rispondete a cose su internet o acquistate in internet, o anche solo compilate il modulo che ne so della vostra assicurazione..e asserite al trattamento dati della privacy, beh cari miei, mi ci metto io per prima in mezzo, finiamo nei database dei contatti autorizzati..
    Quindi…siccome ripeto l’operatore non è responsabile, non prendetelo ad urla, mafatevi una bella camomilla rilassatevi andate da un sindacato e fatevi dare i nomi delle aziende che raccolgono i dati e fate disdetta presso di loro…
    Non ci sono denunce che tengano…i call center sono il prodotto finale di una raccolta dati alla quale anche solo una volta abbiamo asserito noi stessi ricordatevelo..
    E comunque basta dire..Grazie e buongiorno… non essere sempre scortesi e maleducati..chiamano anche a casa ma li saluto con gentilezza…perchè stanno lavorando e li rispetto!
    Non disprezzate il call center c’è gente che lavora correttamente e bene!
    Altra cosa…per la cronaca…tutti e dico tutti adesso fanno la registrazione di dati telefonica! anche la telecom lavora cosi’ magari informatevi quando nn conoscete il campo d’argomento in questione!
    Grazie!

  10. 20
    Riccardo -

    Ho rispetto per gli operatori che hanno postato qui, ed è ammirevole
    che chi, magari laureato, accetti di fare un lavoro che non si merita,
    magari sottopagato per l’esperienza che ha…
    Però….
    Siete dei gran maleducati!!! appena vedete che uno inizia a farvi
    capire che non è interessato gli attaccate il telefono in faccia! ma
    vi pare il modo ?? e succede spessissimo tra l’altro, quindi non solo
    andate a disturbare le gente in casa facendo interrompere quello che
    stavano facendo (mi è capitato di uscire di corsa dalla doccia o dal
    bagno credendo fosse qualcosa di importante) e non vi degnate nemmeno
    di dire ci scusi per il disturbo, arrivederci..
    Quindi non paretevi il c… dicendo che è l’unico lavoro che trovate,
    perchè l’educazione non costa e vi richiede al massimo 20 secondi in
    piu del vostro tempo.. anch’io lavoro e ciò non mi giustifica ad
    essere maleducato con tutti quelli che incontro. vergognatevi.

Pagine: 1 2 3 4

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso dispositivo (da qualsiasi dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili