Salta i links e vai al contenuto

Ministro Fioroni, così la scuola la distruggi

Ho vissuto con grande coinvolgimento le prove di maturità svoltesi in questi giorni. Mia figlia maturanda presso un liceo scientifico ha affrontato con grande impegno la prova che per antonomasia segna un punto di arrivo e allo stesso modo un punto di partenza per ogni studente. L’esame di Stato. Voglio esprimere a nome suo e di tutti quei studenti profondamenti delusi e amareggiati, il grande sconforto a seguito delle modalità di valutazione e dei testi scelti. Ministro e chi per lei, avete minimamente preso in considerazione le conseguenze delle vostre scelte? Io sono convinta di no. Scegliere una prova di matematica di quel tipo che cosa voleva dimostrare? Mi sfugge davvero il senso. Mi chiedo lo scopo di inserire nella prova elementi del terzo anno e nemmeno uno degli argomenti che durante il quinto anno hanno rappresentato il maggior punto di impegno e di studio. Lo scopo è quello di essere severi e selettivi o che altro? Perchè cancellare in un paio di ore aspettative di tanti studenti. Perchè negare il giusto riconoscimento a chi con impegno e dedizione per cinque anni ha seriamente svolto il proprio compito di studente e non potrà vedere i risultati sperati? La meccanica delle votazioni ( assurda peraltro) non permetterà di premiare con un cento chi seppur ammesso agli esami con il massimo dei voti ( e con i giusti crediti guadagnati) di ottenere 100. Lo scopo ripeto mi sfugge. Una riforma che nuovamente si è abbattuta sui maturandi di quest’anno . Una riforma che lascia perplesse tante persone e me per prima non bastava forse? Perchè accanirsi con una prova di matematica irrisolvibile. Con quesiti che non tutti hanno potuto risolvere perchè non affrontati durante l’anno e non compresi nei programmi presentati?
Il perchè di questo accanimento non lo comprendo. Lo studio è impegno e va premiato chi studia. Di certo non è premiare la scelta fatta per questa maturita.
Lo scopo è il raggiungimento di studenti validi e sempre piu preparati. Ma gli inegnanti che li preparano lo sono altrettanto. La scuola è da sempre un mondo difficile ma di certo reso anno dopo anno ancora piu difficile da riforme inadeguate e ancora peggio attutate da incompetenti. Mi piacerebbe conoscere il numero dei maturandi che sono riusciti a completare la prova di matematica.
Sarei davvero felice di apprendere questo risultato. E in ogni caso l’amarezza, a parte quella personale, è rivolta a quel mondo che tanto ho amato quando ne ho fatto parte e che ancora amo perche riguarda i miei figli. La scuola e lo studio sono elementi vitali peri giovani. Non li rovinate ancora. Avete gia’ fatto abbastanza.
Luisa

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Scuola

5 commenti

  1. 1
    Francesco -

    Io non so niente della scuola di oggi ma leggendo la lettera su pubblicata rilevo solo contraddizioni, forse il pupillo non ha portato a termine il compito di matematica? Premiatelo comprandogli un bella e potente honda o mandatelo a curarsi lo speen alle Maldive.
    Quando andavo io a scuola si portava agli esami di diploma tutte le materie e in Italia si parlava di miracolo economico mentre oggi si parla di droga bullismo diritti mafia brigate rosse, puah!

  2. 2
    luisa -

    Francesco se come scrivi, ammetti di ignorare come attualmente la scuola di oggi funzioni, allora credo sarebbe meglio tacere.
    La tua mi arriva come una sterile e insensata critica. Oggi agli esami si portano tutte le materie ….penso sia il caso tu ti informi prima di sparare a zero su problemi derivanti da problematiche che tu ignori.
    Rilassati. O ancora meglio non cadere nei triti e ritriti luoghi comuni. Esistono ancora 19enni che non vanno avanti all’insegna dell’edonismo e del materialismo. Fidati sono la minoranza ma esistono ancora. E in nome di questi e di quelli che potrebbero non essere domani diversi…il mio sfogo ha avuto un senso. Tu dimostri anche se ignoro la tua eta’ che sei proprio il frutto di cio che andrebbe cambiato. Che tristezza…sentire chi si erge giudice e pontifica…mah…

  3. 3
    Francesco -

    Cara signora Luisa,
    sono d’accordo con Lei solo su un punto, anche oggi esistono famiglie genitori e scolari perbene, anche se come Lei dice sono una minoranza purtroppo! Per il resto non mi fornisce nessun dato certo ma solo aria fritta,
    mi rendo conto così di averrla “toccata”. Sono un po’ duro ma non se abbia a male, a Lei mamma va tutta la mia simpatia e so che è in perfetta buona fede, ho anch’io una figlia, grazie a Dio perfettamente riuscita e prego Iddio che me la conservi sempre così, non le ho insegnato mai nè il greco nè il latino ma solo l’amore alla verità e alla libertà.
    Con stima e affetto
    Francesco

  4. 4
    luisa -

    francesco mi ha toccato certo la tua replica perchè mi arriva come una risposta impersonale e per certi versi è giusto che sia cosi non avendo noi nessun punto di contatto se non quello , mio di scrivere e tuo, di leggere.
    Comprendo o almeno cerco di farlo il tuo punto di vista . Ma quello che a te forse sfugge è che io non sono dalla parte delle ” mamme” colpite nel proprio amor di figlio..no proprio no…non ho insegnato a mia filgia ne la matematica ne la fisica…e me ne guarderei bene…ho cercato di insegnare a mia filglia il credere in se stessa aldila di tutto e di tutti…la capacita che oggi appare fugace di non assoggettarsi alla massa…
    anche mia filglia mi auguro si senta perfettamente riuscita oggi e domani…questo non toglie che possa parteciapare alla sua amarezza…a seguito di cio che ho scritto nella mia letterea aperta…
    che come ho scritto…va aldila del mio orgoglio e affetto di mamma…francesco fatti un giro per i blog degli studenti e forse capirai o almeno proverai a comprendere cio che come hai detto inizialmente ignori….
    il mio non voleva essere affatto uno sfogo per trovare comprensione in aspettative edulcorate e tantomeno come hai scirtto in precedenza colmabili e rimpiazziabili con doni o regali …siamo fuori strada…
    la mia voleva essere una riflessione comune su quanto oggi spesso viene proclamata e conclamata una battaglia all’insegna di certi mulini a vento…e mi spiego meglio…
    si volevano studenti capaci…ma non avranno esagerato??? e ripeto credo…studenti capaci e sono d’accordissimo ma gli insegnanti partoriti e prodottti da divesi meccaniscmi lo sono altrettanto????
    la scuola ripeto è importante e proprio per questo ho timore che riforme che si avvicendano non diano quel giovamento sperato…proprio perche spesso le riforme sono attuate da chi non è in grado di attuarle….
    era un momento di riflessione il mio e tu lo hai trasformato in un appello di una mamma colpita nel proprio orgoglio di madre di studente modello..non hai capito molto e sicuramente non hai centrato il punto….
    saluti
    luisa

  5. 5
    FRA -

    Io posso dire che ho giovedì prossimo venturo ho l’orale e che al classico non sono stati così gentile nella valutazione dei vari compiti. Quest’anno gli studenti sono stati penalizzati tantissimo,soprattutto quelli che frequentano indirizzi rinomati per essere particolarmente impegnativi, come appunto possono essere il liceo classico e quello scientifico. Perchè Fioroni si sia messo in testa di fare una riforma del genere? Non lo so, perchè da che mondo e mondo le riforme non si inventano così dall’oggi al domani e una riforma non può saltare fuori a metà anno sconvolgendo migliaia di studenti!
    Colgo l’occasione offerta dall’intervento di luisa per sfogare il senso di frustrazione che provo dentro, per aver visto 5 anni della mia praticamenti giocati in tre prove,troppo difficili per la preparazione che avevo ricevuto…prima aspiravo ad un 80,ma adesso mi chiedo se arriverò anche solo al 60!

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso dispositivo (da qualsiasi dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili