Salta i links e vai al contenuto

Nonostante tutto, la vita è ancora bella

Lettere scritte dall'autore  

Di natura sono per il vivi e lascia vivere, ma quando esco di casa mi corazzo bene contro la jungla che c’e’ fuori; nel senso che uno crede di farsi i fatti suoi e invece si trova allo sbaraglio.
Non vedo traccia dell’evoluzione dell’uomo, solo prevaricazione e menefreghismo. Dico sempre a me stessa che quando le mie due figlie avranno finito gli studi me ne andro’ in un posto dove ci sara’ veramente bisogno dell’aiuto che le persone potrebbero dare anche in condizioni normali di vita.
Nonostante tutto ritengo che la vita sia ancora bella, che tutto non e’ ancora perduto e che alla fine ci si ritrovi come compagni di un viaggio che abbia come scopo di elevare la ragione …
Grazie per questo spazio e spero di scrivere ancora

Anna

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Riflessioni

2 commenti

  1. 1
    Ari -

    Eh.. hai ragione Anna: il mondo fa schifo la gente è cattiva e un giorno moriremo.
    Però ci restano la buona salute la famiglia gli amici le vacanze le gite fuori porta qualche buon libro qualche film un vestito nuovo un bel quadro il tramonto l’alba la campagna la primavera l’autunno la neve la danza la musica il senso dell’umorismo….

  2. 2
    Elvis -

    secondo me l’unica cosa per cui vale realmente vivere è l’amore.ma ognuno è libero di pensarla come vuole.vi faccio un esempio.quando si è amati e si ama nulla nella vita sembra realmente brutto.sembra come trovarsi in una bolla dove dentro il mondo è perfetto fuori è assurdo.eppure se riflettiamo bene lo scopo della vita è la morte.. sembra assurdo ma è cosi.. nel senso che noi stiamo male come se la nostra agonia sulla terra sia eterna.. magari è molto lunga ma non eterna..può durare 1 giorno.. 10 anni 50 anni.. 100 anni ma poi finisce.. allora questo che significa che con questa consapevolezza staremo meglio?No per niente.. da quando sono nato ho sempre odiato la vita la vedevo insulsa priva di significato.. poi scoprii l’amore cioè l’unica cosa per cui vivevo.. Ora sono tonrato nell’ombra e nulla di ciò che ho mi rende l’1 % felice di come ro quando avevo l’amore.. avrei lottato avita x difenderlo.. avrei fatto tutto in nome dell’amore(come la canzone di venditti).. ma quando vieni tradito dall’unico sentimento che apprezzavi nella vita be li ti rendi conto che siamo solo tanti illusi tanti sognatori.. eppure mio fratello è sposato sta bene.. ha un figlio e cosi tanti altri.. perchè io non posso?perchè?era tutto ciò che volevo io dalla mia vita crearmi una famiglia con chi amavo.. sul serio.. possibile che Dio mi abbia fermato e detto rifletti elvis ti sbagli.. sei ancora in tempo.. ma se io voglio realmente questo perchè non posso averlo??dove è il libero arbitrio?O cè solo gente più forunata e meno fortunata?volete sapere io in punto di morte che pensai?Non pensai ai miei genitori ai miei amici a nessuno.Solo a chi amavo pensavo.fu li che mi resi conto per cosa vivessi.e speravo che anche questa ragazza mi avesse ricambiato a vita.invece lei non mi capì,non ha mai capito quanto l’amassi e tutto ciò che non facevo se lo segnava sulla fattura che mi doveva consegnare alla fine.. Dimenticandosi che se le cose ci erano andate storte non era colpa nostra.. ma è la vita di tutti i giorni.. con i suoi pro e i contro..

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili