Salta i links e vai al contenuto

La mia storia con un ragazzo (quasi sicuramente) gay

La mia storia è iniziata 7 anni fa scrivo per sfogo in una delle tante sere in cui ci ripenso. Per riassumere i 7 anni sarò breve, ci siamo conosciuti, piaciuti, innamorati e fidanzati… tutto bellissimo, lui premuroso, gentile, ma c’è sempre un ma.. il sesso, non è mai stato passionale, sono stata sempre io a prendere l’iniziativa, fino ad un anno che eravamo insieme mai fatto sesso completo, solo petting, lui sempre molto schivo io sempre più vogliosa.
Una sera per caso scopro dei messaggi sul cellulare tutti di ragazzi gay… sconcerie che non sto qui a ripetere segni inequivocabili. Stizzita gli dico che ho letto i suoi messaggi che mi fa schifo e che non voglio più vederlo. Dopo vari tira e molla ci lasciamo per un anno, io esco con altri uomini avendo conferme di non essere io il problema, con gli altri nessun problema nei rapporti sessuali. Dopo un anno però si rifà vivo, dice di essere cambiato, mi ama vuole solo me io cretina ci ricasco… per non farvela lunga da lì in poi scoperte su scoperte della sua omosessualità o bisessualità (per me non fa differenza) liti, vari tira e molla, ma alla fine torniamo sempre insieme, io gli voglio un bene dell’anima e anche lui me ne vuole, ma non riesce ad accettarsi, non vuole ammettere che io, il mio corpo non gli interessiamo.
Il bilancio della nostra storia è disastroso in 7 anni credo che i rapporti completi ammontino a 10 al max, inizialmente io ci provavo spesso, poi con il tempo mi sono assopita anche io, lui non è mai stato molto soddisfacente, non mi ha mai soddisfatta e non l’ha mai fatto con molta passione anzi… è sempre forzato, distratto (motivo per il quale anche io ho rinunciato a fare avances) .
Ora mi ritrovo che sono ovviamente molto insoddisfatta della mia vita sessuale, la mia autostima è sempre messa a dura prova ed inoltre cerco di mentire a me stessa credendo che lui un giorno potrebbe “svegliarsi”.
Scrivo non tanto per avere risposte, perché in cuor mio già le ho, lui è omosessuale consapevole o no (anche se ha sempre negato) . Scrivo per sfogo l’ultimo litigio giorni fa, gli ho detto che a 25 anni non mi accontento più di un surrogato del sesso, che ho bisogno di altro e che non l’ho mai tradito ma se lui continua a evitare proprio di farlo, o lo tradisco (cosa non possibile, perché contro i miei principi) o che per me è ora di mettere fine alla cosa, nonostante lo ami tantissimo, questa situazione mi pesa troppo, per non parlare del dubbio che lui continui a tradirmi con frequentazioni gay cosa che ovviamente nega) .
Non so se avrò mai il coraggio di mettere uno stop a questa storia, lui non mi lascerà finché non lo farò io, o fin quando si renderà conto di non poter contrastare questa sua natura (magari dopo un matrimonio e dei figli) .
Si tratta solo di una scelta continuare a fingere che vada tutto bene ed essere felice per quello che può darmi, o affrontare la cosa, fare i conti con il dolore, con i giudizi di amici e famiglia e mettere una fine a questa storia così assurda (anche se all’apparenza siamo una coppia perfetta, io non ho mai fatto trasparire nulla sempre per tutelarlo) .
Io vedo solo un grande egoismo da parte sua e gliel’ho anche detto ma lui si chiude a riccio, evita le discussioni. Spero di poter fare la scelta giusta al più presto. Grazie a chi mi leggerà.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Gay

8 commenti a

La mia storia con un ragazzo (quasi sicuramente) gay

  1. 1
    maty7 -

    eehhh cara..sai già cosa devi fare…non è semplice perchè gli vuoi bene…ma in questi casi deve prevalere il cervello sulle ragioni del cuore. auguroni

  2. 2
    sweet -

    ciao,rileggendo la lettera mi sono spaventata quasi…sembra la mia storia. Fa molto male lo so avere dubbi del genere sul tuo lui,all’inizio credi sia tu il problema,poi però ti rendi conto che non è così. Il guaio però è quando la storia dura da anni,c’è affetto,c’è unione anche familiare…come dici tu”la coppia perfetta”,agli occhi degli altri si è la coppia perfetta,ma non sanno,non immaginano che non è così e che possa esistere un problema del genere. C’è dell’egoismo secondo me in lui,una volontà di non ammettere ciò che è…non è semplice,però non è giusto star male.Si vive una volta sola,perchè non essere felici,che ci resta della vita,se non la serenità con chi ci sta vicino? Non possiamo vivere col terrore dei dubbi,dei se,dei ma…le persone non dobbiamo cambiarle,le dobbiamo accogliere per quel che sono e se non ci fanno stare bene,allora dobbiamo volerci bene un pò più noi stessi e allontanarle. Il bene non finirà mai…ma non è Amore!Fa male purtroppo…La mia non è una ramanzina,non sono proprio nella condizione di farla,visto che sto attraversando la tua stessa situazione e sto cercando di farmi forza per uscirne,per salvare me,ma anche lui.ti abbraccio…sweet

  3. 3
    jessicaf -

    maty7 grazie per l’attenzione e per gli auguri.. si tratta solo di trovare la forza ed il coraggio! Un abbraccio!

  4. 4
    maty7 -

    La forza ed il coraggio li puoi trovare ipotizzando un futuro di sofferenze che non meriti, perchè date le premesse è quello che sicuramente ti aspetta; sei giovane, hai tutto il tempo per ricostruirti una vita sentimentale che ti soddisfi, il bene per questo ragazzo magari rimarrà perchè non contemplando l’aspetto sessuale è più un affetto fraterno che altro. Non ti illudere, se lui avesse voluto davvero avrebbe cercato di risolvere la situazione, 7 anni sono tanti, non indugiare, volta pagina, fai appello a tutta la tua razionalità perchè questo non è un film, ma la tua vita, e la tua felicità sarà la conseguenza dalle scelte che farai. Un abbraccio anche a te!

  5. 5
    Buddalch -

    Li donni non possono starhe trancuille a cerchare raghazzo ghay o normale. Po ghay è peccato. Andano in inferno i ghay e tu no fai chaso a ghay.
    Tu che sey donna devi fhare bravo, chasa, chucina, bambino e poi fhar sposa figlia maggiore con mharito buona famiglia.
    Io ho sorella 17 anne che sposa e con figlio piccolo, di nuovo in centa.
    Lei felice, lei velo ma italia non mette velo a donni e non e bello cosa questo. Inferno.

  6. 6
    jessicaf -

    Sweet grazie per la risposta e condivido in pieno ciò che hai scritto, anche tu stai attraversando una cosa simile? Immagino quindi possa caprimi bene, io l’unica cosa che riporovero a questi uomini è il perchè illudere delle donne, perchè voler stare con me e poi farti i fatti tuoi di nascosto, anche se non vuoi ammetterlo a tutti evita di fidanzarti con una donna, di illuderla e poi farle cadere il mondo addosso.Scusa lo sfogo. Un saluto solidale!

  7. 7
    Jolly -

    Una persona scrive e incappa nel solito zuzzurellone che si FINGE straniero e scrive str…..scempaggini che, probabilmente, non fanno ridere neppure lui.

  8. 8
    sweet -

    Jessicaf ebbene si sto vivendo una situazione simile alla tua…e non è facile uscirsene,io ci sto assieme da 4 anni e capisco tutte le tue angosce…sono persone difficili,non si rendono però conto del male che fanno..perciò la forza la dobbiamo trovare solo noi e decidere. Perchè a loro fa comodo:hanno la brava ragazza accanto,agli occhi degli altri è tutto ok…ma il dolore che creano?le bugie che dicono?io non posso accettare di essere tradita,per giunta che il tradimento sia cn un uomo! è troppo…purtroppo a me sn solo sospetti,piccoli segnali,non ho prove schiaccianti,ma cmq nn sto bene cn lui..nn sono felice…e un tarlo del genere in testa rovina anche il più bel rapporto che possa esistere! Spero di uscirne sana e salva da questa storia..vivo momenti di vera angoscia…ciao

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili