Salta i links e vai al contenuto

Lui è più grande e… Aiuto!

Lettere scritte dall'autore  breakslow
La lettera è pubblicata a Pagina 1

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

18 commenti

Pagine: 1 2

  1. 11
    Itto Ogami -

    Forse non avete ben capito, cercherò di spiegare con parole semplici, per i bambini.

    Se una persona è minorenne e dichiara di essere maggiorenne, l’interlocutore può dimostrare che NON ERA A CONOSCENZA della reale età della persona, anzi, questa ha mentito e ciò rimane per iscritto.

    Se una persona è maggiorenne e dichiara di essere minorenne, sicuramente non ci sono problemi per l’interlocutore in caso di contestazioni legali, ma come fa questi ad essere sicuro ? Senza un documento non può, quindi deve comunque comportarsi come se la persona fosse ciò che ha dichiarato, cioè minorenne.

    Se una persona è minorenne e dichiara di essere minorenne, allora non vi è alcun dubbio che TUTTI devono prestare la massima attenzione.

    Gli amministratori del sito sono chiamati in causa non da me, ma dal loro documento PRIVACY che LORO hanno pubblicato, con il quale DETENGONO i dati (e-mail e comunicazioni) di una persona che se minorenne NON HA FACOLTA’ di rilasciare autorizzazione.

    Itto Ogami non è la polizia postale, e nemmeno un giudice.

    E’ solo uno che ricorda agli altri le norme di legge. Se qualcuno vuole infrangere la legge sono solo c.... suoi.

    * * *

    Io ho dichiarato di essere un maggiorenne, quindi sono responsabile se ricevo commenti da ALTRI adulti e se qualcuno detiene i miei dati personali (e-mail e commenti). Se non lo sono, ne rispondo comunque io (e chi ha la mia patria potestà), in quanto avrei dichiarato il falso.

  2. 12
    Luigi -

    Itto… chiunque è buono a trovare su internet un articolo che sostenga la sua tesi, quello che hai indicato è di 4 ANNI FA ed è pieno di condizionali e interpretazioni dell’autore.

    Quello che conta sono i fatti.

    La pagina che ti indico io invece è del DICEMBRE 2015 e contiene UN FATTO non un’interpretazione … poi vedi tu

    http://www.ilpost.it/2015/12/16/unione-europea-socia-network-16-anni/

    guardati anche i link che rinviano alla Stampa e all’Huffington Post.

    Le ricerche su internet per avere qualche significato devono essere lunghe, approfondite e prese con un grande senso critico, altrimenti non valgono nulla.

    Comunque, nonostante le tue conclusioni affrettate, il problema che hai sollevato è interessante.

  3. 13
    Golem -

    Delitto sotto la cattedrale di San Vito. Ucciso in ore antelucane un camminatore della Malastrana praghese da un mostro di terracotta bicefalo. Un Poe di materiale per Edgar Allan.

  4. 14
    Itto Ogami -

    Luigi, il fatto che l’Unione Europea sostenga che si debba innalzare il limite a 16 anni non ha alcuna influenza su quanto ho detto io.

    Io che ho fatto lunghissime ed approfondite ricerche sull’argomento sollevato, ti confermo che il problema NON STA nel fatto che un ragazzino si attacca ad internet CON I GENITORI. Infatti se esiste il limite di 13 o 16 anni per i social network significa che prima di questo limite il ragazzino NON PUO’ APRIRE L’ACCOUNT anche con il consenso dei genitori !

    Ma comunque rimane non esaurito il problema per gli amministratori dei siti web (ed è questo problema che ho sollevato io), nei quali per la legge sulla privacy devono raccogliere il consenso degli utenti per la detenzione dei dati personali e questo consenso (in Italia) può essere dato dal maggiorenne oppure da chi ha patria potestà sul minore.
    E quindi i siti web si troveranno a dover gestire anche richieste risarcitorie da parte di genitori che diranno: “mostratemi l’autorizzazione firmata alla detenzione dei dati di mio figlio…si è dichiarato 16 enne e non avete diritto di raccogliere i suoi dati personali”.

    Il minore che si iscrive ad un sito web può farlo se l’Europa glielo permette. Al contempo i genitori possono fare causa al sito web perché SOLAMENTE LORO possono rilasciare consenso all’uso dei dati del figlio. L’europa non può abrogare con una nuova direttiva, altre leggi nazionali, a meno che la direttiva non sia stata RECEPITA anche dal singolo stato. Cosa complicata, perché chiunque in Italia potrebbe far sollevare il problema di fronte ad un giudice. Un padre potrebbe dire: “ma come si concilia la mia patria potestà con il diritto di mio figlio ad iscriversi online?” Il padre dice no, il figlio dice si. Entrambi hanno ragione… e di fronte ai terzi chi ha ragione ? E se un ragazzo si iscrive ad un social network per adulti ? Un minorenne potrà ricevere comunicazioni di adulti per pratiche sessuali ? Ma scherziamo !?

  5. 15
    Sofia -

    Sta poveraccia sarà già scappata!!
    L’avrete fatta spaventare! Itto dai!!

  6. 16
    Yog -

    Dai Sofia, è troppo giovane per leggerci. Fidati. Questo sito svela particolari della natura umana raccapriccianti, tipo Vakk che crede davvero al Golem e al bau-bau (e qui struzzo l’occhio alla buzzatiana Susy, che capisce).

  7. 17
    Pace per tutti -

    ma a 16 anni si è vergini?

  8. 18
    Miss unknown -

    Dai la ragazza voleva solo un consiglio qualsiasi sia la sua età. Comunque sia, per ogni persona ci sono gradi di importanza dei problemi. Per esempio per un bambino di otto anni il problema più grande della sua vita è non aver un giocattolo. Per una ragazzina potrebbe essere andar male a scuola, per una ragazza potrebbe essere l’ansia e la paura di non saper cosa fare in situazioni del genere, per una donna di vent’anni potrebbe essere il non riuscir a trovare lavoro, mentre per un uomo di quarant’anni il suo problema più grande sarà arrivare a fine mese per campare la famiglia. Ogni person attribuisce la grandezza che ritiene opportuna a qualsiasi problema. Un consiglio che posso darti e per toglierti il dubbio definitivamente è quello di chiedere a questa tua amica che lo conosce di dirgli se gli piaci. Un bacio, ciao:)

Pagine: 1 2

Lascia un commento

Massimo 2 commenti per lettera alla volta

Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso browser (da qualsiasi browser e dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili