Salta i links e vai al contenuto

Razionalizzando la fine di un amore

Lettere scritte dall'autore  

Ciao a tutti mi chiamo Guido ed ho 24 anni. Questa è la prima volta che scrivo qualcosa sul web di molto personale ma credo sia utile anche come sfogo. Ieri si è chiusa una pagina importante della mia vita: mi sono lasciato con la mia ragazza, con la quale sono stato circa un anno e mezzo (incluso un periodo in cui ci eravamo lasciati, durato circa 3 mesi).
Lei ha 18 anni ed all’inizio io mi ero fatto un sacco di scrupoli per la differenza di età che mi metteva molto in imbarazzo. Poi le cose sono andate avanti spontaneamente e la nostra è diventata una storia importante (la più importante della mia vita).
Ritenevo fosse un rapporto molto stabile, contornato di parole e gesti importanti, di regali dal valore simbolico ed affettivo molto importante.
Durante la scorsa estate (precisamente a Luglio 2009) sono cominciati i primi problemi.
Lei è partita per il mare nel posto in cui va tutti gli anni da quando è bambina. Laggiù ha una compagnia di amici, quasi tutti uomini. Il problema principale era dovuto al fatto che si faceva sentire poco o comunque sembrava che le importasse relativamente mantenere i rapporti a distanza. Questo problema è persistito per tutto il periodo estivo ma siamo comunque riusciti a venire fuori dalla situazione dopo vari litigi.
Poi c’è stato l’episodio che ci ha portato a lasciarci per la prima volta: lei ha conosciuto un ragazzo durante uno stage di pianoforte e si è “innamorata” di lui. Si sono baciati e hanno cominciato un lungo scambio di sms. Lei è tornata a casa dopo le vacanze completamente cambiata.
Mi ha chiesto un periodo di pausa, ma a me la cosa puzzava e ho trovato la forza di lasciarla. Dopo varie settimane ho scoperto che il motivo del suo allontanamento era stato questo ragazzo.
Ho passato mesi di sofferenza perché non riuscivo a capacitarmi di come avesse potuto abbandonarmi in quel modo per un altro, dopo tutto quello che ci eravamo detti e tutte le emozioni che avevamo provato insieme. Frequentiamo lo stesso ambiente quindi nei mesi in cui non stavamo insieme abbiamo continuato a vederci quasi per necessità.
Dopo 3 mesi in cui ormai avevamo perso completamente ogni tipo di rapporto (io non potevo accettare di rimanerle amico) è successo quello che non mi sarei mai aspettato: è tornata a cercarmi chiedendomi di tornare insieme.
Per me è stata una decisione lunga e sofferta, perché sapevo di rischiare tornando con lei che mi aveva fatto stare così male. Fatto sta che siamo tornati insieme ed il nostro rapporto piano piano si è ricostruito come la prima volta.
Arrivata l’estate, questa estate del 2010, io l’ho lasciata partire sicuro che le cose sarebbe migliorate e che non avrebbe commesso gli errori dell’anno scorso. Invece i problemi ci sono stati, forse anche maggiori rispetto allo scorso anno. Lei partendo ha ripreso il suo solito atteggiamento di indifferenza, addirittura passavano giorni interi senza che si facesse viva. Avevo bisogno di sentirla almeno una volta al giorno e mi stufavo di doverla chiamare sempre io.
La scorsa settimana dovevamo andare in vacanza insieme ma lei non è venuta e mi ha lasciato andare da sola con gli amici, dicendo che i suoi genitori avevano creato dei problemi per mandarla quando avevano saputo che c’ero anch’io. Molto dipendeva però anche dal fatto che volesse restare in vacanza con i suoi amici. Io non potevo transigere sul fatto che volesse farsi gli affari suoi e che mi trascurasse.
Fatto sta che dopo continui litigi abbiamo deciso di lasciarci di comune accordo. Per me era impossibile dover dividere un rapporto con una persona che dimostrava poco interesse nel vedermi/sentirmi. Che preferiva i suoi amici a me e che non faceva niente per venirmi incontro né tantomeno per dimostrarmi il suo amore.
Adesso mi ritrovo qua a pensare a tutti i momenti passati assieme, il distacco è terribile, il vuoto è quasi incolmabile, la sofferenza è tanta. Penso a quante cose irrisolte abbiamo lasciato. Mi sembra evidente che se siamo arrivati al capolinea forse era la soluzione più giusta lasciarsi.
Ma lo abbiamo fatto senza una parola di conforto, in modo molto brutale. Forse eravamo incompatibili di carattere, forse lei ha bisogno di crescere per poter capire cosa vuol dire amare davvero una persona. Per amore io avrei gettato tutto me stesso oltre gli ostacoli, ma non ho trovato una persona disposta a fare altrettanto. Probabilmente adesso lei vivrà più serenamente e questo è veramente difficile da accettare. Adesso devo soltanto voltare pagina e andare avanti.
Grazie a tutti quelli che leggeranno e vorranno lasciare un commento.

L'autore ha scritto 3 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

- Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

3 commenti

  1. 1
    misterx87 -

    caro guido, la tua storia ha qualcosa in comune con la mia che ho riportato sul sito poco tempo fa…anche se tutte le storie forse hanno più cose in comune.

    pure io sono tornato 1 prima volta con la mia ex che si era “innamorata” di 1 altro..poi ci siamo rimessi insieme e dopo mesi difficili ci siamo lasciati,definitivamente..sono ormai 3 mesi che non ci sentiamo e fin da subito lei ha ricercato lo stesso tipo di cui si era “innamorata”..tuttavia ci siamo lasciati x altri motivi..questi mesi difficili appunto..

    comunque,caro guido, hai fatto 1 scelta dolorosa..x la tua ormai ex non so quanto,ma x te, che l’amavi e che eri tornato con lei non ostante tutto 1 scelta difficile senza dubbio… da quanto ho letto mi sento pero’ di dirti che hai fatto la scelta giusta. non contera’ molto e non alleviera’ il dolore che tu, come io e molti altri qua proviamo, ma lasciami dire che la tua ardua decisione e’ stata saggia.

    ora non fare come purtroppo accade a molti di negare con la razionalizzazione il bello della tua storia. il bello c’e’ stato eccome, x quello fa cosi’ male! pero’ c’erano dei problemi, sara’ l’eta’ di lei, sara’ la maturita’, sara’ quel che sara’ ma qualcosa ti ha suggerito che dovevi rinunciare perche’ non meriti cosi’ poca considerazione. quindi a poco a poco prendi il meglio che lei ti ha lasciato e tienilo dentro di te..il resto lascia che vada via, augurando il meglio dalla vita alla tua ex, che ti ha fatto stare male ma pure molto bene. so che e’ dura..lo dice 1 che ormai e’ 3 mesi che sta dietro a vari pensieri sulla sua storia finita..

    in bocca al lupo!

  2. 2
    cricri -

    caro guido, la ragazza non è ancora pronta per avere una storia seria ne con te ne con nessuno, tu andavi bene per l’inverno per la quotidianità la comitiva al mare va benissimo per l’estate. quello che ti dico come se fossi mio fratello (hai la sua stessa età). Non sei tu che hai sbagliato semplicemente concepite due modi diversi di vivere una storia d’amore. Per ogni lacrima versata un ricordo ci sarà, è per ogni ricordo del passato un sorriso verrà. Non piangerai e non soffrirai per sempre, adesso ti stai allenando per la vita e per le esperienze che verrano. in bocca al lupo per tutto…..

  3. 3
    irene -

    ……….posso solo dire ke so cosa significa il tuo dolore…come il resto del mondo credo…tutti soffriamo x amore…e vorrei tanto riuscire a nn innamorarmi più…

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili