Salta i links e vai al contenuto

Se si ama non si tradisce: non è sempre così

La lettera è pubblicata a Pagina 1

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

78 commenti

Pagine: 1 6 7 8

  1. 71
    maria grazia -

    “non sei né la prima né l’ultima a esserti comportata in modo superficiale e scorretto.”

    embè questo che significa, che va per forza compresa e giustificata ? come dice bianca questa tizia aveva accanto un uomo che LA AMAVA e che stava SERIAMENTE con lei. Non si trattava di un’ avventuretta passeggera, o di una storiellina di poco conto ( situazioni nelle quali non possiamo aspettarci nulla dall’ altro e ognuno è RESPONSABILE PER SE STESSO, ti è chiaro il concetto ?.. )
    La parola “impegno” deve ricominciare ad avere un VALORE, specie tra le nuove generazioni. e i qualunquisti e i “buonisti alla bisogna” farebbero meglio a tacere.

  2. 72
    rossana -

    Sarah,
    – “mi ha lasciato, non perché sa del tradimento ma perché deve partire x lavoro e non voglio seguirlo. io soffro per lui e lui tanto, ma mi sento confusa.vorrei tornare cn lui, ma vorrei nello stesso tempo avere rapporti con l’ altro” – dopo quasi sette anni di relazione è normale che questo ragazzo ti manchi ma, secondo me, l’hai tradito perché di fatto non l’ami più. può succedere, così come può succedere che, per rendersene conto, si debba sconfinare in un altro tipo di rapporto, proprio perché a volte può essere difficile staccarsi altrimenti.

    d’altronde, se lui intende trasferirsi per lavoro e tu non te la senti di seguirlo, già le vostre prospettive per il futuro non sono più condivise. né mi sembrerebbe consigliabile per te lasciare il tuo lavoro per diventare dipendente economicamente da lui, in un ambiente che senti ostile. alla tua età e in queste circostanze un po’ di confusione ci sta, e anche parecchia sofferenza per entrambi, nel separarvi.

    – “io prima giudicavo quelle come me. nn mi riconosco più. ero una ragazza seria.” – giudicare dal di fuori è facilissimo, così com’è giusto aspirare a condotte moralmente perfette ma… la vita non è mai perfetta, così come non lo è nessun essere umano…

    non te la prendere per i pesanti giudizi che ti sono stati riversati addosso da chi non conosce nei dettagli la tua realtà o poco si sofferma nell’intento di comprenderla. tornerai di certo a essere “la ragazza seria” che finora sei stata. un incidente di percorso non ti rende per ora la brutta persona che ti si vuol far credere di essere diventata.

    parere personale, ovviamente, ma valido come qualunque altro, indipendentemente dai giudizi ripetutamente espressi sul mio modo di essere, sia quando tendo a comprendere chi scrive, come nel tuo caso e il quello di Alessandro, che quando dissento, come nel caso di Vale. è comunque arricchente per te avere più versioni su quanto hai esposto, in modo da poter scegliere serenamente quella che senti più giusta per te.

  3. 73
    sarah -

    ringrazio tutti per le vostre risposte, anche quelle brutte. in effetti io ho sbagliato, ma il mio ex mi lasciava sempre a casa, non era romantico, quindi sono caduta alle avance del mio datore di lavoro, ma con lui adesso è finita, c’è solo un rapporto lavorativo, non nego che da parte mia provo ancora attrazione fisica. il mio ex si è fatto sentire, io sto cercando di dimenticarlo e lui mi ha detto che è stata tutta colpa del mio carattere (lui non sa del tradimento) ma quando litigavamo per me era lui sbagliato, per lui invece ero io. ormai siamo lasciati da 2 mesi e lui mi dice che non troverà più una ragazza bella come me, che lo sto facendo soffrire e che mi deve dimenticare. mi ama ancora, ma non vuole tornare con me. non ha senso chi ama non lascia. io domenica l’ ho pregato di tornare con me, ma lui ancora una volta si è rifiutato. è vero che per stare insieme l’ amore non basta?

  4. 74
    rossana -

    Sarah,
    mi fa piacere che ti sia rifatta viva e che tu sia forte abbastanza da accettare anche i commenti in negativo (spesso chi viene ferito evita di riprendere l’interscambio verbale).

    “è vero che per stare insieme l’ amore non basta?” – per me, sì. i caratteri e/o le aspettative per il futuro possono diventare elementi di separazione. tutto comincia e tutto finisce. nel contesto amoroso l’eccezione è rappresentata proprio dal romantico “per sempre”, che si vuole avere come unico faro verso cui fare rotta ma che in definitiva serve soltanto come lodevole orientamento di fondo. l’utopia è diversa dalla realtà!

    a grandi linee in amore si ritengono valide le seguenti affermazioni di sintesi:
    – in amore vince chi fugge;
    – chi ama non lascia;
    – se si ama, non si tradisce…
    e altre ancora…

    se il linea di massima possono avere una valenza, non l’hanno mai in assoluto. i sentimenti, come le persone, non sono né classificabili, né spesso facilmente identificabili. è giusto sforzarsi di capire se stessi e il prossimo il più possibile ma non si riesce quasi mai a farlo in modo concreto e duraturo. tutto è sempre in divenire, sia nello spirito che nel fisico…

  5. 75
    maria grazia -

    sarah, su una cosa hai ragione: CHI AMA NON LASCIA.
    e sopratutto – aggiungo io – chi ci ama CI RICAMBIA. Chi adduce presunti motivi di incompatibilità caratteriale, è perchè dentro di lui sa che il sentimento che provava è già finito ( o non c’è mai stato ). L’ AMORE RECIPROCO e la VERA VOLONTA’ DI COSTRUIRE la coppia, suppliscono a qualunque divergenza. il resto è fuffa.

  6. 76
    sarah -

    esatto, lui non è più sicuro del sentimento e forse nemmeno io lo sono più, se ritornasse non saprei cosa fare

  7. 77
    Golem -

    Chi ha scoperto l’Amore SA che non potrà mai finire. Quando finisce non era amore ma quello che si credeva fosse. Ecco perché chi non lo ha veramente provato pensa che possa finire ritenendo che gli amori finiscono.
    Finisce l’amore di una madre, di un genitore? No, mai quando è vero. E perchè “l’altro” se è VERO dovrebbe mai finire?

  8. 78
    sarah -

    il mio ex si è fatto sentire e vuole tornare con me, io ho detto subito si,ma in realtà sono ancora confusa, mi sento strana, dovrei essere felice. io non lo guardo più con gli occhi a cuore di una volta, forse per la delusione o relamente non lo amo più. lui dice che mi8 ha lasciato anche perché mi vedeva strana, forse quando lo tradivo ero strana e non me ne sono resa CONTO. LUI sta facendo di tutto per ricostruire il rapporto, io invece non sono piu convinta. oggi è venuto a trovarmi a lavoro e quando ha salutato il mio datore di lavoro tremavo, mi sentivo uno schifo per averlo tradito. ieri abbiamo fatto l’ amore ed è stato bellissimo ma io pensavo a volte al mio datore di lavoro. che confusione

Pagine: 1 6 7 8

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso dispositivo (da qualsiasi dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili