Salta i links e vai al contenuto

Mi disgusto

  

Salve a tutti, é la prima volta che scrivo e ho voluto esporre il fatto che mi sento sporca, lurida, così tanto che se penso a me stessa mi vengono i conati di vomito. Tutto ciò viene dal fatto che una sera ero particolarmente ubriaca e ho ceduto il mio corpo a molti uomini, scoprendolo solo il mattino seguente. Se ripenso a quella sera mi viene da prendermi a pugni. Credevo di aver accettato questa cosa e di essermi presa le mie responsabilità, di essermi perdonata, ma ancora oggi dopo mesi non passa giorno che io non ripensi a quella sera.. Ogni giorno spero di morire, sono una delusione, lo sono sempre stata, a prescindere, sia per me, che per i miei genitori, che per i miei amici. Questi ultimi mi sono rimasti accanto e io mi chiedo come facciano a non essere schifati da me..

L'autore ha scritto 6 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso

6 commenti a

Mi disgusto

  1. 1
    Nathan -

    Quel che fatto è fatto, cerca di non essere troppo dura con te stessa. Molte donne hanno fantasie di questo tipo, ma non hanno il coraggio di realizzarle.
    Nella vita tutte le esperienze servono e quelle negative spesso ci insegnano più di altre. Le persone più virtuose non sono quelle che non hanno mai commesso errori, ma quelle che hanno saputo riconoscere i propri. Forza!

  2. 2
    Lenore -

    Blue, sei soltanto umana. Quindi con debolezze e soggetta a fare errori, come tutti quanti. Smettila di colpevolizzarti per una caduta e guarda al resto della tua vita.
    Dici che sei sempre stata una delusione. Forse il tuo senso di sconforto viene da altre radici che non dall’errore di una sera (in cui il tuo controllo oltre tutto era minato dall’alcool).
    Il mio consiglio è di non pensare più a quell’episodio, ma cercare di capire perchè ti senti inadeguata e provare a focalizzarti sulle cose buone della tua vita. Hai amici accanto, quindi dei pregi li hai senz’altro 😉

  3. 3
    lorenzo -

    può succedere. piuttosto la cosa ti può servire da lezione perrchè il fatto non si ripeta più. Credo che tu possa perdonarti, ci sono persone che fanno ben di peggio. Solo una cosa, fossi in te andrei a fare gli esami del sangue per vedere se non hai contratto qualcosa. Tranquilla la vita va avanti, un semplice errore non può cambiare le tante cose positive che avrei sicuramente fatto nella tua vita. Certo che, quegli uomini che si sono approfittati di te, non li chiameri uomini ma bensì animali. Vai sorridi, nessuno è morto per un errore, l’importante tu non abbia contratto nessuna malattia.

  4. 4
    blue -

    Nathan, forse hai ragione tutte le esperienze servono, ma come si fa quando un episodio non riesci a togliertelo dalla testa ?
    Lenore, beh, ciò che mi suggerisci é lo stesso che mi dicono tutti, perciò ho deciso di chiedere consiglio a qualcuno di esperto..
    Grazie mille ad entrambi per aver dato ascolto allo sfogo notturno di una disagiata

  5. 5
    maria grazia -

    cara blue
    hai la fortuna ( rara ) di avere dei VERI AMICI che ti vogliono realmente bene e non ti giudicano. e questo mi pare già un motivo sufficiente per essere gioiosa e grata alla vita. ricordati che “chi trova un (vero)amico trova un tesoro”, e non è una frase fatta ma una REALTA’ ! dici anche, riferito allo spiacevole episodio cui fai riferimento, che il mattino dopo non ricordavi nulla dell’ accaduto… se è davvero così non hai agito con coscienza di quello che stavi facendo, ma presa dai fumi dell’ alcool, che è cosa ben diversa ! a vergognarsi semmai dovrebbero essere quelli che hanno fatto sesso con te in quell’ occasione, approfittando di una ragazza ubriaca fradicia che non era in sè ! ma se anche tu lo avessi fatto con lucidità, evidentemente era un’ esperienza che ti andava di fare o che avevi bisogno di fare per conoscere te stessa. non dici nulla della tua età, ma mi pare di capire che sei molto giovane, che sei in una fase in cui bisogna ancora capire e scoprire molte cose, e per questo motivo è facile fare anche qualche “caxxata”. probabilmente sei cresciuta in un ambiente familiare molto moralista e conservatore, che ti ha trasmesso una visione rigida delle cose, per cui adesso ti stai condannando per una cosa che non ha tutta questa importanza. ok, hai “sbagliato”, ma più che altro per imprudenza, perchè potevi incorrere in personaggi pericolosi per la tua incolumità e la tua salute ( anche a livello di trasmissione di malattie ). “PERDONATI”, DIMENTICA QUESTO EPISODIO CHE NON DEVE AVERE RIPERCUSSIONI SUL TUO FUTURO E SII SERENA ! stai più attenta in futuro e vivi felice perchè ne hai tutto il diritto come gli altri ! auguroni.

  6. 6
    Angelo9 -

    Hai comunque sbagliato ma lo hai riconosciuto subito. Non eri davvero tu, altrimenti ora non ti sentiresti in questo modo. Dunque, perché continuare ad autoflagellarti? Riprendi la tua vita. Di errori se ne commettono sempre ed anche tu ne commetterai altri, ma l’errore principale e’ quello di giudicarsi rigidamente. Perdona te stessa e sarai pronta a perdonare gli altri nel momento in cui dovessi ricevere un grave torto. Indulgenza e comprensione non sono in disaccordo con una autentica morale.

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili