Salta i links e vai al contenuto

Non credo più nell’amore

Ciao a tutti, non sono il tipo che scrive la propria vita sul web, ma è da qualche giorno che leggo questo forum e immedesimandomi negli altri trovo molto sollievo nelle risposte, quindi perché non provare?

Sono un ragazzo di 29 anni nella mia vita ho avuto due relazioni serie, la prima durata 8 anni e la seconda 4, praticamente sono stato sempre fidanzato.

La prima storia è finita dopo che ho scoperto un tradimento da parte sua e lì ho sofferto tanto ma la ferità era troppo profonda per fasciarla e continuare.

Dopo 4 mesi di pianti e solitudine ho conosciuto la ragazza della seconda relazione. Le cose andavano a meraviglia, eravamo in sintonia e c’era molta fiducia e sincerità da entrambi le parti.
Per motivi di lavoro mi sono trasferito dalla sicilia a milano e avevamo pianificato che lei, visto che in sicilia stava a casa e non lavorava, mi avrebbe seguito però la sua condizione ere che ci dovevamo sposare.
Io avevo accettato in quanto volevo sposarla, ma da quel momento il discorso matrimonio era presente in ogni nostro dialogo, inoltre lei voleva ridurre drasticamente i tempi e anche in quel caso non ero in disaccordo, ma le dicevo che per ridurre i tempi dovevamo ridurre anche le spese per il matrimonio in quanto avevo iniziato a lavorare solo da qualche mese e non ero con un contratto stabile.
Con questa mia riflessione ho innescato la miccia, infatti per lei il matrimonio è il giorno più bello della vita e non si devono considerare i soldi. Sicuramente il matrimonio è il giorno più bello della vita, ma la nostra situazione non permetteva una spesa di 40000 euro e il giorno dopo incerto, da non dimenticare che bisognava inoltre sostenere le spese a milano (affitto e spese con la mia misera retribuzione da precario in attesa che lei trovasse qualche lavoro, anche se lei più volte mi diceva che il suo posto era la casa e non lavorare) . Comunque i discorsi andavano ogni giorno peggiorando (tirando in ballo genitori ed altro, ma evito di scriverli tanto si possono immaginare) e alla fine hanno portato alla rottura (5 mesi fa) . Non ho sofferto come la prima volta e adesso a mente serena e dopo tutte le discussioni penso che sarebbe stato un matrimonio seguito da un divorzio.

Adesso vivo a milano non conosco nessuno (eccetto i colleghi di lavoro) e le mie giornate sono lavoro-casa. Ho una specie di fobia delle ragazze, non credo più nell’amore e penso di aver sprecato gli anni più belli della mia vita con persone che avevano altri interessi.
Penso che non troverò mai una persona che mi ami veramente e che il suo unico interesse sia stare con me “nella buona e nella cattiva sorte”. Tutti mi dicono: “dai! troverai una ragazza che non cercherà profumi e balocchi”, ma io che sono un tipo che osserva il mondo che mi circonda capisco di essere nato in un era sbagliata.

Grazie per la lettura e scusate gli errori.

L'autore ha scritto 3 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

2 commenti

  1. 1
    bruja -

    Ciao Silvestro81, non sai quanto io ti capisca…
    Attraverso anche io un periodo un po’ strano, non credo più che troverò “la persona giusta”, finora ho incontrato solo uomini in grado di dirmi che non si volevano impegnare, sempre troppe paure che venivano trasmesse a me, di conseguenza, tante insicurezze, rabbia, che non dovrebbe mai fare parte di un rapporto d’amore… Anche io credo di essere nata in un’era sbagliata, quindi, non so se sia una piccola consolazione, ma non sei il solo a sentirti così. Spero un giorno tu possa incontrare una persona che sappia renderti felice, prendersi cura di te, se è questo quello che desideri. Ciò che ripeto a me, continuamente, lo dico anche a te: non smettere di sperare, anche se è dura, prima o poi l’amore arriverà…

  2. 2
    silvestro81 -

    ciao bruja, grazie per il conforto e per l’incoraggiamento.
    Ti auguro tanta fortuna e spero che anche tu trovi presto la felicità.

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili