Salta i links e vai al contenuto

Torno dalla malattia e non ho più il lavoro

Lettere scritte dall'autore  zoseppe

Salve. Oggi mi è stato comunicato da parte del presidente dell’azienda in cui lavoro, che il mio posto di lavoro è stato occupato da un’altra persona in seguito alla mia assenza certificata naturalmente da certificati medici e di malattia per una settimana. E oggi a un giorno dal mio ritorno a lavoro che sarebbe stato domani sono stato informato di tale provvedimento. Il mio contratto prevede 156 giornate lavorative da fare in un arco di tempo che va dall’8 gennaio al 31 ottobre 2011 termine di scadenza del mio contratto, nonostante ciò, il lavoro è diverso li. Si lavora 6 giorni alla settimana, ma il mio problema non è quello, infatti il presidente si è scusato dell’azione dicendomi che il mio posto non poteva rimanere scoperto e quindi si è visto costretto ad assumere una nuova persona. Dicendo che mi richiamerà successivamente quando ci sarà più lavoro per occuparmi di nuovo. Ma non mi ha detto di essere stato licenziato.. penso di restare assunto fino a quando non mi richiamerà in sospeso così, ma questo non è giusto perchè dovrei restare senza stipendio e in più a sua disposizione, e non posso neanche licenziarmi io perchè perderei alcuni diritti, inoltre mi è stato riferito che non può licenziarmi neanche lui ma solo se c’è un valido motivo. Il quale non c’è, non capisco a cosa serva la mia assicurazione, dato che in seguito alle assenze di malattia certificate io mi trovi con il mio posto di lavoro occupato. Questo può essere possibile?? il mio posto non dovrebbe essere occupato momentaneamente da un sostituto che poi allo scadere delle mia malattia io ci faccio ritorno e posso continuare il mio lavoro? Spero di essere stato chiaro. Grazie cordiali saluti.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Condividi su Facebook: Torno dalla malattia e non ho più il lavoro

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Lavoro

1 commento

  1. 1
    Mau -

    Buongiorno.
    Le rispondo secondo le mie conoscenze.

    Se non ho capito male lei è stato assunto con contratto a tempo determinato con decorrenza 8/1/2011 e scadente il 31/10/2011.
    Un datore di lavoro non può licenziare una persona assunta con questo tipo di contratto se non per giusta causa o per provata negligenza durante il periodo di prova. (Tenendo presente che la durata deve risultare da atto scritto e che il periodo di prova rimane sospeso in caso di malattia del lavoratore).
    In base a tutto questo se ne deduce che lei non può essere licenziato e non vedo perchè lei si debba dimettere (perderebbe pure l’indennità di disoccupazione).
    Mi sembra di ricordare che c’è un caso in cui il datore di lavoro potrebbe rescindere il contratto, ma lei avrebbe diritto a tutte le retribuzioni fino alla scadenza.
    Per quanto riguarda la sostituzione durante la malattia, mi sembra sia una banale scusa in quanto assente solo per una settimana.

    Cordialità.

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso dispositivo (da qualsiasi dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili