Salta i links e vai al contenuto

Problema delicato di salute e lavoro: uno sfogo

Lettere scritte dall'autore  siamesecat
La lettera è pubblicata a Pagina 1

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

17 commenti

Pagine: 1 2

  1. 11
    Aton -

    Il Pascoli… gli impulsi afferenti… la complessa sequenza di eventi somatici e viscerali che compongono il riflesso emetico. Magari complicato, ma l’effetto è quello.

  2. 12
    Elvis -

    Siamesecat cerca di dare meno confidenza possibile a questa persona in caccia di pretesti e di non dare peso a quello che ti dice. Tenta di suscitare tue reazioni. Io non gliele darei e non per passivita’ ma considerandola per cio’ che e’: una frustrata. Se i tuoi capi sanno che il tuo dovere lo fai e le assenze e i ritardi sono giustificati non hai di cosa giustificarti con lei. Neanche di tue stanchezze e ragioni. Non si tratta solo di fregarsene ma anche di rendersi conto che non e’ neanche nella posizione di romperti le palle o di sindacare sui fatti tuoi.

  3. 13
    rossana -

    Angelo,
    mi ha fatto piacere essermi sbagliata sulla tua età, anche perchè questo mi ha indirettamente confermato l’incidenza dell’educazione sul temperamento, cosa molto difficile da scrollarsi di dosso.

    certo i trentenni di oggi non hanno subito i nostri condizionamenti, e mi sembra che tendano a debordare in eccesso di reazioni e di individualismo, come fanno i colleghi a cui è stato fatto cenno e alcuni giovani utenti qui.

    speriamo che prima o poi, come nei rapporti tra uomo e donna, sia possibile raggiungere un maggior equilibrio.

    buon fine settimana!

  4. 14
    rossana -

    Elvis,
    il tuo suggerimento non fa una grinza, sempre che, a lungo andare, i colleghi di Siamesecat, che non possono essere al corrente della sua situazione lavorativa e comportamentale in tutti i dettagli, non finiscano per aderire alla linea di pensiero di quella collega non solo frustrata (ammesso che lo sia) ma pure nefasta e impicciona.

    nell’ambiente di lavoro a volte si fa in fretta a bollare in negativo una persona, anche se questa non lo merita.

    ci sarebbe, poi, da chiedersi perchè quella tale collega “tenta di suscitare le sue reazioni”…

  5. 15
    siamesecat -

    Io faccio parte della categoria “ultratrentenni”, ma sono cresciuta secondo il vecchio stampo, in un paese che ha saputo (fino a un certo punto, purtroppo) resistere all’ondata di modernità. Non mi riconosco nei miei coetanei, ho cercato di avvicinarmi a loro, ma ero solo una macchietta, e in più tradivo la mia natura. Ho un carattere molto particolare, mi piace molto scherzare e fare battute magari un po’ crasse, ma vengo fraintesa, e alla fine pensano tutti che sia una ninfo-mitomane travestita da bacchettona. Nulla di più lontano dalla realtà… Sono sì molto rigida, ma non perbenista… Chiaro che con un quadro così, è facile essere presi di mira… Aggiungiamoci il fatto che quasi non reagisco, parlo sempre meno proprio perché questa collega usa tutto contro… Di certo c’è una buona fetta di mia responsabilità in tutto questo, troppo facile dare la colpa tutta agli altri… Forse fa così perché trova terreno fertile e vede che mi piego (ma non mi spezzerò mai, questo però non se lo immagina), che reagisco poco… Non so… Al lavoro dagli altri colleghi sono considerata la “genialoide”, ma con il classico abbinamento genio-follia, quella in grado di grandi ragionamenti logici e intellettualoidi, ma poi carente di intelligenza “emotiva” (penso non sia vero, ma anche a detta dei miei genitori, è così che sembro), quindi una da cui stare alla larga se non hai bisogno per risolvere questioni complesse. Invece la collega in questione credo mi ritenga oltre che tocca pure imbecille… Mah, di solito mi butto tutto indietro e guardo avanti… Purtroppo questo è un periodo un po’ così… Ogni cosa mi sembra molto difficoltosa, se non insormontabile, e mi manda in crisi. Passerà, di sicuro, spero solo il prima possibile, e potrò ancora guardare avanti con fiducia…

  6. 16
    rossana -

    Siamesecat,
    con l’educazione e con il carattere non si scherza: quasi impossibile essere diversi da come ci si sente o da come ci è stato insegnato a comportarci. se non si è il tipo di persona ribelle, capace di rifiutare quanto in lei non è istintivo, non ci sono grandi alternative.

    con il tempo e la buona volontà, partendo dall’analisi della situazione, qualche miglioramento nella modalità di porgersi e d’interagire con il prossimo si può ottenere, a proprio beneficio, pur restando sempre nell’ambito del personale modo di essere.

    non ti scoraggiare: cerca di mettere a segno dei piccoli passi mirati, soprattutto dopo che avrai superato questo tuo momento di particolare fragilità.

    tifo per te e ti auguro una pronta guarigione.

  7. 17
    siamesecat -

    Grazie ancora a tutti per le vostre risposte e per le parole di incoraggiamento, grazie davvero. Per fortuna pare che la cosa sia passata senza lasciare strascichi, anche perché io non voglio che ne abbia. Non mi serve a nulla portarmi dietro il risentimento e, sinceramente, non ce l’ho con la mia collega, anche se ha fatto una considerazione un po’ fuori luogo. Chi non ne fa? Resta però il problema di dissipare le emozioni negative che mi prendono alla sprovvista, ma ce la voglio fare. Ce la devo fare 🙂

Pagine: 1 2

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso dispositivo (da qualsiasi dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili