Salta i links e vai al contenuto

Quelle belle famiglie patriarcali di una volta

Lettere scritte dall'autore  

La mia non vuole essere propaganda pro o contro i nostri cari governanti, ma mi piacerebbe esprimere un parere personale.
Ho sempre pensato che chi gestisce le nostre tasche, (perchè governarci secondo loro è solo questo) dovrebbe essere paragonato a un buon padre di famiglia (GOVERNANTI), a una mamma amorevole e comprensiva ma quando necessario autoritaria e forte nelle sue decisioni (LE FORZE DELL’ORDINE e tutti i vari istituti che gestiscono sempre le nostre tasche) e i benedetti figli che lavoravano i campi per il bene della famiglia e che venivano RICOMPENSATI DA MAMMA E PAPA’ (QUEI FIGLI OVVIAMENTE SIAMO NOI), sapete quelle belle famiglie patriarcali di una volta? Dunque, quei genitori, secondo voi, sono come I SOPRA CITATI???
No comment.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Politica

2 commenti

  1. 1
    filippo -

    “Ho sempre pensato che chi gestisce le nostre tasche …” cyborg

    ingenuità quasi commovente, se si considera che le Istituzioni di questo paese hanno perso ufficialmente la loro credibilità nel primo minuto dopo essere nate; ma qui si vede che il Liceo Classico in tempi recenti ha ceduto il passo a studi più “pragmatici”, anticipazione dello stile berlusconiano “tèra tèra”.
    con gli studi classici che ho fatto io non sarebbe mai stata possibile un’allucinazione come quella, poste certe basi di Storia, di filosofia e di letteratura.

  2. 2
    enzo -

    ho sempre definito i personaggi che credono che la validità del pensiero altrui abbia valore solo se ha frequentato istituti scolastici superiori, sono i promotori del silenzio sofferto di chi vede e capisce perfettamente le ingiustizie , ma la sovranità del popolo tanto acclamata in periodi di elezioni, viene prontamente dimenticata il giorno dopo.nessuna di queste persone che sono tanto istruite, ha vantaggi a sconsiderare il sistema, e sono convinto che, negli anni a venire, questo mezzo di comunicazione tra genti,anche ignoranti magari, ma non stupide, potrà dar forza alla propria voce e avere la libertà di vivere la propria vita, senza che nessuno lo voglia gestire,con quale diritto.la mia vita è preziosa come quella di chiunque altro e non avrò altre occasioni, non c’è diritto di replica, allora perchè non posso pensare che siamo tutti dei pecoroni senza attributi? perchè ci lamentiamo dell’omertà di alcune zone della nostra terra quando verso le nostre istituzioni ci comportiamo allo stesso modo?

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili