Salta i links e vai al contenuto

Qualcuno disse… abbi il coraggio di osare

  

Ciao a tutti,
sono una ragazza di 25 anni con una storia un po’ particolare che vi voglio raccontare per farvi capire un po’ in più di me.
Sono nata e cresciuta in un piccolo paese di provincia del sud italia da una famiglia che si è letteralmente costruita da sola che oggi può dirsi agiata, come lo può essere una qualsiasi famiglia in periodo di crisi.
Da piccola ero una bellissima bambina, con modi raffinati ed eleganti, che parlava con una dizione esemplare e tutti mi guardavano con una certa ammirazione e si complimentavano con mia madre per la mia bellezza e la mia classe…
Con il tempo sono cresciuta ed ho iniziato a manifestare un problema estetico noto con il termine di irsutismo, per farla breve avevo la barba, i peli sul petto e sulla pancia… ero una bambina molto orgogliosa e forse il mio orgoglio è stata la mia salvezza e la mia dannazione. non so quanti di voi possono immaginare cosa significhi per una ragazzina di 11 anni iniziare le scuole medie e poi il liceo in quelle condizioni: TRAUMATICO????
No molto di più… sopportare gli sguardi di derisione, commiserazione essere etichettata come un fenomeno da baraccone, sentire i bisbiglii della gente, i commenti e le battute che solo al ricordo mi fanno stare ancora male è stata uno strazio dell’anima… il tutto è stato peggiorato dal fatto che forse per il troppo amore che nutrivo per la mia famiglia, o forse semplicemente per vergogna non ho mai parlato di questo disaggio alla mia famiglia.. per loro sono sempre stata una bambina ed una ragazzina serena… forse allora dove fenomeni di bullismo non venivano divulgati ci si era dimenticati di quanto possano essere cattivi i bambini nei confronti del diverso… le mie giornate di quegli anni erano scandite dall’angoscia la mattina di affrontare un altro giorno di liceo, dalla mancanza di quei gesti di amore che si scambiavano i fidanzatini all’entrata, dallo squarcio dentro che provavo durante le battute, dalla finta allegria in casa con i miei, dalle abbuffate di cibo che mi riempivano la pancia e mi illudevo potessero riempirmi l’anima, i pianti di notte per tutto quello che non avevo e che mai avrei avuto!!!
Sono andata avanti e in parte ridussi a caro costo il mio problemino estetico e pensai una volta finito il liceo che avrei potuto ricominciare da zero all’università, dove nessuno mi conosceva, dove sarei potuta essere la studentessa modello, bella corteggiata… forse questa illusione mi ha accompagnata durante il primo anno con ottimi risultati accademici ma presto imparai che non sarei mai potuta essere quello che non ero e questo andava oltre il mio aspetto fisico… potevo nascondere il mio problema avevo imparato a farlo con ore e ore di cerette, laser terapia, ma forse agli altri non a me stessa… non puoi nascondere anni di sofferenza e soprattutto non li puoi cancellare, non puoi di colpo essere la ragazza spigliata se hai passato metà della tua vita a nasconderti… puoi cambiare il tuo aspetto ma non il tuo modo di essere…
La mattina mi svegliavo due ore prima che passavo in bagno cercando di eliminare peli inesistenti che solo io vedevo, ore di trucco per essere impeccabile per sentirmi sicura e poi ore di lezione in un angolo senza parlare con nessuno, senza intervenire per paura di essere notata…. e poi all’improvviso sono crollata, ero stanca di estenuanti sedute di laser, stanca di cerette, stanca di dover programmare tutta la mia vita perché gli imprevisti non erano ammessi e così ho smesso di fare esami di uscire di casa, sono stata un intero anno senza uscire di casa… in fondo li nessuno mi avrebbe mai fatto niente ero sicura eppure mi mancava qualcosa forse la cosa più importante della vita l’amore…
Nella mia esistenza solitaria mi faceva compagnia il computer, le chat e proprio in una di questa conobbi un ragazzo che frequentava medicina nel mio stesso polo accademico… la mia vita divenne internet dietro uno schermo mi sentivo forte sicura, infondo ero puro spirito… forse mi innamorai e lui si innamorò, dalla chat passammo al telefono e lui chiese di vedermi forse l’avrei incontrato se il destino non ci avesse messo il destino in una telefonata mi raccontò la sua giornata e mi disse del disgusto che aveva provato quando una sua amica si era inginocchiata a prendere una cosa e lui aveva scorto della peluria sul fondo schiena… ricordo che in quel preciso istante mi cadde il mondo addosso… non l’ho mai conosciuto…
Decisi che sarei rimasta per sempre sola perché non avrei mai conosciuto una persona in grado di amarmi per quello che ero… poi inavvertitamente sei arrivato tu… ti ho conosciuto per caso eri un amico di quella strampalata di danielle con la quale studiavo e una sera facemmo quella conversazione a tre su msn e mi piacesti subito… quante ore passavo sul messanger sperando di incontrarti assetata di amore e comprensione…. poi passammo alle chiamate nel cuore della notte, finché non mi dicesti di volermi incontrare che ti eri innamorato di me…. ma la paura di un’altra delusione mi spinse a dirti che non mi avresti mai potuta incontrare perché io non sarei mai potuta stare con nessuno… ma con l’aiuto di danielle alla fine mi vedesti, ricordo che ero talmente scioccata che quella sera assistevo alla scena come spettatrice: tu mi venisti incontro ed io di istinto ti abbracciai e tu mi dicesti come sei bella…
Il resto lo conosciamo bene… una storia che dura da tre anni, con il mio uomo che mi ama per quello che sono, piano piano mi hai dato quella sicurezza che non avevo, mi hai donato la felicità e mi stai aiutando ad uscire da questo tunnel del cibo nel quale per troppi anni mi sono rifugiata…. adesso sei tu a sentirti in difficoltà e sono io che vorrei fare qualcosa per te…. forse nella tua vita hai fatto scelte sbagliate, forse è vero a 30 anni ti ritrovi senza un titolo di studio e senza un lavoro, forse la situazione odierna non da certezze professionali… ma ti mancano due esami alla laurea ed io non ho pretese mi basta poco mi basti tu…. non voglio castelli, non voglio gioielli né abiti firmati, voglio solo potermi svegliare per tutta la vita e trovarti lì accanto a me… la vita è una amore e non è per niente facile lo so io e lo sai tu ma un giorno qualcuno disse abbi il coraggio di osare… fallo amore per noi, per il nostro futuro, non è mai troppo tardi per cominciare a vivere tu me lo hai insegnato e io te lo ricordo…
Ti amo infinitamente…

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Me Stesso

2 commenti a

Qualcuno disse… abbi il coraggio di osare

  1. 1
    Lukas -

    Ciao micetto!!!!! Hai scritto la nostra storia che teneraaaaaaa. Ti voglio bene Ginsy qualunque siano le circostanze della vita!!! L’amore ci salverà!!! Ciaoooooooooooo!!!

  2. 2
    Bimba -

    Ciao Giosmar, complimenti. Davvero..questo è l’amore vero, lo sai? Anch’io sono timidissima, ho provato mille volte la sensazione di mettermi in un angolino, lì sola, con il mio dolore, la vergogna di TUTTA me stessa, sapere le cose e non dirle per paura che qualcuno si accorgesse di me, e magari mi deridesse con il compagno di banco..
    Hai sopportato prove durissime, tu, piccola, da sola.. Il fiore che sei oggi è solamente tuo merito: eri sola, e con le tue uniche forze sei riuscita a dare un finale fantastico ad una storia triste, hai sperato difficoltà immani..
    Sì, i bambini sanno essere molto cattivi, nemmeno io lo avrei mai immaginato, io che li adoro i bambini..eppure ho provato sulla mia pelle quello di cui stai parlando tu..
    Se ne hai voglia, lasciami pure il tuo indirizzo e-mail, e io ti racconterò un pò più di me…
    Tantissimi auguri ragazzi, vi auguro di costruire una famiglia straordinaria..
    Per quanto riguarda il lavoro dì al tuo Lukas (mi pare di capire che sia lui) che deve stare tranquillo, sono i tempi così, non è di certo una colpa personale..in bocca al lupo, tenete duro..
    Vi stimo molto, dimostrate una profonda maturità, io le persone come voi le adoro (e non ne incontro mai, malauguratamente)..
    Ciao ragazzi

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili