Salta i links e vai al contenuto

Semplicemente IO…

Salve a tutti, sono affetto da ansia pur avendo una vita “normale” università qualche lavoretto saltuario, l’unica consolazione è il mio letto, prendo in dose minime psicofarmaci per far aumentare la finta felicità chiamata serotonina, e in più un ansiolitico in dosaggi minimi. Ho superato molte difficoltà, ho lasciato alle spalle da anni una storia di tradimento, ballo mi diverto esco mi svago ma le cose non funzionano, cerco la felicità interiore e lo stare bene con me stesso fisicamente e spiritualmente. Quanto maggiormente una persona è intelligente e sensibile e più sta male da morire. In casa ho una famiglia che mi sostiene ma le cose non vanno come dovrebbero, c’è sempre quella preoccupazione che qualcosa in me prima o poi possa uscire fuori. Credo di avere un problema nell’accettare la realtà in cui viviamo ho frequenti problemi di stomaco tra cui anche la sindrome del colon irritabile che mi porta evidenti disagi fisici e mentali che si accentuano con l’ansia. Studio poco o nulla sono indietro di parecchi esami, la voglia di imparare c’è sempre, non mi arrendo alla prima difficoltà, mi chiedo se alla fine dei giochi tutto quello che ho fatto e sto facendo valga davvero qualcosa. Come essere “incastrato” tra la realtà che ognuno porta dentro di se e quella del mondo che c’è fuori, brutta grigia solitario monotona. Mi annoio facilmente ho perso tanta della mia pazienza grazie all’ ansia, sono stufo di dovermi preoccupare di quando arriverà e dei disagi che potrebbe portarmi. Ho amici belli o brutti falsi e veri ma l’importante non essere mai soli, la solitudine uccide anche la mente più eclettica e ambiziosa. Sono qui pronto a sentire qualunque storia simile alla mia o semplicemente mi piacerebbe conoscere le vostre opinioni e/o punti di vista

L'autore ha scritto 7 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso

1 commento

  1. 1
    Dolce amaretto -

    Ciao quello che scrivi io lo capisco bene perchè ci sono passata ho avuto nche frequenti attacchi di panico 2 anni fa. Il consiglio che voglio assolutamente darti è quello di parlare di queste cose con qualcuno. Ma deve essere uno specialista oppure un sarcedote. ti aiuteranno a risolvere un po’ questa situazione, dandoti gli strumenti adatti per farlo tu stesso. Posso chiederti cosa sogni la notte?

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili