Salta i links e vai al contenuto

I primi amori ritornano?

Lettere scritte dall'autore  Cyber
La lettera è pubblicata a Pagina 1

L'autore ha scritto 4 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

170 commenti

Pagine: 1 15 16 17

  1. 161
    Golem -

    Se ti piace crederlo fallo pure. Per quanto mi riguarda però, da quello che dici appare evidente che non devi aver mai avuto rapporti che abbiano visto uno scambio più profondo di quelli che si leggono sui romanzi rosa, altrimenti non penseresti quello che hai scritto “dell’ultimo amore”. Ultimo perchè è grazie a quel quel doloroso “scambio di verità” che non si volevano vedere (e non di illusioni romantiche) che capisci che non può esserci “oltre”; proprio per l’unicità del rapporto che si è venuta a creare da quel confronto “profondo”. Confronto che ovviamente poteva dare anche un esito contrario, chiudendo per sempre la storia; ma per ragioni CHIARE, mature, adulte, non per fantasie adolescenziali .
    E’ come parlare di colori coi ciechi. Frase già usata ma sempre attuale di fronte a “certe cecità”.

  2. 162
    Umberto -

    “Ma a me pare più chiaro che quel termine fa pensare che quell’”amore” NON è l’ultimo”

    Giusto. Però il primo resta impresso (e idealizzato) perchè essendo appunto..il primo ha generato sensazioni ed emozioni fino ad allora senza precedenti.

    Non c’è nulla di male nel ricordarlo, se si tiene conto che è una idealizzazione anche perchè di una cosa tendiamo a ricordare soprattutto gli aspetti piacevoli.

    Amici, ricordate con affetto e commozione le forti emozioni del primo amore ma…vivete nel presente!

  3. 163
    Golem -

    Certamente Umberto, ma se credi che certi tipi, particolarmente portati all’idealizzazione e alle illusioni, facciano la discriminazione di cui parli tu, sei lontano dalla verità. C’è gente, anche di livello, e adulta, che ricorda certe sensazioni come assolute, e rincorrendole cade in un equivoco puerile.
    Ricordo di averlo già raccontato, ma alcuni anni fa ho assistito in diretta -e con la scommessa di come sarebbe finita- ad un “ritorno di fiamma” dopo tre decenni.
    Una collega di mia moglie, inglese, nei primi ’80 ebbe una fugace quanto intensa storia d’ammore durante una permanenza durata un mese sulla costiera amalfitana, con un aitante giovanotto del posto. Finisce il mese, i due si lasciano, e si perdono di vista sino a cinque anni fa. Un amorazzo da romanzo: la gioventù, la costiera, ‘o sole, ‘a pizza e ‘a pummarola, che vuoi di più: un sogno.
    Arriva Facebook 30 anni dopo, e lei, 50enne sola e intristita, ritrova il nome del giovanotto che ormai è diventato un benestante professore universitario. >>>

  4. 164
    Golem -

    >>> Lei lo contatta e scopre che si è appena separato, e ha un figlio adolescente. I due si entusiasmano e ovviamente attingono la gioia del ritrovarsi a quei ricordi di spensierata gioventù, ignorando che 30anni di lontananza e 50anni di età rappresentano un DIARIO di cose che andrebbe letto prima di entusiasmarsi.
    Per farla breve, lei lo raggiunge, riscopano, e si illudono che tutto sia rimasto come una volta. Dopo un po’ decidono di convivere, da lui (chiamala fessa). Ma lei mette dei paletti. Ogni quatto mesi deve tornare in England, solo cibo inglese, ma lei non cucina che per sè, casa indipendente con giardino inglese (in costiera?), niente rapporti con l’ex e pochi col figlio e non pensa di imparare l’italiano. Lui, che è un bello e affascinante uomo, accetta (anche lei è una gnocca, ma senza fascino). Morale, io ho scommesso con mia moglie che durava tre mesi. È durata tre anni. Durissimi.
    Oggi stanno ancora litigando per la casa col giardino inglese e chi ha messo più soldi. Il primo “ammore” non lo scorderanno mai. Sicuro.

  5. 165
    lilly -

    Pero’, come si fa a non dar ragione a golem sulla storia che ha raccontato. Due che si ritrovano dopo anni, amore o non amore, non si conoscono piu’ per quello che sono diventati (e le esperienze della vita fanno crescere, cambiare, maturare). Per cui i due si dovranno conoscere da capo, poi – puo’ darsi la fortuna – magari ritrovano anche il feeling del passato, tutto rinasce per come sono diventati ora, ma non e’ sempre cosi’. In effetti il primo amore, il mito in cui lo si trasforma, e’ piu’ una leggenda che altro.

  6. 166
    rossana -

    Lilly,
    per me il primo amore può essere sia il più importante della vita che una prima prova adolescenziale, che non lascia che tracce di emozioni di gioventù. dipende, da rapporto a rapporto, e anche da rapporto vissuto e concluso, rispetto ad altro rimasto in sospeso, per essere stati lasciati o per aver lasciato, per qualsiasi ragione.

    il mio più importante è stato il secondo, di fatto l’ultimo, quello di una relativa maturità.

    rifiuto solo a priori di giudicare in massa, dall’esterno, sia i primi che i successivi. non tutte le vite e non tutti i rapporti amorosi seguono la stessa falsariga. così come non tutte le persone prediligono lo stesso tipo di emozioni…

  7. 167
    Umberto -

    Penso dipenda dalle circostanze..se si spera di tornare nel passato e vivere un sogno o se ci si reincontra, cambiati e maturati in sostanza due persone che si conoscono ma che non sono più le stesse.
    In questo caso il beneficio del dubbio lo concederei

  8. 168
    maria grazia -

    Le persone sono egotiche, per questo non accettano che il loro percorso sentimentale sia stato di fatto un fallimento, connotato da prove e tentativi poi mai evoluti in un rapporto inossidabile. ecco perchè hanno inventato il primo, il secondo, il terzo e pure il quarto “amore”. Ma l’ unico vero amore è quello che implica lo stare con una persona in maniera piena e ufficiale per il resto della vita. capisco che per questi tempi moderni e relativisti possa tuonare come un qualcosa di antico e superato. Ma certe leggi sono immutabili e universali e bisogna farsene una ragione. Bisogna accettare che non tutti siamo destinati a incontrare ( e vivere ) l’ amore autentico ( quello eterno e reciproco ). accettarlo significa smettere di soffrire quando ci imbatteremo nel prossimo bellissimo calesse, prendendo da esso solo il buono e il bello e lasciando perdere tutto il resto: cioè inutili struggimenti che non hanno ragion d’ essere. i ritorni di fiamma? non ci credo. quando qualcosa si è rotto non si aggiusta più.

  9. 169
    Esther -

    Per me, il primo ammore è pure l’ultimo: gli altri sono stati passatempi!

  10. 170
    Orietta Nicoletti -

    Primo amore 19anni mio figlio succube in tutto e stava perdendo ultimo anno scolastico….aiutato da amica psicologa dalla quale andava volentieri, molla dopo 8 mesi con lockdawn la ragazzina di ben 4 anni più piccola. Ora dopo 15 mesi tornano insieme di nascosto. Lui come fa sapendo i mal di stomaco le pastiglie prese l’ossessione che lei aveva x lui che x forza era sempre un SMS e cellulare fino tarda notte??? Per di più lo metteva contro i genitori…x dispetto da ragazzina….e lui lo aveva capito col tempo.Ora si ripete il tutto ma forse lui con pochissimi amici l’ha ricercata nonostante lui stesso l’avesse mollata dicendo “mi soffoca” neanche mi posso muovere,….e ora cosa è cambiato in così poco tempo???

Pagine: 1 15 16 17

Lascia un commento

Massimo 2 commenti per lettera alla volta

Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso browser (da qualsiasi browser e dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili