Salta i links e vai al contenuto

Sfratto a Milano

Lettere scritte dall'autore  

Salve,
voglio informarla che io, sergio 28 anni, e mio papà di 58 anni siamo in mezzo ad una strada dal 30 gennaio perché il comune di milano non ci ha dato nulla.
Siamo milanesi dalla nascita, aiutatemi sono disperato.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Cittadini - Me Stesso

5 commenti

  1. 1
    Laura -

    Mi spiace che nessuno ti abbia risposto per darti qualche consiglio o aiuto.
    Hai provato a richiedere una alloggio popolare?
    Molte volte ci sono delle associazioni che possono dare delle indicazioni certe, come la Caritas.
    Non hai nessun parente o amico disposto ad aiutarvi per qualche tempo?
    Hai un lavoro?
    Spero che tu e tuo padre riusciate a risolvere questa situazione e tornare a sperare per un futuro migliore.
    Facci sapere come stai e come vanno le cose.

  2. 2
    leo -

    con queste scarse informazioni si può dire ben poco.
    come si è svolta la vicenda nell’insieme?!
    vivevate in appartamento affittato con proroga di sfratto e iscrizione alle liste per l’assegnazione di case?!
    da quanto tempo?!
    che vi hanno detto l’ultima volta all’ufficio preposto del Comune?!
    confermo che la Caritas può essere d’aiuto pratico.
    intanto, eccoti una citazione dalle procedure del Comune di Brescia per casi analoghi (assegnazioni straordinarie):

    “la vigente normativa prevede la possibilità di assegnare, in forma straordinaria, alloggi di edilizia residenziale pubblica, previa valutazione da parte di un’ apposita Commissione. E’ quindi necessario che il cittadino si rivolga per tempo al Servizio Casa, per consentire l’istruttoria della pratica, l’esame da parte della preposta Commissione Straordinaria e l’assegnazione dell’alloggio pubblico prima dell’esecuzione dello sfratto.
    I casi di sfratti per morosità sono di competenza dei Servizi Sociali. Per tali situazioni il cittadino dovrà rivolgersi al Centro Sociale della propria Circoscrizione.”

  3. 3
    Francesca -

    Se sulla carta esistono misure a tutela di situazioni di reale disagio, purtroppo, esistono anche i modi per approfittarne. Spesso chi ha veramente bisogno è superato nelle liste di attesa da chi non si fa scrupoli a dichiarare il falso o a esagerare la propria condizione. Basta far rientrare minori e ultrasessantacinquenni nel proprio nucleo familiare per schizzare al top delle classifiche anche se si tratta di figli o nipoti che in realtà hanno un nucleo familiare a parte e autosufficiente. Basta “omettere” qualche dichiarazione dei redditi o autocertificare una serie di disagi abitativi inesistenti per risultare idonei…Il bello è che spesso queste famiglie “indigenti” si permettono anche il lusso di rifiutare l’alloggio che il comune ha offerto loro perchè non è un quadrilocale come avevano chiesto..quindi magari per voi che ne avete veramente bisogno c’è speranza. Anche in queste situazioni esistono gli snob. (ovviamente parlo per esperienza personale e perchè conosco personalmente chi è nelle liste e non ha il diritto ed effettua un doppio reato: nei confronti del comune e di chi paga le tasse e nei confronti di chi è veramente in mezzo a una strada anche per colpa di chi affolla le liste impunemente).

  4. 4
    giovanni -

    non ti stare a lamentare !
    non sei il solo che dorme alle stelle.
    Io vivo con le stelle e il freddo dal giorno 12 mese scorso.
    Il governo no capisce niente di sfratti, come quello per acquisizione
    che i pochi mesi uno viene buttato fuori.
    Invece è un pò più tutelato lo sfratto per fine cessazione locazione.
    In deroga mi hanno risposto che essendo da solo e non ho patologie
    rilevanti, me la posso prendere i que posto.
    Non ricordi che que sfasciacarrozze di Pannella parlava di diritti!
    Dite quello che volete, ma aveva indovinato il problema.
    Adesso questo specie di governo parla di diritti e non fa un tubo
    per soluzioni a vari problemi!
    Sai cosa dice leonardo sciascio sul giorno della civetta?
    “Preti e politici”
    La cosa più schifosa che ti consigliano e di vedere l’industria della
    caritas. Ecco, devi chiedere e leccare.
    Ma tieni presente che questo stato non fa altro che creare sbandati in
    modo che poi chiedi la caritas, e loro creano l’impero sulle rovine
    dell’umanita. Aveva ragione qualcuno: Maledizione del cristianesimo,
    ed io aggiungo maledizione di tutte le religioni e ideologie.

  5. 5
    camelia -

    Salve, voglio informarla che ho lo sfratto , ho 51 anni, sono da sola con mia madre che è malata, 74 anni, non autosufficiente, pluripatologie invalidanti.Ho fatto la domannda per l’invalidità civile e aspettiamo la comissione dell?INP.Lei è a carico mio in tutti sensi. sono in graduatoriaper le case popolari ( da giugno 2012, presso SICET via Tadino 31). sono disperata, devo accudire mia madre, sono da sola, non ho alcun aiuto.
    Dove mi posso rivolgere , mi arriverà lo sfratto esecutivo con lei ammalata, alletata, cosa faccio?
    Grazie, aiutatemi per favore.
    Ho un lavoro, redditto basso, sono precaria, citt.italiana da 22anni, la mamma è residente con me, vedova , figlia unica.

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili