Salta i links e vai al contenuto

Secondo voi devo iniziare a pensare che è finita?

  

Salve, ho 28 anni e sono ormai sei mesi di malessere, sembra vada via poi quando ritorna è sempre più intenso. Si soffre sempre per amore. Ho avuto per 2 anni una storia completa, credo sia l’amore della mia vita, ci siamo scelti con tanta naturalezza e con tanta semplicità affrontavamo le nostre giornate e progettavamo… quanti progetti. sei mesi fa è venuta a mancare, dopo una intensissima malattia, la dolce mamma del mio dolce amore. E in una calda notte d’estate ha pronunciato quelle parole che mi hanno spezzato il cuore.
Ho provato a fargli capire, avendo io stessa perso mia mamma quando ero una bambina, che l’instabilità e l’incertezza sono i primi sintomi del dolore, non mi ha ascoltato, anzi, mi ha allontanato sempre di più. Ho cercato cmq di essere presente di fargli sentire il mio amore, di amarlo, ma dopo sei mesi sono stanca e quando stavamo bene lui lo riconosceva ma non si sbilanciava, poi spariva, non rispondeva alle chiamate.
La cosa che mi fa soffrire di più è che non parla. Non c’è da parte sua l’interesse a quella che può essere la mia vita. Ho fatto il compleanno e mi ha regalato una coccinella che rappresenta per lui la semplicità del nostro rapporto.
Secondo voi devo iniziare a pensare che è finita oppure devo continuare ad avere la speranza che è solo un momento.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

1 commento a

Secondo voi devo iniziare a pensare che è finita?

  1. 1
    Valerio -

    Ciao Ivna
    Anzitutto tieni a mente una cosa. Noi uomini non siamo come voi donne. Noi in certe cose non abbiamo la stessa determinazione che avete voi. Voi donne quando decidete di chiudere chiudete e basta. Non tornate indietro. Noi siamo diversi da voi. Con questo non voglio dire che per il tuo uomo sia certamente solo un momento. Ma ci sono serie possibilità che lo sia. Gli uomini soprattutto negli affari di cuore sono soliti avere dei ripensamenti. Magari sono momenti particolari che ti spingono a dire o a fare certe cose senza la necessaria convinzione. E poi non abbiamo la vostra “cattiveria naturale” che viene messa in risalto quando voi dovete lasciare un uomo dicendogli che non lo amate più. Io se fossi in te proverei a stargli vicino facendogli capire come e quanto realmente lo ami. Non conosco il tuo uomo. Ma se è una persona buona sarà capire dove stai il giusto e il vero amore e ripeto, non te lo dico con certezza. Ma con buone probabilità tornerà quasi sicuramente indietro sulla sua decisione.
    Ciao e in bocca al lupo

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili