Salta i links e vai al contenuto

Sono innamorata di un uomo sposato e non so più che fare…

Lettere scritte dall'autore  Rosablu93
La lettera è pubblicata a Pagina 1

L'autore ha scritto 2 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

20 commenti

Pagine: 1 2

  1. 11
    Rosablu93 -

    Ho provato tantissime volte ad allontanarmi e tutt’ ora non so esattamente cosa mi leghi così tanto a questo uomo. So solo che non sentirlo o vederlo mi fa stare veramente molto male e comunque è l unico che corre nel momento del bisogno. Non mi era mai capitato di avere relazioni di questo genere , anzi al contrario le ho sempre condannate .. il fatto di ritrovarmici dentro soprattutto capendo la cattiva opinione che potrebbe farsi la gente su di me ( dato che in città lui è molto conosciuto e comunque la gente sa di noi ) mi fa soffrire davvero tanto.. razionalmente so cos’è la cosa giusta da fare ma poi rimando sempre e ho paura che questa mia accettazione dell’attuale condizione senza pressioni su di lui possa farlo convincere che va bene così …. Che potrei anche fare l amante a vita … Ma assolutamente no.. Io mi sono innamorata di quest uomo. Vorrei solo che fosse lui a chiarirmi bene le cose … ossia se ti sta bene rimaniamo così .. altrimenti sappi che non mi lascerò mai. Questo perché credo nella sua buona fede … magari ingenuamente,dato che lui sa quanto ho sofferto nella mia vita e sa anche bene cosa vorrei da lui e quali prospettive ho per il mio futuro e quello di mia figlia. Grazie per le risposte

  2. 12
    Golem -

    Questa storia è identica a quella che si può leggere nel thread “la fine della mia vita da amante”, e a mille altre. Stessa trama, stesse illusioni, e si prevede la stessa conclusione.
    Se qualcuno è ancora convinto che ogni storia è una storia a sè, prego spieghi come mai tutte queste strane, frequenti coincidenze

  3. 13
    rossana -

    Rosablu,
    secondo me, ci si può tirare indietro da una forte attrazione se lo si fa nei primi tre-sei mesi di relazione.

    in seguito, la molla della sessualità, che di solito è la prima a entrare inconsciamente in circolo in un innamoramento, viene quasi sempre consolidata da quella dell’affetto. quindi, diventa difficile allontanarsi da una prospettiva amorosa per alcuni versi insoddisfacente, o meglio da una speranza di vita di coppia o di famiglia (che è sovrapposizione culturale all’impulso primario, a beneficio della proprietà di corpi ufficializzata oppure della crescita di figli).

    sapere quello che si desidera e perseguirlo sulla strada più adeguata è il miglior metodo per non trovarsi in conflitto con le aspettative dell’altro, non sempre chiaramente conosciute o esplicitate.

    esistono eccezioni alla riottosità volontaria o all’impossibilità materiale di rompere i precedenti equilibri sentimentali o esistenziali. come si può, amando con tutti i sensi, non immaginare di poter rientrare nel 10% di probabilità anziché nel 90% di norma? sembra vero, anche, che un uomo possa continuare ad amare la compagna affettivamente e voler nel contempo stare sensualmente con un’altra. si tratta di due diversi modi d’amare.

    ../..

  4. 14
    rossana -

    segue per Rosablu

    il primo ridotto dal tempo a parzialità o magari da sempre carente, e il secondo, almeno temporaneamente, più completo. inevitabili alti e bassi, legati alla totale libertà dei sentimenti.

    vero anche che l’amore, quando è forte e traente, non si cura, almeno inizialmente, del futuro. basta a se stesso. è in seguito che sorgono i dettami culturali e sociali.

    la speranza pervade di fatto intere vite o interi periodi di vita. bistrattata e disprezzata da chi è sazio di sé oppure ha concrete capacità e possibilità di raggiungere quanto desidera, non può essere del tutto, sempre, esclusa dalle esistenze di altri, per cui resta fondante come il coraggio di osare, quasi indispensabile in amore.

  5. 15
    ets -

    Le persone con un vissuto complicato tendono sempre a ritrovarsi in situazioni complicate, è matematico e se siamo complicati ci abituiamo a questa complicatezza tanto da non poterne farne a meno perché essa diventa il nostro modo di vivere a la nostra routine.
    Detto ciò sei davvera contenta di vivere così? Perché non cerchi una storia normale con un ragazzo normale?
    Ma che ci trovate di bello nelle cose complicate?
    CI vuole coraggio ora, tanto sforzo ma manda a quel paese questo signore e riprenditi la tua vita.

    ps: il fatto che lui sappia che tu hai sofferto non significa NULLA, ma proprio NULLA. Magari se ne approfitta pure

  6. 16
    Golem -

    Osa se vuoi osare Rosablu. Ti troverai più sola e abbandonata di prima. E non illuderti che lui sappia quanto hai sofferto nella vita. Non lo sa nessuno tranne te. Meno ancora quelli che ti fanno credere di saperlo.
    Il copione fin’ora non ha fatto una piega rispetto alla norma delle migliaia di casi identici al tuo, e a questo punto prevede che, dopo una serie di tira e molla, lui, ormai pago della storia si rifugerà in famiglia e tu… resterai alone again.
    Guarda alla realtà e non alle illusioni Rosablu. Più che non tu stessa ne ha bisogno tua figlia credo. Che dici?

  7. 17
    Yog -

    Comunque dipende dalle prospettive, il tipo sembrerebbe avere il portafogli apposto, perciò la scelta, al di là dei sentimenti che li pagano 10 cent al chilo, va parecchio ponderata. Auguri, di cuore.

  8. 18
    Gabriele -

    Gimmy, non c’entra la sopravvivenza. I genitori sono sempre genitori, i figli sono sempre figli. Il fatto che lui metta davanti il figlio è un problema suo non di lei, che ha figli.
    Cerca piuttosto di riflettere sul fatto che a lui possa toccare chissà quale compensazione, che l’altro uomo che hai avuto non ti ha dato. Io personalmente non giudico, ho subito tre divorzi e so perfettamente, che dipende esclusivamente dalla coppia sposata, mai dall’amante, che è solo un espediente per mettere in croce il proprio marito. Il tradimento da solo, non basta per fare finire un matrimonio.
    Detto questo, si profila una situazione difficile, dato che entrambi avete figli, l’unica cosa che mi sento di suggerirti è che se ci vuoi stare solo per avere un “porto sicuro” è meglio che te lo dimentichi. Se invece, ti piace come uomo, e ne sei innamorata, stacci insieme, non aspettare il permesso di nessuno: se il matrimonio deve finire, non sarai certo tu a decretarne la fine e poi siete entrambi adulti.

  9. 19
    Gabriele -

    Dovresti riflettere inoltre sul futuro che lui vuole per i suoi figli: dai tuoi commenti parli di futuro per te e per tua figlia, senza contemplare i suoi figli. Scordati che un uomo rinunci ai propri figli (alla moglie sì, specialmente se rompe per avere la casa più grande). Ragioni in termini troppo esclusivistici.

  10. 20
    Rosablu93 -

    No Gabriele assolutamente, proprio perche anche io ho una figlia non ragiono in questo modo. Adoro i suoi figli ma penso anche che la relazione con me se dovesse sfociare in un rapporto vero e proprio non andrebbe a incidere sul suo ruolo di padre che rimarrebbe lo stesso solido e definito proprio perché il rapporto marito moglie può avere un termine .. Ma il rapporto genitori figli no.

Pagine: 1 2

Lascia un commento

Massimo 2 commenti per lettera alla volta

Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso browser (da qualsiasi browser e dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili