Salta i links e vai al contenuto

Sindacalisti e carriere

Lettere scritte dall'autore  
La lettera è pubblicata a Pagina 1

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

20 commenti

Pagine: 1 2

  1. 11
    Domenico -

    Aristide…
    Ti sei dimenticato:
    Monica, se sei in Toscana, sostieni con forza il diritto per i transessuali di farsi operare per il cambio di sesso a spese del sistema sanitario nazionale.
    Cavalca l’onda delle novità!

  2. 12
    alessio -

    Salve a tutti

    Ne approfitto dell’argomento trattato per chiedere un chiarimento sul mio stato attuale.

    Attualmente lavoro in un agenzia di credito come impiegato e non sono per nulla soddisfatto delle condizioni lavorative in cui lavoro, dall’orario di lavoro alle varie cose, qualche mese fa ho contattato anche un sindacalista per risolvere alcune questioni, ma di questo lasciamo perdere.

    Ora vorrei avere informazioni su come rappresentare i lavoratori nel mio settore e quindi diventare sindacalista.

    Quello di iscriversi alla lista di un partito radicale di sinistra va bene.

    Ma riguardo al secondo riguardo al fatto di mettersi in lista per rappresentare i lavoratori nei comitati di base non ho ben capito, a chi è che dovrei fare richiesta?

    Una volta fatto ciò posso tranquillamente operare nella mia zona come sindacalista e quindi avere anche tutti i diritti di sindacalista oppure devo fare altro?

    Grazie e complimenti per il blog

  3. 13
    lucia -

    salve a tutti,
    mi chiamo lucia ho 21 anni , purtroppo per me non sono potuta andare a scuola , quest anno vorrei andarci e il mio sogno sarebbe di diventare sindacalista ma allo stesso tempo cuoca vorrei difendere i diritti dei lavoratori nel mio campo , sopratutto nel sud. qualcuno puo consigliarmi la scuola da fare e l universita ?
    vorrei mettere in ginocchio tutti quei datori di lavoro che sfruttano i lavoratori , sento storie di persone che prendono 400 euro al mese lavorando in fabbrica 10 ore al giorno a nero . NON è GIUSTO! E SO ANCHE CHE I SINDACATI AL SUD SI POSSONO COMPRARE ANCHE CON CENTO EURO!
    secondo me è cosi che l italia va male è cosi che poi nascono problemi di poverta gli industriali , imprenditori sempre piu ricchi e padri di famiglia sepre piu poveri non è giusto! vi prego ditemi la scuola e cerchero di studiare per cambiare questa M****!
    GRAZIE

  4. 14
    Indio -

    brava Lucia!!!

  5. 15
    Davide -

    E’ assurdo quello che ho letto…A partire dall invidia che e’ forse l unica cosa rimasta all uomo in grado di far muovere gli animi e i fervori…L invidia che vi pervade verso chi per 20-30 anni ha dedicato la propria carriera in carriere rischiose e senza molte garanzie come quella del Sindacalista..Io ho 23 anni e avrei come sogno quello di diventare sindacalista,per vocazione..Ma con i tempi di oggi me lo posso pure sognare di ”decidere” o cercare di ”disegnare” il mio futuro..E ormai inutile quello che scegli..La vera arte per noi lavoratori di oggi,(noi neo lavoratori),e’ quella di saper cogliere l occasione giusta che ci si presenta o avolte l unica…Non di scoprire in cosa siamo piu capaci o in cosa saremmo piu motivati.Con questo spero di aver reso l idea di come a parere mio essere un sindacalista ai giorni d oggi sia una SCELTA di vita ,perche con gli ignoranti fascio.lega.berlusconianisti di oggi fare il sindacalista nel proprio posto di lavoro (per iniziare) risulta abastanza rischioso no?
    Viste le garanzie ”0” che ci rimangono..Altro che buoni o permessi aggiuntivi o contratti indeterminati come scirveva un lettore qui sopra.Prima di parlare di bertinotti e lo dice un pivello come me secondo me dovreste TUTTI mangiare un bel po di pasta..Perche per fare una carriera e costruirla tutta sul filo del rasoio come lui ce ne vuole di pelo..Il pelo non ce l avete voi che scrivete su una pagina web e la mattina siete a testa bassa a lavoro a fare straordinari non pagati…Voi ,noi non abbiamo il pelo di 1000 cortei contro lo stato capitalista e menefreghista..O quello di essere fatto fuori dal gioco del palamento per una semplice questione di PRINCIPIO e ONORE.
    Si stava cosi bene quando Bertinotti era presidente della camera..Almeno non avevamo un fascista(rinnegato) che a 16 anni SPACCAVA LE TOMBE DEGLI EBREI COME FINI…E non avevamo un pregiudicato al governo che non sa neanche cosa sia l articolo 1 e l art 54. o l articolo 3 della costituzione…Chissa perche deve suonare cosi strano che una persona con 20 anni di Sindacati non faccia carriera..Fossero tutti cosi i politici saremmo tutti a seguirla la politica operai inclusi(cosa che non succede ora)…
    E poi gli imprenditori andranno sempre dove c e da sfruttare ed e’ quello che non dobbiamo volere…Non mi interessa che sia pieno di industrie fabriche e magazzini dove per 700 euro al mese fanno lavorare chiunque..non e questa la ricchezza o la qualita della vita..NOn mi interessa di lavorare se il mio stipendio e gia calcolato (e contemplato) in quello che spendero’ .Sanno cosa spendiamo sanno cosa mangiamo sanno quanto telefoniamo decidono quanti figli puoi avere..e poi ti danno il giusto per farlo e per avere paura di perdere quelle 4 lire…Che stiano il romania in bulgaria e in vietnam a sfruttare i lavoratori..

  6. 16
    antonio -

    sono assolutamente d’accordo con Davide. Questo forum è figlio del qualunquismo dilagante. Aristide tu forse fai parte di quelli che criticano anche le forze dell’ordine, prima di chiamarle e ringraziarle quando ne hai bisogno?
    Leggete un po’ di storia ed educatevi

  7. 17
    DAGO44 -

    Nessuna invidia da parte mia Davide.
    Ma ti passo solamente qualche cifra affinchè tu possa renderti conto cosa vi è dietro ogni sindacato.
    Parlo di CGIL il sindacato più forte per eccellenza,di cui le stime parlano di un giro di affari di oltre il miliardo di euro..
    I delegati rappresentanti dei tre sindacati sono 700.000,qualcosa come sei volte più dei carabinieri.
    Solo di permessi in giornate lavorative equivalgono giornata più giornata meno a un milione di giornate l’anno.
    Con un costo per lo stato di un miliardo e 844 milioni l’anno.
    Aggiungici il costo di tutti i parlamentari voltagabbana e non,senatori deputati,portaborse segretari,dipendenti del senato,camera e quirinale e poi chiediti perchè quest’Italia è con il culo per terra.DAGO44

  8. 18
    Michele -

    Un noto sindacato sito in Cremona,mi chiese a maggio scorso ben 600 euro (non rateabili!) per assistenza fiscale nella dichiarazione dei redditi….Siccome allora ero disoccupato,mi dissero che mi avrebbero fatto uno sconto di 100 euro……non credo che ci sia più nulla da aggiungere!

  9. 19
    sabrina -

    Io avrei alcune domande: i sindacalisti locali (cioè i funzionari esterni che insieme alla R.S.U trattano con l’azienda ad esempio per il contratto aziendale), quelli provinciali, i nazionali e chi ne ha più ne metta….. da chi sono stipendiati???? non credo che si finanzino con le deleghe sindacali.
    grazie a chi mi darà la risposta. ciao

    Sabrina

  10. 20
    Elena -

    sabrina – 25 aprile 2011 13:55

    Sono una sindacalista,ti assicuro che i nostri stipendi (tutti e a tutti i livelli) sono finanziati solo dallle deleghe.
    La legge prevede solo che i nostri contributi previdenziali siano “figurativi”,non versati ma accreditati ugualmente.Certo questo è un aiuto da parte dello Stato ma va visto come una garanzia.
    Contributi “figurativi” vuol dire che con la riforma Fornero, noi avremo una pensione più bassa di quella che avremmo percepito normalmente.
    Il mio stipendio è di circa 1250 € netti,la mia settimana lavorativa non ha orari ma il minimo sono 40h;non ho cassa integrazione e il Sindacato può rimandarmi nella mia azienda quando vuole.
    La crisi ha intaccato anche noi sensibilmente e ogni mese non so se ci saranno abbastanza soldi sul nostro conto per pagare il mio stipendio.
    La mia vuole essere una testimonianza su cosa vuole dire fare sindacato oggi,quando l’unico privilegio è quello di ricevere la fiducia da chi decide di darmi delega per tutelarlo al meglio delle mie possibilità. Ma questo è l’unico “privilegio” che mi interessa mantenere e incrementare.
    Elena

Pagine: 1 2

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili