Salta i links e vai al contenuto

L’ho lasciato ma mi sento in colpa

  

Ho lasciato il mio ragazzo dopo pochi mesi. Ci siamo messi insieme appena ci siamo conosciuti quindi il motivo è che solo adesso ho scoperto che persona è. Non è cattivo ma mi tratta come se io fossi un suo giocattolo che deve pensare come pensa lui e io mi sono sentita senza libertà. Purtroppo ho accumulato e accumulato e poi ho detto tutto all’improvviso. Non sono riuscita a dargli una seconda chance, in questo momento mi sento ferita ma sto anche male per quello che ho fatto a lui. Purtroppo nei suoi tentativi di riconquistarmi con belle parole non faceva che emergere il fatto che io avrei comunque avuto troppa poca libertà se avessimo ricominciato. In una coppia bisogna venirsi incontro, lo so, ho tentato finché ho potuto, ma lui non riesce proprio a capire la mia situazione. Vuole impormi le sue scelte e basta, non ascolta quello di cui avrei bisogno io ora. Eppure mi dico di non aver tentato tutto perché avrei potuto riprovarci, ma come faccio ad ignorare questo suo modo di fare? Ormai ho scoperto che è così, tutto quello che sapevo prima era solo un suo lato, quello che fa vedere a tutti. Un mio amico ha letto dei suoi messaggi e anche lui mi ha detto che forse è un po’ troppo possessivo e troppo concentrato su di me. In fondo anche se ci siamo messi insieme subito è presto per attaccarsi troppo no? Dobbiamo ancora conoscerci bene. Invece per lui è come se fosse già deciso il matrimonio. Cosa dovrei fare, tornare insieme e riprovare ignorando il suo modo di fare? Anche se gliel’ho fatto notare lui non ha capito, nei suoi ultimi discorsi ricominciava a fare progetti in grande per noi due. Forse ho solo paura, ma io non penso sia così strano, lo conosco da poco. Però in ogni caso voi lascereste un ragazzo che vive solo per voi? Anche se a dire il vero a volte penso che viva per se stesso e basta. Qualcuno avrebbe un consiglio?

L'autore ha scritto 2 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

4 commenti a

L’ho lasciato ma mi sento in colpa

  1. 1
    pucioladoro -

    Ciao.

    Io forse sono diversa da te; mi piace fare progetti per il futuro, mi piace sognare, fantasticare…E se lo faccio con la persona che amo, per me è ancora più bello!

    Questo ragazzo probabilmente è così di carattere: gli piace immaginare, proiettare il suo futuro attraverso il presente e con questa frase, mi riferisco a te. Tu eri il suo presente e lui nella sua testa, realizzava un avvenire felice con te, al suo fianco. Certo, bisogna ed è bene che, comunque sia, ci si mantenga con i piedi a terra e si viva anche la tranquilla quotidianità, che è altrettanto bella.

    Credo che abbiate corso un po’ all’inizio e che forse era meglio che vi prendevate un periodo di “frequentazione” ovvero un periodo in cui uscivate insieme senza impegno e vi conoscevate meglio l’un l’altro, almeno, se vedevi che le cose a parer tuo non andavano, era meno difficile “congedarti” e per lui era meno difficile accettarlo. Con una storia nel mezzo, è normale che lui cerchi di aggiustare le cose perché si è affezionato e ci tiene a te ed è normale che tu in qualche modo, ti senti in colpa e ti dispiace perché forse, inconsciamente, ti sei resa conto che avresti dovuto frequentarlo un po’ prima di buttarvi subito in una situazione un po’ più impegnativa e seria.

    Il mio consiglio è quello di dargli una seconda chance dal momento in cui provi qualcosa di profondo per lui (e con ‘profondo’ intendo non semplice affetto!) e pensi di poter riuscire a fargli capire che però non deve ingigantire la vostra storia con pensieri frequenti di “matrimonio, figli, casa” ect, se sono cose che ti turbano.
    In caso contrario, devi essere onesta e confrontarti con lui faccia a faccia. Anche perché se tu vuoi farti una vita tutta tua senza di lui, è giusto che anche lui si faccia una vita tutta sua senza di te. Soffrirà, non aspettarti i festini! Ma certamente io, al posto suo, apprezzerei molto più l’onestà che un’illusione. Confronto diretto ed sincerità, sono 2 cose che hai il dovere di fare e che verranno apprezzate, subito o col tempo.

  2. 2
    vale -

    Ciao , hai ragione la possessività non è cattiveria. Ma allontanati da lui, certo può essere doloroso, ti sembrerà che stai facendo del male a una persona che non se lo merita … ma fidati, se non trovi sintonia con lui ai primi stadi della vostra relazione, difficilmente , molto difficilmente la troverai mai; ti ritroverai semplicemente dopo tempo la protagonista di una storia dove lui sarà l’ antagonista … e forse, allora, rimpiangerai di non aver fatto del “male” a quella persona che a quei tempi non se lo meritava . Buona fortuna .

  3. 3
    Luna -

    Ciao, ti scrivo perchè recentemente mi è successa una cosa simile. Stavamo insieme da pochi mesi e lui già aveva piani e progetti per il futuro. Ma anche noi ci siamo messi assieme praticamente subito per cui secondo me lui andava troppo di fretta. Avevo come la sensazione che se accanto a lui ci fosse stata un’altra persona per lui sarebbe stata la stessa cosa, perchè non mi conosceva veramente, non mi voleva bene veramente, ma voleva una persona accanto che stesse con lui ogni volta che schioccava le dita. Anche lui era molto pieno di se come il tuo ex, e avevo anche io la sensazione di essere il suo giocattolino.l’ho lasciato adesso e e il consiglio che ti posso dare è questo: cosa provi tu per lui? Cosa senti? E’ poco tempo che vi conoscete è vero, ma credo sia sufficiente per capire se c’è un affetto che ti lega a lui o meno…

  4. 4
    mayuka -

    Ringrazio tutti per i commenti. Ma quello in cui mi sono rispecchiata di più è stato quello di Luna. Proprio come dici tu, anch’io avevo la sensazione che se al posto mio ci fosse stata un’altra per lui sarebbe stato lo stesso. Adesso, dopo un mese che ci siamo lasciati, dopo che sono emerse altre cose da parte sua, non sono più pentita e so che ho fatto la cosa giusta, almeno per me.

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili