Salta i links e vai al contenuto

Perché non avere fiducia nella giustizia

Sembra banale ed il solito luogo comune: la legge non è uguale per tutti. Ma è al servizio ed al soldo dei potenti e prepotenti.
A Trieste un giudice ha modificato la mia deposizione per infierire contro un indifeso a vantaggio di un prepotente.
CHI MI PUO’ AIUTARE CON UN CONSIGLIO.
Quando mi sono rivolto ad una persona che ritenevo super partes per un consiglio ed ha visto che non sono iscritto a partito o lobby come pure la vittima dell’ingiustizia, mi ha detto che BISOGNA SOCCOMBERE DI FRONTE AI POTENTI E PREPOTENTI, che controllano anche i giudici.
Aiutatemi perché non voglio dare ragione a chi dice che bisogna fare giustizia da soli.

L'autore ha scritto 7 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Controversie

13 commenti

Pagine: 1 2

  1. 1
    Esperto di vita -

    specifica meglio. il giudice non modifica deposizioni ma assume quelle raccolte dal gip e dal pm.
    In ogni caso se ti hanno fatto rilasciare dichiarazioni avrei poi sottoscritto un verbale.

    no?

  2. 2
    stefanofederico -

    ho firmato la deposizione, ma poi è stato trascritto con minime differenze, che modificavano sostanzialmente il significato

  3. 3
    albert -

    Esperto di vita, non mi meraviglia affatto quello che racconta Stefano.

    Non è raro che magistrati che raccolgono deposizioni di testimoni o persone informate sui fatti, quindi prive di assistenza legale, manipolino le loro dichiarazioni e le dettino a chi verbalizza, per poi farle firmare al teste, stravolgendo il senso delle sue parole. Con gli avvocati presenti non ci provano.

    Ma a parte questo, basterebbe vedere il vergognoso video della deposizione di Gabriella Alletto, che spergiurava di non aver visto sparare Scattone e Ferraro dall’aula (omicidio Marta Russo) e poi ha subito pressioni continue dal pm per indurla a dire il contrario.

    E sulla base di quelle pressioni e quella deposizione Scattone e Ferraro (che continuano a dirsi innocenti!) sono stati condannati!

    Lasciamo perdere la giustizia italiana, meglio starne lontani il + possibile!
    Un catafascio, cancellerie da cui chiunque può rubare fascicoli, uffici corpi di reato colabrodo, cancellieri che mancano e obbligano gli avvocati a scrivere i verbali (in teoria sarebbe una causa di invalidità, lasciamo perdere), giudici che ora stanno lavorando per nulla, sapendo già che molte sentenze di condanna saranno vanificate dall’indulto.

    Pazzesco! Ma come si può lavorare e sprecare soldi per giudizi nei quali si sa già che alla fine si dovrà dichiarare l’estinzione del processo per intervenuta causa di estinzione (indulto)?
    Migliaia e migliaia di ore di lavoro di magistrati, e di soldi pubblici buttati nel cesso!

    E qualcuno ha il coraggio di chiamare questa “giustizia”?
    Ma va, va.

  4. 4
    stefanofederico -

    Albert scive: con gli avvocati presenti non ci provano.
    Ma a me è successo. Le sentenze le decdono gli avvocati. Si mettono d’accordo prima. nel mio caso gli azzeccagarbugli hanno deciso che l’innocente dovesse soccombere davanti al don Rodrigo di turno.
    Ma il grave è che il giudice è stato al gioco: Corrotto?, Prezzolato?, o come penso AL SERVIZIO DEI PREPOTENTI
    NON VOGLIO DARE RAGIONE A CHI DICE DI FARSI GIUSTIZIA DA SOLI; PER CUI ATTENDO UN CONSIGLIO

  5. 5
    albert -

    Stefano, purtroppo può succedere anche che gli avvocati si mettano d’accordo tra loro ai danni del cliente, magari perchè i due avvocati sono amici, e magari cercano di tenersi buona la parte + forte.
    E’ contrario all’etica, ma come dimostrarlo?

    E i giudici, che hanno migliaia di cause, con pochi minuti da dedicare a ciascuna, non ci fanno caso.

    Uno dovrebbe trovare un avvocato serio e onesto e di cui aver piena fiducia.
    Bisognerebbe anche guardare a che tipo di cause e clienti segue quell’avvocato. Se è uno che difende spesso i ricchi e i potenti, inutile che il poveraccio si rivolga a lui, quello avrà in testa la causa di valore, se ne fregherà del povero.

    Poi succede anche, soprattutto nelle piccole città, dove si conoscono tutti, che ci siano avvocati pavidi, che non vanno mai contro al giudice per quieto vivere, e allora il giudice in udienza fa il bello e cattivo tempo.

    Insomma, purtroppo questo conferma quello che tutti hanno sotto gli occhi, la giustizia italiana è allo sfascio, già da parecchi anni, meglio non averci a che fare.

  6. 6
    stefanofederico -

    ma se uno è costretto a difendersi, come fa.
    il giudice criminale ha condannato contro ogni logica anche al pagamento delle spese dell’avvocato della controparte di oltre 6000 euro.
    COSA DEVE FARE UN POVERACCIO??
    NON VOGLIO DOVER ACCETTARE DI FARSI GIUSTIZIA DA SOLI PERCHE’ LA GIUSTIZIA ITALIANA E’ AL SERVIZIO DEI POTENTI E PREPOTENTI

  7. 7
    albert -

    te l’ho già detto, Stefano.
    Bisogna rivolgersi a un avvocato serio, di cui si abbia fiducia, e che non ti freghi.

    Da quello che scrivi, sembra che ti fossi scelto l’avvocato sbagliato, io però non conosco i fatti e la causa.

    Informati presso amici e trovane uno serio e onesto, che ti assista in un successivo grado di giudizio.

  8. 8
    stefanofederico -

    è una causa civile.
    dovrei rivolgermi ad un avvocato fuori Trieste.
    Ma non si possono fare le cause perchè si ha ragione, ma solo se si è sicuri di vincere, perchè le spese sono alte.
    Mi sono reso conto che a Trieste vincono solo il clan dei potenti locali , che hanno in pugno i giudici.
    Quello che mi chiedo: come i giudici, pagati mostruosamente, non hanno un codice morale , ma sono come bandiere al vento. Pensavo che questa fosse una caratteristica dei politici.

  9. 9
    gello -

    Il verme di Prodi ha voluto l’indulto e ora ce lo teniamo. Ha proprio una faccia che non mi piace quel Prodi, è solo invidioso dei potenti perchè vorrebbe essere tale. Gli unici onesti sono quelli di estrema sinistra.

  10. 10
    Giulia -

    Sono pienamente d’accordo con voi vincono i clan e non la giustizia personalmente in una causa di risarcimento danni fatti da un’azienda sono stata condannata conosco altre tre persone sempre della stessa ditta che ha causato grossi danni hanno perso pagando le spese e non solo hanno cambiato il giudice il giorno prima della sentenza scandaloso …. L’azienda in causa sapeva già di vincere andando a divulgare la notizia prima della sentenza …..tutto questo a Trieste

Pagine: 1 2

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili