Salta i links e vai al contenuto

Non riesco a godermi il presente, penso a ciò che verrà dopo

Lettere scritte dall'autore  Lalli96

Ciao a tutti. Mi chiamo Annalaura ed ho 24 anni.
Il motivo per cui scrivo è che da tempo ormai non mi sento appagata della mia vita. Nonostante mi reputi una persona fortunata perché ho una famiglia e degli amici che mi vogliono bene e la possibilità di studiare, c’è un’energia negativa dentro di me che, ciclicamente, si ripresenta. Nei periodi di forte stress questa energia prende il sopravvento, tanto che vado avanti per inerzia, sentendo una grande angoscia dentro di me.
Attualmente non sono stressata, però comunque mi sento molto giù. Le giornate sono tutte uguali e questa pandemia ha peggiorato la situazione.
Mi rendo conto che sono anni che convivo con questa negatività che, ripeto, diventa più intensi in determinati periodi, ma che è sempre presente e mi accompagna in tutte le giornate. Non so se sia dovuta al fatto che, dovendo studiare, non posso prendere molti altri impegni e, quindi, la mia vita si riduce ai soliti gesti meccanici, come alzarsi, studiare, fare un po’ di attività fisica e la sera guardare un film o una serie, o se, invece, c’è una motivazione più solida di fondo.
Anche il rapporto con i ragazzi è strano. Non ho mai avuto una relazione né una frequentazione (sono uscita con un ragazzo una sola volta ed è durata pochissimo, tanto che non posso considerarla un’esperienza). Suppongo che in questo sia stata “condizionata” da un rapporto che ho coltivato in passato con un mio amico, che ad un certo punto mi aveva confessato di provare qualcosa per me. Da quel momento la nostra relazione è diventata, per certi aspetti, una gabbia, però gli volevo bene e lui ne voleva a me e questo ha fatto sì che continuassimo a frequentarci (anche perché eravamo compagni di classe al liceo ed era impossibile non vedersi). Dopo mi sono imbattuta in un altro ragazzo che diceva di voler essere solo un amico, ma che sembrava sperare in qualcosa di più. Ho dovuto allontanarmi perché avevo capito che anche quel rapporto stava diventando morboso e non volevo ripetere quell’esperienza.
Ad oggi, quindi, mi ritrovo senza aver mai conosciuto davvero qualcuno, senza mai essermi innamorata e, sebbene non sia una persona che cerca spasmodicamente l’amore, sono consapevole che sia stata una mancanza grave nei miei confronti non aver mai avuto il coraggio di “buttarmi” con nessuno.
È come se vivessi la mia vita con estrema pesantezza: penso alle conseguenze di ogni azione e situazione e questo mi scombussola la serenità e, soprattutto, mi tiene bloccata nella stessa condizione.
Ciò che più mi distrugge è che sono perfettamente in grado di riconoscere che spesso sono esagerata, ma comunque non riesco a cambiare questo lato di me. Ci ho provato tante volte, ma è una parte di me che prende il sopravvento. Non riesco a godermi il presente, penso subito a ciò che verrà dopo, alle conseguenze di ogni singola situazione. È frustrante vivere così. E mi fa male sapere che sto “sprecando” quelli che dovrebbero essere gli anni più belli.
Come ho detto sopra, so di essere fortunata e sotto vari punti di vista sono migliorata rispetto al passato, sono riuscita a prendere in mano la mia vita in momenti in cui mi sentivo sola e in difficoltà, però ci sono ancora tanti lati di me che vorrei migliorare. Ho anche seguito un percorso psicoterapeutico per un paio di anni e, per certi versi, mi ha aiutata, ma sono consapevole di avere ancora un problema.
Vi è capitato di sentirvi così? Potreste darmi dei consigli?
Non so se ho fatto bene a scrivere su questo forum, non so se troverò persone che mi capiranno o che mi giudicheranno, ma sicuramente avevo bisogno di parlarne, di mettere “nero su bianco” quello che provo.

L'autore ha scritto 5 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Condividi su Facebook: Non riesco a godermi il presente, penso a ciò che verrà dopo

Lettere correlate a:

Non riesco a godermi il presente, penso a ciò che verrà dopo

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso

7 commenti

  1. 1
    white knight -

    Ho circa 10 anni più di te, ed ecco il mio consiglio: nessun consiglio. Questo perché, al di lá della
    pandemia, stiamo tutti vivendo dei tempi singolari, sia nel bene che nel male. Intendiamoci: ogni epoca ha avuto le sue e ogni generazione finisce prima o poi col lamentare “non è come una volta”… peró l’invadenza delle macchine e della tecnologia (in particolare di quella digitale) nella vita quotidiana come avviene oggi stesso è una cosa unica. La vita dell’uomo è sempre più corredata da estensioni “bioelettroniche”, e così la vita sociale e il modo di relazionarsi agli altri ne risente. Di fronte a questa situazione mia vista nella storia, nessuno è in grado di aiutarti (men che meno i più vecchi). Poni delle domande molto intelligenti e secondo me hai le risorse per cavartela da sola, solo che ti serve un po’ più di grinta e, a dirla tutta, anche un po’ di cattiveria. Dio ha abbandonato questo mondo per cui nessuno ti giudicherà male, stai tranquilla 😉 un abbraccio.

  2. 2
    annavege -

    Ciao, io ho 20 anni e mi sento esattamente cosi. Sento in me questa negatività costante e non riesco a godermi nulla di ciò che sto facendo (che non è molto dal momento che sto studiando e le giornate sono tutte uguali). Anche io penso spessissimo al futuro e alle conseguenze di ciò che faccio (inoltre sono sempre indecisa su tutto). Il mio consiglio è di lavorare molto su questo tuo aspetto. A me ha aiutato molto partire dalle piccole cose, provare uno sport nuovo, iscriversi ad un corso, fare un viaggio organizzato dove non conosci nessuno ecc. Vedrai che lasciarti un po’ andare eliminerà anche un po’ della negatività che senti sempre. Anche se mi rendo conto che in questa situazione non ci si possa fare granché(ad esempio io che penso sempre molto alle conseguenze quando posto su insta ora sto cercando di essere più attiva e liberarmi di questo blocco).
    Spero di esserti stata di aiuto.

    PS non sei tu esagerata, se ti senti ancora così parlane con uno psicologo, aiuta 🙂

  3. 3
    Annalaura -

    Ciao White Knight, ti ringrazio per aver definito intelligenti le mie domande e soprattutto per esserti posto in modo così delicato e garbato. È che ho spesso letto commenti molto acidi su questo forum e, in un certo senso, ho voluto mettere le mani avanti.
    Ti ringrazio, inoltre, per la fiducia. Anch’io mi dico che posso farcela, ma poi capitano momenti in cui mi vedo persa, come se non potessi mai risolvere il problema alla base. Credo di essere, in fondo, una persona molto insicura, ho costantemente bisogno che gli altri approvino le mie scelte e, sebbene sia consapevole che non posso accontentare tutti, non riesco a fare diversamente. Ho un blocco dentro di me. Spero di uscirne con il tempo, perché purtroppo già ne è passato tanto da quando sto così.
    Un abbraccio a te 😊

  4. 4
    Annalaura -

    Ciao Anna, innanzitutto grazie per avermi risposto 😊 Apprezzo tanto che qualcuno voglia darmi dei consigli e mi parli delle sue esperienze.
    Credo che la nostra condizione accomuni tanti giovani, specie in questa situazione di emergenza. Il Covid ci ha tolto quelle che erano le occasioni per svagarci, cambiare aria, fare e vedere cose diverse. Ormai ci siamo abituati ad una normalità che ci sta stretta e che, alla lunga, sta manifestando i suoi effetti devastanti sul benessere delle persone.
    Cercherò di essere più propositiva, di prendere più iniziative. Non è facile, ma con un piccolo sforzo i risultati iniziano a vedersi.
    Mi dispiace tanto per la tua situazione, se ti va di parlarne in modo più approfondito, sono qui.
    Un abbraccio 😊

  5. 5
    Dafne -

    Ciao, ho 22 anni e questa lettera potrei averla scritta io…

  6. 6
    Annalaura -

    Ciao Dafne 😊 Ti va di parlarmi di quello che stai vivendo tu?

  7. 7
    Mister+T -

    Sei la versione femminile di un utente che ha scritto, in questo periodo, una lettera analoga alla tua e che ti invito a leggere. Tutti e due siete bloccati nella vostra confort zone..da una parte siete consapevoli che andando avanti cosi avrete un futuro grigio dall’ altro peró non fate niente per evitarlo perché avete paura di uscire dalla vostra confort zone e di rischiare in prima persona. Avete abitudini radicate nel tempo che sono difficili da modificare. Purtroppo l’ unica soluzione é buttarsi cercando di cambiare in qualche modo la solita routine quotidiana e accentando il fatto che potrai soffrire ma anche magari sbloccarti e vivere cosi appieno la tua giovinezza. Poi diciamocelo: hai 24 anni, sei donna, quindi almeno dal punto di vista sentimentale non dovresti avere difficoltà a iniziare a farti le tue esperienze basta que come detto pocanzi ti butti senza pensare sempre alle possibili conseguenze ma provando a vivertela come viene.

Lascia un commento

Massimo 2 commenti per lettera alla volta

Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso browser (da qualsiasi browser e dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili